Tag Archivi: IVA

L’erronea applicazione dell’IVA è rimborsabile direttamente dall’amministrazione fiscale

I Giudici comunitari hanno recentemente affrontato la delicata questione connessa all’erronea applicazione dell’IVA da parte del prestatore (nel caso di specie con riferimento a operazioni non rilevanti ai fini IVA nello Stato di quest’ultimo).Nel caso in cui sia impossibile / eccessivamente difficile per il committente recuperare l’IVA dal prestatore, i Giudici comunitari consentono di richiedere la restituzione dell’imposta direttamente all’Amministrazione fiscale.Qualora l’Amministrazione fiscale non provveda al rimborso “entro un termine ragionevole” dalla richiesta del contribuente, a quest’ultimo vanno riconosciuti anche gli interessi di mora. Il committente di un servizio può chiedere direttamente alla propria Amministrazione fiscale il rimborso dell’IVA che gli è stata erroneamente addebitata dal prestatore e che quest’ultimo ha versato all’Erario, qualora il recupero […]

La detrazione spetta anche in caso di omesso versamento dell’IVA da parte del cedente

I Giudici comunitari recentemente hanno analizzato il diritto alla detrazione dell’IVA da parte dell’acquirente, nel caso in cui il cedente non abbia versato l’IVA (a debito) all’Erario.In particolare i Giudici sono giunti alla conclusione che l’applicazione del principio di neutralità non consente all’Amministrazione finanziaria di negare la detrazione dell’IVA qualora l’acquirente sia a conoscenza della situazione di difficoltà finanziaria del cedente e pertanto della potenziale difficoltà a versare l’IVA all’Erario.Il diritto alla detrazione può essere negato soltanto nel caso in cui sia dimostrato, sulla base di elementi oggettivi, che l’acquirente abbia partecipato ad una frode o commesso un abuso di diritto. Non è possibile negare la detrazione dell’IVA all’acquirente di un bene […]

Deposito doganale l’IVA cambia a seconda della tipologia di operazione effettuata

Se le cessioni di beni in regime di deposito doganale non si considerano riconducibili nel campo di applicazione dell’IVA, le prestazioni di servizi aventi ad oggetto merce che si trova nelle stesse condizioni costituiscono in linea generale operazioni imponibili. di Francesco D’Alfonso – Esperto in materia di IVA Il deposito doganale si identifica con qualsiasi luogo, autorizzato dall’autorità doganale e sottoposto al suo controllo, in cui le merci possono essere immagazzinate, in linea generale senza alcun vincolo temporale. In particolare, nei locali o altri luoghi autorizzati per il regime del deposito doganale, le merci immagazzinate sono soggette a vigilanza da parte delle autorità doganali; i beni possono tuttavia comunque essere […]

L’IVA all’importazione e lo Stato UE di utilizzo effettivo dei beni

I Giudici comunitari recentemente hanno affrontato una particolare questione in merito all’IVA dovuta per le importazioni di beni da Stati extraUE. Il caso esaminato dai Giudici comunitari riguarda un bene (nel caso di specie, un veicolo) entrato nel territorio dell’UE da uno Stato membro considerato “di transito” senza aver assolto in Dogana i dazi e l’IVA. Al ricorrere di tale fattispecie, l’IVA all’importazione è dovuta nello Stato di destinazione finale del bene ossia nello Stato membro di residenza dell’acquirente. Ai fini IVA, il luogo di importazione di un veicolo immatricolatoin unoStato extraUE, introdotto nell’UE in violazione delle norme doganali, è situato nello Stato membro in cui l’autore della violazione è residente e […]

Acquisto beni da San Marino con IVA e invio esterometro

DOMANDA Una società ha acquistato a inizio settembre dei beni da un fornitore di San Marino. Il cedente ha emesso fattura in formato cartaceo (la normativa fiscale sammarinese prevede l’esonero dall’emissione della fattura in formato elettronico a favore dei soggetti che hanno dichiarato nell’anno precedente ricavi per un importo inferiore a € 100.000) con applicazione dell’IVA.Considerato che il nuovo Tipo documento TD28 è utilizzabile dall’1.10.2022, come vanno comunicati i dati dell’acquisto in esame ai fini dell’esterometro? RISPOSTA Come previsto dall’art. 1, comma 3bis, D.Lgs. n. 127/2015, i soggetti passivi tenuti all’emissione della fattura elettronica hanno l’obbligo di inviare telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati delle cessioni di beni / prestazioni […]

Niente IVA in dogana in caso di “Regime 42”

L’utilizzo del “regime doganale 42” consente di non versare l’imposta in dogana al momento dell’importazione, rinviandone il pagamento nello Stato membro di destinazione laddove, al momento dell’immissione in libera pratica, sia già noto che le merci importate sono in realtà destinate in tale ultimo Stato. di Francesco D’Alfonso – Esperto in materia di IVA Nel sistema IVA nazionale, con il termine “importazione” si indica l’introduzione in Ita­lia di beni originari di Paesi extra-UE che non sono già stati immessi in libera pratica in un altro Paese membro della Unione Europea oppure provenienti da territori che si considerano esclusi dalla UE in base all’articolo 7 del DPR n. 633/1972. Tale operazione, da […]

IVA sulla partecipazione ad eventi scientifici e meeting online

DOMANDA L’associazione di cui faccio parte desidera organizzare un evento scientifico sul territorio italiano, cui sarà possibile partecipare a distanza e che si rivolgerà a specialisti provenienti da diversi Paesi del mondo. Considerando che, a tal, fine, l’associazione fornirà dei servizi di accesso “virtuale” all’evento, vorrei chiedere dei chiarimenti in merito al trattamento Iva applicabile agli stessi. RISPOSTA Con Risposta ad Interpello 28 giugno 2022, n. 353, l’Agenzia delle Entrate ha ritenuto che la modalità di partecipazione a distanza non comporta la fruizione di una prestazione di servizio differente da quella offerta a chi partecipa all’evento in presenza. Ciascun partecipante, infatti, seppur con modalità differenti, ha egualmente la possibilità di assistervi e di […]

Mero noleggio di ponteggi e gru: no reverse charge e IVA al 22%

Nell’ambito delle prestazioni di servizi edili opera l’applicazione del reverse charge “interno”, a seguito del quale l’assolvimento dell’imposta è a carico del committente. Recentemente l’Agenzia delle Entrate è intervenuta in merito al trattamento IVA applicabile al mero noleggio di ponteggi e, in generale, di ogni altra attrezzatura, comprese le gru. In particolare è stato chiarito che tali operazioni, in mancanza di un’attività edile, vanno assoggettate con le modalità ordinarie all’aliquota IVA del 22% a prescindere dalla tipologia di intervento edilizio / immobile oggetto dei lavori (le stesse non rientrano nell’ambito di applicazione del reverse charge). Con la Risposta 12.7.2022, n. 373 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al trattamento […]

La responsabilità del rappresentante doganale indiretto per l’IVA all’importazione

I Giudici comunitari recentemente hanno esaminato una (particolare) disposizione della legislazione italiana relativa alla responsabilità (solidale) del rappresentante doganale indiretto per l’IVA derivante da dichiarazioni doganali inattendibili. Secondo i Giudici comunitari il rappresentante doganale indiretto non è solidalmente responsabile con l’importatore per il pagamento dell’IVA all’importazione, salvo che la normativa nazionale non designi / riconosca esplicitamente ed inequivocabilmente tale soggetto come debitore dell’IVA. Spetta ora al Giudice nazionale stabilire se il rappresentante doganale indiretto sia o meno responsabile per la “dichiarazione d’intento falsa”, eventualmente modificando il proprio orientamento e adeguandosi a quanto sancito dai Giudici comunitari. In caso di indebito utilizzo del plafond, il rappresentante doganale indiretto non è responsabile in solido […]

La bolletta doganale diventa elettronica: l’IVA si detrae con la “copia di cortesia”

In attuazione delle previsioni comunitarie in materia di importazioni i beni, l’Agenzia delle Dogane ha recentemente aggiornato il sistema informatico di sdoganamento all’importazione. In tale contesto è stato soppresso l’attuale modello (cartaceo) della dichiarazione di importazione (bolletta doganale) introducendo una procedura informatica per la gestione delle operazioni in esame. L’Agenzia evidenzia che dal 9.6.2022 non è più previsto l’utilizzo del formulario cartaceo né per la presentazione della dichiarazione di importazione né per la stampa della stessa. Al fine di consentire agli operatori economici l’assolvimento degli obblighi di registrazione e del diritto alla detrazione dell’IVA il sistema genera un “Prospetto di riepilogo ai fini contabili”, una sorta di “copia di cortesia” […]