News

Bonus pubblicità: posticipato il periodo per l’invio delle dichiarazioni sostitutive

Con Comunicato 22 dicembre 2021, il Dipartimento per l’informazione e l’editoria ha reso nota la modifica dei termini di presentazione della dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti pubblicitari, realizzati nel corso del 2021, per accedere al “Bonus pubblicità“.Si prevede, in particolare, che: la dichiarazione deve essere inoltrata dal 10 gennaio al 10 febbraio 2022, e non più dal 1° al 31 gennaio 2022;resta invariata la modalità per la presentazione del modello di dichiarazione sostitutiva telematica, che deve essere quindi inviato tramite il canale telematico disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nella sezione dell’area riservata “Servizi per” alla voce “Comunicare”, accessibile con Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o Carta d’Identità Elettronica (CIE). Fonte SEAC spa

Schema di provvedimento memorizzazione e-fatture: parere Garante privacy

Il Garante privacy ha espresso parere favorevole sullo schema di Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate disciplinante le modalità con cui l’Amministrazione finanziaria intende memorizzare e rendere disponibili, al proprio personale e alla Guardia di Finanza, i file in formato xml delle fatture elettroniche e i dati in essi contenuti.Il Garante ha, tuttavia, chiesto all’Agenzia delle Entrate di adottare ulteriori misure a tutela della privacy dei consumatori ai fini del rispetto dei requisiti imposti dal GDPR e dalla normativa nazionale sulla protezione dei dati. Fonte SEAC spa

Chiarimenti relativi alle Società Controllate Estere: Circolare e Provvedimento

Con Circolare 27 dicembre 2021, n. 18, l’Agenzia delle Entrate ha fornito importanti chiarimenti in merito alla disciplina relativa alle Società controllate estere (c.d. “CFC”) a seguito delle modifiche apportate dal D.Lgs. n. 142/2018, c.d. “Decreto ATAD”. In particolare, l’Agenzia ha precisato: i requisiti soggettivi e oggettivi di applicazione;le modalità di determinazione del livello impositivo estero per il confronto con quello italiano;le circostanze di disapplicazione della disciplina “CFC”;la determinazione / tassazione del reddito del controllato;l’applicazione della disciplina in esame nell’ambito delle operazioni straordinarie. Inoltre, con Provvedimento 27 dicembre 2021, n. 376652, la stessa Agenzia ha illustrato i nuovi criteri relativi alla verifica della congruità della tassazione effettiva estera rispetto a quella virtuale domestica.Va evidenziato che tale Provvedimento aggiorna le indicazioni previste dal precedente Provvedimento 16 settembre […]

Modifiche alla trasmissione telematica dei dati delle operazioni transfrontaliere

Con Provvedimento 23 dicembre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha apportato alcune modifiche al Provvedimento 30 aprile 2018, limitatamente alla parte dedicata alla “Trasmissione telematica dei dati delle operazioni transfrontaliere“, a seguito della proroga dell’abolizione dell’esterometro, da parte del D.L. n. 146/2021, dal 1° gennaio 2022 al 1° luglio 2022.In particolare, si prevede che: con riferimento alle operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi effettuate e ricevute, dal 1° luglio 2022, verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato, gli operatori IVA residenti trasmettono i dati all’Agenzia delle Entrate secondo il formato previsto per la fatturazione elettronica e inviano i file allo SdI. Tale comunicazione è facoltativa per tutte le operazioni per le quali è stata emessa una bolletta doganale e […]

Diritto annuale 2022: il MISE definisce gli importi da corrispondere

Con Nota 22 dicembre 2021, n. 429691, il Ministero dello sviluppo economico ha definito gli importi del diritto annuale camerale per il 2022 ridotti del 50%, ai sensi dell’art. 28, comma 1, D.L. n. 90/2014.In particolare, le misure fisse del diritto annuale dovuto per il 2022 sono così definite a seconda che si tratti di: imprese che pagano in misura fissa:imprese individuali iscritte o annotate nella sezione speciale (piccoli imprenditori, artigiani, coltivatori diretti e imprenditori agricoli): euro 44,00;imprese individuali iscritte nella sezione ordinaria: euro 100,00;imprese che in via transitoria pagano in misura fissa:società semplici non agricole: euro 100,00;società semplici agricole: euro 50,00;società tra avvocati previste dal D.Lgs. n. 96/2001: euro 100,00;soggetti iscritti al REA: euro 15,00.imprese con sede principale all’estero: euro 55,00. Fonte SEAC […]

Rimborso del credito IVA in caso di esercizio di più attività: Interpello

Con Risposta ad Interpello 23 dicembre 2021, n. 861, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla possibilità di chiedere il rimborso del credito IVA, ex art. 30, comma 2, D.P.R. n. 633/1972, in caso di società che svolge più attività gestite con contabilità separata (attività di coltivazione agricola associata all’allevamento di animali in regime speciale IVA dell’agricoltura e  realizzazione di un impianto di biogas per lo svolgimento dell’attività secondaria di produzione di energia elettrica in regime ordinario IVA) .L’Agenzia ha precisato che, nel caso di specie, per accedere al rimborso del credito IVA è necessario che, nell’ambito dell’attività prevalentemente esercitata, l’aliquota media su gli acquisti e le importazioni sia superiore a quella mediamente applicata su tutte le operazioni effettuate, maggiorata del 10%.Inoltre, per […]

Pubblicate le bozze del modello 730 e della dichiarazione annuale IVA

Con Comunicato stampa 23 dicembre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha reso nota la pubblicazione delle bozze dei modelli 2022 delle dichiarazioni 730 e dichiarazione annuale IVA, con le relative istruzioni.Relativamente al modello 730/2022, si segnalano le seguenti novità: l’introduzione del “bonus musica”, vale a dire la detrazione relativa all’iscrizione e all’abbonamento di bambini e ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni a scuole di musica, conservatori e cori, bande e scuole di musica riconosciute, che spetta per un importo fino a 1.000 euro, qualora il reddito complessivo non superi i 36.000 euro;la possibilità di beneficiare del Superbonus per l’abbattimento delle barriere architettoniche, con l’aliquota maggiorata del 110% (intervento trainato);l’introduzione di […]

IVA al 4% per contratti di abbonamento a banche dati on line

Con Risposta 22 dicembre 2021, n. 850, l’Agenzia delle Entrate ha ribadito che l’aliquota IVA agevolata del 4%, di cui al n. 18), Tabella A, parte II, D.P.R. n. 633/72, già prevista per la fornitura, in formato cartaceo, di giornali e notiziari quotidiani, dispacci delle agenzie di stampa, libri (compresi gli e-book) e periodici, è applicabile anche alla fornitura degli stessi prodotti editoriali in formato digitale, nonché ai contratti di abbonamento a banche dati online. In particolare la stessa Agenzia ha individuato le condizioni necessarie per l’applicazione dell’aliquota IVA agevolata, ossia:    la ragione economica della conclusione del contratto di abbonamento deve essere quella di consentire all’abbonato di acquisire il contenuto digitalizzato di libri e altre pubblicazioni;tali testi e pubblicazioni […]

Credito d’imposta investimenti in beni strumentali nuovi e beni gratuitamente devolvibili: Interpello

Con Risposta ad Interpello 22 dicembre 2021, n. 848, l’Agenzia delle Entrate ha fornito in chiarimenti in merito alla possibilità beneficiare del credito imposta per investimenti in beni strumentali nuovi (art. 1, commi 184-197, L. n. 160/2019 e art. 1, commi 1051-1063, L. n. 178/2020) per i beni gratuitamente devolvibili delle imprese operanti in concessione.L’Agenzia ha precisato che i beni rientranti nel perimetro della concessione sono esclusi dall’ambito di applicazione dell’agevolazione; diversamente, i beni non rientranti nel perimetro concessorio e per i quali non sussiste l’obbligo di devoluzione finale all’ente o al concedente, possono beneficare del credito d’imposta. Fonte SEAC spa

Non detraibili le spese sostenute presso un’associazione per acquisire crediti formativi

Con Risposta ad Interpello 21 dicembre 2021, n. 840, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla detraibilità delle spese sostenute presso un’Associazione accreditata MIUR, che fa da tramite con l’Università che eroga i corsi di studio, per l’acquisizione di crediti formativi universitari o accademici (CFU/CFA). Richiamando quanto chiarito nella Circolare n. 7/2021, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che: sono detraibili, ai sensi della lettera e), comma 1, art. 15, TUIR, le spese per la frequenza di corsi di formazione universitari o accademici per il conseguimento dei CFU/CFA per l’accesso al ruolo di docente, così come previsti dal D.Lgs. n. 59/2017;non sono detraibili le spese sostenute presso un’associazione che, come nel caso di specie, ha un mero ruolo di coordinamento e di supporto per la partecipazione […]