Categoria Archivi: News fiscali

Nessun termine di accertamento è scaduto al 31.12.2022 (bisogna attendere il 26.3.2023)

Al 31.12.2022 non è scaduto il termine di accertamento relativo ad alcuna annualità.Infatti, per effetto delle disposizioni introdotte a seguito dell’emergenza COVID-19, per i periodi d’imposta fino al 2018 i termini di accertamento sono prorogati di 85 giorni.Di conseguenza, con riferimento alla dichiarazione relativa al 2016, per la quale il termine ordinario sarebbe scaduto al 31.12.2022, la notifica dell’avviso di accertamento può intervenire entro il 26.3.2023. Per approfondimenti contatta Studio Tisi Commercialisti

La maggior IVA applicata a consumatori finali può non essere versata

I Giudici comunitari recentemente hanno affrontato un importante aspetto della disciplina IVA, ossia l’applicazione dell’imposta in misura superiore a quella “dovuta”.Secondo i Giudici comunitari, in mancanza di rischio di perdita di gettito fiscale (riscontrabile nelle operazioni effettuate a consumatori finali), il soggetto passivo non è tenuto al versamento della maggior imposta indicata in fattura. Per approfondimenti contatta Studio Tisi Commercialisti

La dichiarazione IMU come presupposto per l’esenzione dal tributo per gli enti non commerciali e i criteri per l’esenzione

Con la Sentenza di Cassazione in commento n. 37385 del mese di dicembre 2022, la dichiarazione IMU viene considerata requisito essenziale per beneficiare dell’esenzione IMU in favore degli enti non commerciali, pena la decadenza dal beneficio. Con l’occasione, con il presente contributo vengono anche indagati i requisiti per l’esenzione, che sono di due tipi: a) criteri di tipo generale validi per tutti gli enti, e b) criteri specifici di settore, entrambi volti alla verifica dello svolgimento o meno delle attività istituzionali con “modalità non commerciali“. Per approfondimenti contatta Studio Tisi Commercialisti