News

L’Agenzia delle Entrate comunica eventuali errori ed omissioni dei dati ISA

Con Provvedimento 20 luglio 2021, l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità, e le relative specifiche tecniche, con cui l’Amministrazione Finanziaria mette a disposizione dei contribuenti che applicano gli ISA, elementi ed informazioni da cui emergono omissioni o anomalie nei dati dichiarati ai fini ISA. Con tale comunicazione l’Agenzia intende favorire un costante dialogo tra il contribuente e l’Agenzia delle Entrate, finalizzato a semplificare gli adempimenti, stimolare l’assolvimento degli obblighi tributari e favorire l’emersione spontanea delle basi imponibili, nonché a regolarizzare eventuali violazioni.In particolare, il contribuente (ovvero il suo intermediario) consultando il “Cassetto fiscale”, potrà esaminare le comunicazioni, fornire chiarimenti e precisazioni, nonché regolarizzare errori ed omissioni beneficiando della riduzione delle sanzioni tramite l’applicazione del ravvedimento operoso. Fonte SEAC spa

Contratto di leasing per aeromobili e detraibilità IVA: Interpello

Con Risposta ad Interpello 20 luglio 2021, n. 495, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta in merito alla detraibilità dell’IVA assolta sui canoni di locazione finanziaria relativi ad un contratto di leasing avente ad oggetto un elicottero ed altresì su operazioni specificatamente individuate relative al velivolo.A tal proposito, l’Agenzia ha chiarito che ai sensi dell’art. 19-bis1, lettere a) e d),  D.P.R. n. 633/72, per gli esercenti attività d’impresa l’imposta assolta sull’acquisto di aeromobili, dei loro componenti e ricambi nonché l’IVA relativa alle prestazioni dell’articolo 16, comma 3, del medesimo Decreto, e a quelle di custodia, manutenzione, riparazione ed impiego, sempre riferite a tali beni, è detraibile alternativamente se tali beni ovvero servizi: formano oggetto dell’attività propria dell’impresa;sono destinati ad essere esclusivamente utilizzati come strumentali nell’attività propria dell’impresa. Fonte SEAC spa

Compensazione e restituzione spontanea del contributo a fondo perduto: nuovi codici tributo

Con Risoluzione 19 luglio 2021, n. 48, l’Agenzia delle Entrate ha istituito nuovi codici tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del contributo a fondo perduto di cui all’articolo 1, comma 5, D.L. n. 73/2021 ed altresì per la restituzione spontanea, tramite il modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”, del contributo non spettante.Rispettivamente dovranno essere utilizzati i seguenti codici tributo: “6946” denominato “Contributo a fondo perduto Decreto Sostegni-bis stagionale – credito d’imposta da utilizzare in compensazione – art. 1, c. 5, DL n. 73 del 2021”;“8131” denominato “Contributo a fondo perduto Decreto Sostegni-bis stagionale – Restituzione spontanea – CAPITALE – art. 1, c. 5, DL n. 73 del 2021”;“8132” denominato “Contributo a fondo perduto Decreto Sostegni-bis stagionale […]

Deposito del ricorso nel processo tributario: omologazione con il processo civile

Con Ordinanza 15 luglio 2021, n. 20158, la Corte di Cassazione ha stabilito la necessità di adeguare le norme del processo tributario a quelle del processo civile, in materia di proposizione del ricorso nei vari gradi di giurisdizione. In particolare, nel caso in cui il termine per il deposito del ricorso cada in un giorno festivo, è da ritenersi tempestivo il deposito effettuato il primo giorno feriale successivo al trentesimo giorno da quello di notifica alla controparte. Fonte SEAC spa

Pubblicato in G.U. il Decreto che fissa l’avvio delle e-fatture fra Italia e San Marino

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 15 luglio 2021, n. 168, il Decreto MEF 21 giugno 2021 che stabilisce, a partire dal 1 luglio 2022, l’obbligo di emissione in formato elettronico, tramite SDI, delle fatture relative agli scambi commerciali fra Italia e San Marino.Il provvedimento, che dà esecuzione a quanto previsto dall’art. 12, D.L. n. 34/2019 (c.d. “Decreto Crescita”), entrerà in vigore dal 1 ottobre 2021. Già a seguito di quest’ultima data, i soggetti potranno scegliere di utilizzare la fatturazione elettronica al posto di quella cartacea.Tramite Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate verranno definite le regole tecniche necessarie per l’attuazione di quanto previsto nel Decreto. Fonte SEAC spa

Credito d’imposta sanificazione: approvato il modello di comunicazione

Con Provvedimento 15 luglio 2021, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello da utilizzare per comunicare le spese sostenute per fruire del credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione di cui all’ art. 32, D.L. n. 73/2021, definendo anche i criteri e le modalità di applicazione dello stesso.L’art. 32 del predetto decreto, si ricorda, riconosce un credito d’imposta pari al 30% delle spese sostenute nei mesi di giugno, luglio e agosto 2021 per la sanificazione degli ambienti e degli strumenti utilizzati e per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale, ed altri dispositivi, al fine di garantire la salute dei lavoratori e degli utenti. Il Provvedimento, oltre ad approvare il modello per comunicare l’ammontare delle spese ammissibili, analizza: le modalità e termini per l’invio della stessa;l’ammontare del credito d’imposta e le modalità di fruizione dello stesso. La comunicazione delle spese ammissibili potrà essere effettuata dal 4 ottobre al 4 novembre 2021. Fonte SEAC spa

Al via tre nuovi servizi on-line sul sito dell’Agenzia delle Entrate

Con Comunicato Stampa 14 luglio 2021, l’Agenzia delle Entrate ha reso nota l’introduzione di tre nuovi servizi sul proprio sito: consegna documenti e istanze: permette all’utente di inviare alcune tipologie di documenti e istanze direttamente on-line, senza la necessità di recarsi fisicamente ai front-office;rilascio via web dei certificati di attribuzione di codice fiscale e partita IVA: l’utente può generare direttamente il certificato, scaricarlo ed eventualmente stamparlo, sia in formato originale che in copia conforme;successione web: consente di inviare via web la dichiarazione e la domanda di volture catastali. L’utente sarà guidato alla compilazione corretta dei campi mediante segnalazione in tempo reale degli eventuali errori. Per usufruire di tali servizi non è necessario installare alcun software, bensì sarà […]

Restituzione somme assoggettate a tassazione in anni precedenti: Circolare

Con Circolare 14 luglio 2021, n. 8, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’ambito applicativo delle recenti disposizioni in tema di restituzione al sostituto di somme indebitamente percepite ed assoggettate a tassazione in anni precedenti. Al fine di limitare l’insorgere di contenziosi tra datori di lavoro e dipendenti tenuti alla restituzione delle somme indebitamente percepite, l’art. 150 del cd “Decreto Rilancio” ha introdotto, all’art. 10 del TUIR, il comma 2-bis con il quale è stata introdotta la modalità di restituzione “al netto”in aggiunta a quella “al lordo” della ritenuta prevista all’art. 10, lettera d-bis.In particolare il documento di prassi affronta le seguenti problematiche: somme restituite al soggetto erogatore al lordo delle ritenute subite al momento della percezione;restituzione al soggetto erogatore al netto della ritenuta subita al momento […]

Modifiche al Decreto MEF per la riscossione IVA dei soggetti aderenti ai regimi OSS e IOSS

Con Decreto 12 luglio 2021, n. 34847, il MEF ha modificato il precedente Decreto del Ministero dell’economia e delle finanze 20 aprile 2015, al fine di disciplinare la riscossione dell’IVA versata dai soggetti passivi aderenti ai regimi speciali OSS e IOSS, introdotti dalle direttive UE n. 2017/2455 e n. 2019/1995 e recepiti dal D.Lgs. n. 83/2021. Come precisato nella relazione illustrativa al Decreto, al fine di evitare che i soggetti passivi che prestano servizi che non siano di telecomunicazione, teleradiodiffusione o elettronici a persone che non siano soggetti passivi debbano essere identificati ai fini IVA in ogni Stato membro in cui l’imposta è dovuta, è stato esteso a tali soggetti il regime speciale MOSS, il quale è diventato, con le modifiche intervenute, regime OSS. Questi soggetti possono identificarsi in un solo Stato membro e dichiarare l’IVA in detto Stato. […]

Codice tributo per le agevolazioni ZFU sisma 2016: Risoluzione

Con Risoluzione 13 luglio 2021, n. 47, l’Agenzia delle Entrate, per consentire ad imprese e professionisti localizzati nella zona franca urbana istituita nei comuni delle regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpiti dagli eventi sismici del 2016, di continuare a beneficare delle agevolazioni previste dall’articolo 46, D.L. n. 50/2017 come modificato dall’articolo 57, comma 6, D.L. n. 104/2020 ha istituito il seguente codice tributo: “Z164” – denominato “ZFU CENTRO ITALIA – Agevolazioni alle imprese e ai titolari di reddito da lavoro autonomo per riduzione versamenti – art. 57, comma 6, del decreto-legge 104/2020”. L’Agenzia al riguardo ricorda che  l’art. 57, comma 6, D.L. n. 104/2020: ha disposto la proroga per gli anni 2021 e 2022 del periodo di fruizione delle agevolazioni già […]