News

Decreto Ristori in G.U.

Il D.L. 28 ottobre 2020, n. 137, c.d. “Decreto Ristori”, recante le “Ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19”, è stato pubblicato in G.U. 28 ottobre 2020, n. 269 ed entra in vigore a partire da oggi. Le principali misure previste dal Decreto Legge sono rivolte alle attività che subiscono le misure restrittive di cui al D.P.C.M. 24 ottobre 2020 e prevedono: contributi a fondo perduto;credito di imposta sugli affitti;cancellazione della seconda rata IMU;esonero dal versamento dei contributi previdenziali. fonte SEAC spa

Interventi superbonus 110% realizzati da un solo condomino: Interpello

Con Risposta ad Interpello 27 ottobre 2020, n. 499, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito la corretta applicazione del superbonus 110% agli interventi che il proprietario di un appartamento all’ultimo piano di un condominio intende effettuare sul lastrico solare di sua proprietà, previa autorizzazione dell’assemblea condominiale, sostenendo interamente la spesa. Secondo l’Agenzia: trattandosi di un intervento realizzato su una parte comune condominiale (anche se di proprietà esclusiva dell’istante) il rispetto dei requisiti necessari va effettuata con riferimento all’intero edificio;il superbonus può essere calcolato anche considerando un criterio diverso da quello legale di ripartizione delle spese condominiali di cui agli articoli 1123 e seguenti del C.c., a condizione che l’assemblea condominiale abbia autorizzato l’esecuzione dei lavori e all’unanimità abbia acconsentito al sostenimento delle relative spese da parte dell’istante interessato. Quest’ultimo, quindi, […]

Credito di imposta su commissioni pagamenti elettronici: sì all’invio cumulativo per i mesi di luglio, agosto e settembre

Con Risposta ad Interpello 27 ottobre 2020, n. 503, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’obbligo di trasmissione dati per il controllo del credito di imposta su commissioni pagamenti elettronici. Come noto, agli esercenti attività di impresa, arte o professioni spetta un credito di imposta pari al 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate mediante carte di credito, di debito o prepagate emesse da operatori finanziari. Tali soggetti, che mettono a disposizione degli esercenti i sistemi di pagamento elettronici, devonotrasmettere all’Agenzia delle Entrate, entro il ventesimo giorno del mese successivo al periodo di riferimento, le informazioni necessarie a controllare la spettanza di detto credito d’imposta. L’Agenzia, considerando che in fase di prima applicazione delle disposizioni normative, da più parti sono state lamentate […]

Attivo il portale per l’invio delle asseverazioni Superbonus 110% all’ENEA

Da ieri, 27 ottobre 2020, è possibile inviare all’ENEA dal sito detrazionifiscali.enea.it, le asseverazioni e i documenti previsti per usufruire del Superbonus 110%, indicati nell’art. 119, D.L. n. 34/2020 e dei Decreti 6 agosto 2020 (Decreto Requisiti Ecobonus e Decreto Asseverazioni). Dalla medesima data decorrono i 90 giorni entro i quali occorre caricare i documenti relativi a lavori iniziati e conclusi prima dell’attivazione del nuovo portale. La compilazione dell’asseverazione può essere fatta dal sito stesso che consente anche di allegare la documentazione prevista. fonte SEAC spa

Immobile in Italia e lavoro all’estero: fruibilità Superbonus 110%

Con Risposta ad Interpello 27 ottobre 2020, n. 500, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla fruibilità del Superbonus 110% (ex art. 119, D.L. n. 34/2020) per gli interventi effettuati da un contribuente che: è proprietario di un’unità immobiliare, in un condominio, in Italia;è iscritto all’AIRE;non produce reddito in Italia, lavorando all’estero. L’Agenzia delle Entrate precisa che il residente all’estero, proprietario di un immobile in Italia all’interno di un condominio e titolare del relativo reddito fondiario, può accedere al Superbonus 110%. In mancanza di un’imposta lorda sulla quale operare la detrazione, il soggetto può optare per una delle modalità alternative alla detrazione previste dall’art. 121, D.L. n. 34/2020, ovvero: la cessione del credito;lo sconto in fattura. […]

Regime di non imponibilità IVA per servizi nei porti: Risposta ad interpello

Con Risposta ad interpello 27 ottobre 2020, n. 501, l’Agenzia delle Entrate si è espressa sull’applicabilità del regime di non imponibilità IVA ex articolo 9, comma 1, n. 6), D.P.R. n. 633/1972, per attività di servizi nei porti, nel caso in cui l’istante sottoscriva un’Associazione temporanea di imprese e dei contratti di subappalto coi fornitori, alle prestazioni rese dalla Capogruppo dell’ATI al committente. Secondo l’Agenzia la non imponibilità IVA è applicabile se le prestazioni disciplinate dai vari contratti stipulati tra i diversi soggetti coinvolti nell’intervento rientrano tra quelle di cui al citato articolo 9, comma 1, numero 6), indipendentemente dal numero di passaggi che possono intercorrere tra i vari soggetti. fonte SEAC spa

Bonus mobilità: al via i rimborsi

Il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare rende noto che dal prossimo 3 novembre 2020, è operativa la procedura di richiesta del cd. bonus mobilità previsto dal D.L. n. 34/2020, nell’area dedicata “Bonus mobilità 2020”. I soggetti che hanno già comprato un mezzo (entro il 2 novembre) potranno quindi chiedere il rimborso sul prezzo della quota agevolata presentando la fattura o lo scontrino parlante. Diversamente, chi non ha ancora effettuato l’acquisto, dal 3 novembre 2020 al 31 dicembre 2020 potrà acquistare beni e servizi esclusivamente presso gli esercenti accreditati, il cui elenco è disponibile sull’applicazione web e richiedere la generazione del “buono mobilità digitale” da utilizzare per ottenere lo sconto presso tali esercizi fonte SEAC spa

Prorogato il termine per la richiesta del tax credit librerie

Con avviso pubblicato sul sito web del MIBACT è stata comunicata la proroga del termine di presentazione della domanda del tax credit librerie, a favore dei soggetti che esercitano attività di vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati (ex art. 1, commi da 319 a 321, Legge n. 205/2017). Il nuovo termine scade alle ore 12.00 del 30 ottobre 2020. Si ricorda che la procedura va effettuata esclusivamente attraverso il portale taxcredit.librari.beniculturali.it/sportello-domande/. fonte SEAC spa

Rimborso credito IVA per acquisto stazioni ricarica veicoli elettrici: Interpello

Con Risposta ad Interpello 22 ottobre 2020, n. 497, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al rimborso del credito IVA per l’acquisto di stazioni di ricarica dei veicoli elettrici denominate “Electric Vehicle Charger” (“EVC”). Nel caso di specie, una società acquista, per lo svolgimento della propria attività economica, le EVC con componenti accessorie e le installa, principalmente, su beni terzi (suolo pubblico o aree private ad accesso pubblico) con modalità tali da non essere irreversibilmente integrate al suolo. Le EVC in questione, quindi, sono per la società beni strumentali ammortizzabili ai sensi dell’art. 102, TUIR. L’Agenzia sottolinea che può essere richiesto il rimborso del credito IVA (superiore a 2.582,28 euro) risultante dalla dichiarazione […]

IVA per vendita di mezzi tecnici per servizi di telecomunicazione: Risoluzione

Con Risoluzione 22 ottobre 2020, n. 69, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sulla detraibilità dell’IVA relativa ai servizi di telefonia mobile ricaricabili assoggettati al regime monofase (art. 74, comma 1, lett. d), D.P.R. n. 633/1972) alla luce di quanto disposto dall’art. 4, comma 1, D.M. 24 ottobre 2000, n. 366. In particolare, l’amministrazione finanziaria ha chiarito che relativamente alla vendita di mezzi tecnici per la fruizione di servizi di telecomunicazione effettuate nei confronti del pubblico, l’imposta può essere indicata separatamente dal corrispettivo, e di conseguenza da parte dell’acquirente può essere esercitata la detrazione dell’IVA secondo le regole e nei limiti stabiliti dall’articolo 19, D.P.R. n. 633/1972, nella sola ipotesi in cui la società acquisti […]