News

Bonus pubblicità: Legge di Bilancio 2021

L’ articolo 1, comma 608, Legge n. 178/2020 , c.d. Legge di Bilancio 2021 , introducendo il nuovo comma 1-quater all’articolo 57-bis, D.L. n. 50/2017, interviene sulla quantificazione del c.d. ” Bonus pubblicità “, per gli anni 2021 e 2022 , riconoscendo alle imprese, enti non commerciali e lavoratori autonomi un credito d’imposta del 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati su giornali quotidiani e periodici, anche in formato digitale . In particolare, il bonus in esame non è riconosciuto, per gli anni 2021 e 2022 , per gli investimenti pubblicitari effettuati su emittenti televisive e/o radiofoniche. fonte SEAC spa

Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali: codici tributo

Con Risoluzione 13 gennaio 2021, n. 3, l’Agenzia delle Entrate, ha istituito sei codici tributo, per l’utilizzo in compensazione, tramite Mod. F24, del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali destinati a strutture produttive situate nel territorio dello Stato, ex art. 1, commi 184 e seguenti, L. n. 160/2019 e ex art. 1, commi 1051 e seguenti, L. n. 178/2020. In particolare i codici tributo sono i seguenti: “6932” denominato “Credito d’imposta investimenti in beni strumentali nuovi (diversi dai beni di cui agli allegati A e B alla legge n. 232/2016) – articolo 1, comma 188, della legge 27 dicembre 2019 n. 160″;“6933” denominato “Credito d’imposta investimenti in beni strumentali nuovi di cui all’allegato A alla legge n. 232/2016 […]

Esonero contributivo per lavoratori agricoli rate novembre e dicembre 2020: Messaggio INPS

Con Messaggio 13 gennaio 2021, n. 103, l’INPS ha fornito delle indicazioni in relazione alla sospensione del pagamento della rata del 16 gennaio 2021, prevista dall’art. 10, comma 6, D.L. n. 183/2020, per i lavoratori autonomi che accedono all’esonero contributivo per i mesi di novembre e dicembre, in base a quanto disposto dagli articoli 16 e 16-bis, D.L. n. 137/2020 (con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL). Come precisato nel documento, i soggetti beneficiari della sospensione, se in possesso dei requisiti, presenteranno l’istanza per l’esonero in oggetto, sospendendo, quindi, il pagamento della rata in scadenza il 16 gennaio 2021, in attesa di conoscere l’importo da versare comunicato dall’INPS. La sospensione è fissata dal legislatore non oltre […]

Bonus mobilità: richieste di rimborso dal 14 gennaio al 15 febbraio 2021

Con Comunicato stampa 11 gennaio 2021, il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare concede nuovamente la possibilità di richiedere il rimborso degli acquisti previsti dal Programma Sperimentale Buono mobilità effettuati tra il 4 maggio 2020 e il 2 novembre 2020. Tutti colori che non hanno usufruito del rimborso ex art. 229, D.L. n. 34/2020, c.d. “Bonus mobilità “, dal 14 gennaio al 15 febbraio 2021, potranno richiedere il rimborso identificandosi, tramite SPID, sul portale “www.buonomobilita.it“. Per ottenere il rimborso è necessario essere in possesso della fattura o scontrino attestante la tipologia di bene o servizio acquistato. fonte SEAC spa

IVA agevolata per piatti pronti e asporto

L’art. 1, comma 40, Legge n. 178/2020, c.d. Legge di Bilancio 2021, ha disposto una norma di interpretazione autentica, secondo la quale la nozione di preparazioni alimentari di cui al n. 80 della tabella A, parte III, D.P.R. n. 633/1972, “deve essere interpretata nel senso che in essa rientrano anche le cessioni di piatti pronti e di pasti che siano stati cotti, arrostiti, fritti o altrimenti preparati in vista del loro consumo immediato, della loro consegna a domicilio o dell’asporto.” Di conseguenza alla cessione di tali prodotti è possibile l’applicazione dell’aliquota IVA ridotta al 10%. fonte SEAC spa

Donazione e sospensione termini “prima casa” per emergenza Covid-19

Con Risposta ad Interpello 12 gennaio 2021, n. 39, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’ambito di applicazione della sospensione dei termini relativi alle agevolazioni “prima casa”, prevista, a seguito dell’emergenza Covid-19, dall’articolo 24, D.L. n. 23/2020. Nel caso di specie un contribuente: ha ricevuto in donazione dal padre un immobile in corso di costruzione (atto registrato il 16 ottobre 2017) fruendo della tassazione agevolata “prima casa”, tuttaviaa seguito della chiusura dei cantieri causata dall’emergenza da Covid-19, non ha potuto dichiarare la conclusione dei lavori entro 3 anni dalla registrazione dell’atto di donazione, come richiesto ai fini dei benefici fiscali. L’Agenzia delle Entrate nega che il termine di 3 anni applicabile nel caso di specie possa essere oggetto di sospensione a causa […]

Processo amministrativo telematico: Decreto

È stato pubblicato in G.U. 11 gennaio 2021, n. 7, il Decreto 28 dicembre 2020 del Segretariato generale della giustizia amministrativa relativo alle regole tecnico-operative per l’attuazione del processo amministrativo telematico, nonché per la sperimentazione e la graduale applicazione dei relativi aggiornamenti. Il Decreto sostituisce il precedente Decreto del Presidente del Consiglio di Stato 22 maggio 2020, n. 134 e si applica a decorrere dal quinto giorno successivo a quello di pubblicazione in G.U.. fonte SEAC spa

Accesso ai servizi online Agenzia tramite CIE: Provvedimento

Con Provvedimento 12 gennaio 2021, l’Agenzia delle Entrate ha dato il via libera alla possibilità di accedere ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate e di quelli della Riscossione utilizzando la CIE (Carta d’identità elettronica). A partire dal 12 gennaio 2021, quindi, anche chi non dispone delle credenziali dei servizi telematici delle Agenzie Fisconline od Entratel o di SPID può accedere all’area autenticata dei siti internet tramite la CIE. L’accesso con CIE consente di operare all’interno delle aree riservate anche al soggetto che sia stato precedentemente incaricato da un’impresa, da un professionista o da un ente non commerciale ad operare per loro conto. Anche scegliendo di autenticarsi con la CIE, se l’utente identificato è stato precedentemente incaricato da una […]

Credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro: codice tributo

Con Risoluzione 11 gennaio 2021, n. 2, l’Agenzia delle Entrate, ha istituito il codice tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite Mod. F24, del credito d’imposta riconosciuto per l’adeguamento degli ambienti di lavoro ex art 120, D.L. n. 34/2020. In particolare il codice tributo è il seguente: “6918”, denominato “Credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro, – articolo 120 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34/2020″. fonte SEAC spa

Covid-19: Istanza di contributo a fondo perduto esente da imposta di bollo

Con Risposta ad Interpello 11 gennaio 2021, n. 37 , l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’ applicazione dell’imposta di bollo sulle istanze di contributo a fondo perduto . L’Agenzia precisa che i contributi a fondo perduto sono destinati a particolari categorie di soggetti che si trovano in una situazione di particolare difficoltà economica , in quanto danneggiati a seguito dell’epidemia da Covid-19 (art. 54, D.L. n. 34/2020). Nel caso di specie si fa riferimento al contributo a fondo perduto, concesso dalla Regione Toscana, (decreto dirigenziale n. 15380/2020) a quelle c ategorie di soggetti danneggiati a seguito dell’epidemia da Covid-19, tra le quali spicca la filiera del turismo , particolarmente danneggiata a causa del blocco dei congressi, delle fiere e di altri eventi . Secondo l’Agenzia delle Entrate tali categorie di […]