Tag Archivi: decreto MISE

Contributo a fondo perduto per la ristorazione collettiva: Decreto MISE

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 22 febbraio 2022, n. 44, il Decreto MISE 23 dicembre 2021 che, in attuazione a quanto previsto dall’art. 43-bis, D.L. n. 73/2021, c.d. “Decreto Sostegni-bis”, definisce i criteri e le modalità per l’erogazione dei contributi a fondo perduto a favore delle imprese operanti nel settori della ristorazione collettiva. In particolare possono beneficiare di tali contributi gli operatori della ristorazione collettiva che: nel 2020 abbiano subìto una riduzione del fatturato non inferiore al 15% rispetto all’anno precedente la cui attività sia compresa nei codici Ateco “56.29.10, Mense” o “56.29.20, Catering continuativo su base contrattuale”;risultano regolarmente costituiti, iscritti e attivi nel Registro delle imprese e che hanno sede legale o operativa in Italia;presentano un ammontare dei ricavi del 2019 costituito per almeno il 50% dai corrispettivi deicontratti […]

Contributo a fondo perduto per le imprese del wedding: Decreto MISE

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 19 febbraio 2022, n. 42, il Decreto MISE 30 dicembre 2021 che, in attuazione a quanto previsto dall’art. 1-ter, D.L. n. 73/2021, c.d. “Decreto Sostegni-bis”, stabilisce i criteri e le modalità per l’erogazione dei contributi a fondo perduto, a favore delle imprese operanti nel settori del wedding, dell’intrattenimento, organizzazione di feste e cerimonie, e del settore hotellerie-restaurant-catering (c.d. Horeca). In particolare possono beneficiare di tali contributi le imprese, con sede legale od operativa in Italia, che nel 2020 hanno:      subìto una riduzione del fatturato non inferiore al 30% rispetto all’anno precedente.registrato un peggioramento del risultato economico d’esercizio in misura pari o superiore ad una percentuale definita con decreto del MEF. Le istanze per l’accesso al contributo dovranno […]

Decreto MISE: nuovo contributo a fondo perduto per l’intrattenimento digitale

Secondo quanto previsto dal Decreto Direttoriale 21 maggio 2021 del MISE, dalle ore 12.00 del 30 giugno 2021 le imprese, con sede operativa in Italia, operanti nel settore dell’intrattenimento digitale, potranno richiedere contributi a fondo perduto per lo sviluppo di prototipi di videogiochi destinati alla commercializzazione.Al fine di incentivare la produzione italiana di prodotti di intrattenimento digitale è, pertanto, istituito presso il MISE un fondo dedicato denominato First Playable Fund, con una dotazione finanziaria iniziale di 4 milioni.Le agevolazioni sono concesse nella misura del 50% delle spese e dei costi ammissibili sostenuti per la realizzazione del progetto.Le domande andranno compilate esclusivamente in formato elettronico attraverso la piattaforma informatica dedicata con accesso tramite SPID. Fonte SEAC spa

Diritto annuale 2021: il MISE definisce gli importi da corrispondere

Con Nota 22 dicembre 2020, n. 286980, il Ministero dello sviluppo economico ha definito gli importi del diritto annuale camerale per il 2021 ridotti del 50%, ai sensi dell’art. 28, comma 1, D.L. n. 90/2014. In particolare, le misure fisse del diritto annuale dovuto per il 2021 sono così definite a seconda che si tratti di: imprese che pagano in misura fissa:imprese individuali iscritte o annotate nella sezione speciale (piccoli imprenditori, artigiani, coltivatori diretti e imprenditori agricoli): euro 44,00;imprese individuali iscritte nella sezione ordinaria: euro 100,00;imprese che in via transitoria pagano in misura fissa:società semplici non agricole: euro 100,00;società semplici agricole: euro 50,00;società tra avvocati previste dal D.Lgs. n. 96/2001: euro 100,00;soggetti iscritti al REA: euro 15,00;imprese […]

Individuata con Decreto MISE la tariffa incentivante per impianti energetici di autoconsumo e comunità energetiche rinnovabili

È stato pubblicato nella G.U. 16 novembre 2020, n. 285, il Decreto MISE 16 settembre 2020 con il quale è stata individuata la tariffa incentivante per la remunerazione degli impianti a fonti rinnovabili inseriti nelle configurazioni per l’autoconsumo collettivo e nelle comunità energetiche rinnovabili, in attuazione dell’articolo 42-bis, comma 9, D.L. n. 162/2019 e dell’art. 119, comma 7, D.L. n. 34/2020. Il Decreto individua, infatti, i limiti e le modalità relativi all’utilizzo e alla valorizzazione dell’energia condivisa prodotta da impianti fotovoltaici che accedono al Superbonus 110%. La tariffa premio individuata dal Decreto è pari a: 100 €/MWh per impianti di produzione facenti parte di una configurazione di autoconsumo collettivo;110 €/MWh per impianti facenti parte di una comunità energetica rinnovabile. La tariffa incentivante, erogata dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE), […]