Categoria Archivi: News fiscali

Cdm: approvato il testo della Legge di Bilancio 2022

È stato approvato, dal Consiglio dei Ministri, il disegno di Legge di Bilancio 2022. Tra le misure e le agevolazioni fiscali, previste dalla manovra, a favore delle imprese e dei professionisti, si segnalano le seguenti: istituzione del fondo pluriennale per la riduzione della pressione fiscale: tale fondo è destinato alla riduzione dell’IRPEF ed IRAP;differimento dei termini di decorrenza dell’efficacia delle disposizioni relative alla c.d. Sugar Tax, nonché alla c.d. Plastic Tax;proroga della detassazione IRPEF dei redditi dominicali e agrari dichiarati dai coltivatori diretti e imprenditori agricoli;proroga generalizzata delle detrazioni per recupero edilizio, ecobonus, sismabonus e bonus verde;proroga per il superbonus ma con previsioni specifiche;proroga del bonus facciate ma ridotto al 60% e del bonus arredo con limite di spesa ad € 5.000,00; proroga del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali “4.0”, […]

Agevolazione “prima casa” cittadino italiano iscritto all’AIRE: Interpello

Con Risposta ad Interpello 28 ottobre 2021, n. 751, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’agevolazione “prima casa“, in particolare sulla: fruizione da parte di un cittadino italiano iscritto all’AIRE, nel caso di acquisto di un immobile di nuova costruzione da concedere in comodato, dell’IVA agevolata al 4% prevista dal n. 21), della Tabella A allegata al D.P.R. n. 633/1972;tassazione della plusvalenza nel caso di cessione del suddetto immobile, entro il quinquennio dalla data di acquisto. L’agevolazione in esame spetta anche nel caso in cui l’acquirente sia cittadino italiano emigrato all’estero, a condizione che l’immobile acquistato costituisca la “prima casa” nel territorio italiano e senza alcun obbligo di fissare la residenza. Per questi motivi, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il contribuente può acquistare l’immobile usufruendo dell’aliquota IVA agevolata anche nell’ipotesi in cui conceda in […]

Definiti i termini per la fruizione del credito d’imposta per il settore tessile, moda e accessori: Provvedimento

Con Provvedimento 28 ottobre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha definito i termini di presentazione della comunicazione per la fruizione del credito d’imposta sulle rimanenze finali di magazzino nel settore tessile, della moda e degli accessori ex art. 48-bis, D.L. n. 34/2020.Tale comunicazione deve essere inviata: dal 29 ottobre 2021 al 22 novembre 2021, con riferimento al periodo d’imposta in corso alla data di entrata in vigore delle disposizioni di cui al Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 9 marzo 2020;dal 10 maggio 2022 al 10 giugno 2022, con riferimento al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2021. Fonte SEAC spa

Agevolazione “prima casa” per immobili con cambio di destinazione d’uso: Interpello

Con Risposta ad Interpello 27 ottobre 2021, n. 753, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in relazione alla fruizione dell’agevolazione “prima casa” in caso di acquisto di un immobile di categoria C/2 in corso di ristrutturazione finalizzata al cambio di destinazione d’uso in unità abitativa residenziale. In particolare l’Agenzia ha chiarito, tra l’altro, che: è possibile fruire dell’agevolazione in esame in caso di immobili non abitativi ma per i quali sia possibile il cambio di destinazione d’uso. Tuttavia, al fine di non decadere dall’agevolazione, dovrà essere dimostrata la destinazione ad abitazione principale entro un anno dall’atto originario di acquisto.qualora non sia stato dichiarato nell’atto di acquisto originario, è possibile dichiarare di voler fruire dell’agevolazione con un atto integrativo del precedente atto d’acquisto, da redigersi nella medesima forma. Per […]

RUNTS, il MLPS ufficializza il via dal 23 novembre

A partire dal 23 novembre 2021, il Ministero del Lavoro darà l’avvio al RUNTS (Registro Unico Nazionale del Terzo Settore). In tale data, infatti, avrà inizio la trasmigrazione nel Registro dei dati relativi ad ODV (Organizzazioni Di Volontariato) ed APS (Associazioni di Promozione Sociale) iscritte negli attuali registri.Per quanto riguarda le ONLUS, l’Agenzia delle Entrate, di concerto con il Ministero del Lavoro, definirà le modalità di comunicazione al RUNTS dei dati degli enti iscritti alla relativa anagrafe.Il RUNTS sarà suddiviso in 7 sezioni, corrispondenti a: ODV;APS;enti filantropici;imprese sociali;reti associative;società di mutuo soccorso;altri enti del Terzo Settore. Di conseguenza, dal 23 novembre 2021 non sarà più possibile procedere all’iscrizione ai registri delle ODV e delle APS o all’anagrafe delle ONLUS. Dal 24 […]

La registrazione di atti privati sottoscritti con firma elettronica

Con Risposta a istanza di Consulenza giuridica 27 ottobre 2021, n. 14, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al corretto utilizzo delle firme elettroniche per la registrazione di atti privati, ed in particolare di contratti preliminari di compravendita. L’Agenzia evidenzia che i contratti preliminari di compravendita immobiliare, redatti come documenti informatici, devono essere sottoscritti con firma elettronica qualificata o con firma digitale. L’assenza di una delle due tipologie di firme comporta la nullità del contratto. Così come disposto dall’art. 38, D.P.R. n. 131/1986, la nullità o l’annullabilità dell’atto non dispensa dall’obbligo di chiedere la registrazione e di pagare la relativa imposta. Tuttavia, tale imposta assolta deve essere restituita per la parte eccedente la misura fissa, quando l’atto sia dichiarato nullo o annullato, per causa non imputabile […]

CFP riduzione del canone di locazione: Provvedimento

Con Provvedimento 27 ottobre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha fissato al 100% la percentuale di riparto per il calcolo del contributo a fondo perduto per la riduzione del canone di locazione ex art. 9-quater, D.L. n. 137/2020; l’importo complessivo dei contributi richiesti è infatti inferiore alle risorse finanziarie disponibili.Di conseguenza, il credito potrà essere fruito da ogni beneficiario in misura piena (50% della riduzione del canone, nel limite annuo di 1.200 euro per singolo locatore). Fonte SEAC spa

Modifiche al modello di comunicazione per crediti d’imposta Mezzogiorno e Zes: Provvedimento

Con Provvedimento 27 ottobre 2021 l’Agenzia delle Entrate ha disposto delle modifiche al modello  di comunicazione per la fruizione del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, nei comuni del sisma del Centro-Italia e nelle zone economiche speciali (ZES), approvato con Provvedimento 14 aprile 2017 e successivamente modificato con i Provvedimenti 29 dicembre 2017, 9 agosto 2019 e 9 marzo 2021. In particolare, l’aggiornamento è stato necessario dal momento che l’art. 57, comma 1, lettera b), n. 4, D.L. n. 77/2021, ha elevato il limite massimo del costo agevolabile di ciascun progetto da 50 milioni a 100 milioni di euro e ha esteso l’agevolazione all’acquisto dei beni immobili strumentali. Al fine di dare attuazione alle disposizioni sopra riportate è stato inserito […]

Credito d’imposta per canoni di locazione e impresa multiattività: Interpello

Con Risposta ad Interpello 27 ottobre 2021, n. 747, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla corretta applicazione del credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda ex art. 28, D.L. n. 34/2020, con riferimento ai mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020, in caso di impresa multiattività; si tratta, in particolare, delle imprese che svolgono contemporaneamente attività di commercio sia all’ingrosso che al dettaglio. In particolare, l’Amministrazione finanziaria chiarisce che: il credito è fruibile anche nel caso in cui l’attività di commercio al dettaglio non sia prevalente, a condizione che nel periodo di imposta 2019 da tale attività siano derivati ricavi superiori a 5 milioni di euro;il […]

Istituzione e ridenominazione codici tributo: Risoluzione

Con Risoluzione 27 ottobre 2021, n. 61, l’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite Mod. F24, del credito d’imposta, per l’acquisto di veicoli usati di categoria M1 di cui all’art. 73-quinquies, comma 2, lettera d), D.L. n. 73/2021.Inoltre, con il presente documento, l’Agenzia ridenomina il codice “6903” già operativo ed istituito con  Risoluzione n. 82/2019, per l’utilizzo in compensazione del credito d’imposta previsto dall’articolo 1, comma 1031, Legge 30 dicembre 2018, n. 145, in relazione all’acquisto di veicoli di categoria M1 nuovi di fabbrica.Il nuovo codice tributo ed il codice ridenominato sono i seguenti: “6928” denominato “ECO-BONUS VEICOLI CAT. M1 usati – Recupero del contributo statale sotto forma di credito d’imposta – art. […]