News

Nuova Irpef ed esclusioni Irap: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Con Circolare 18 febbraio 2022, n. 4, l’Agenzia delle Entrate, a seguito delle novità apportate dall’art. 1, commi da 2 a 8, L. n. 234/2021, c.d. “Legge di Bilancio 2022”, ha fornito chiarimenti in merito all’applicazione della c.d. “nuova Irpef” e sull’esclusione dall’Irap per le persone fisiche che esercitano un’attività commerciale, arti o professioni. In particolare, la Circolare in esame: ha fornito indicazioni relativamente agli adempimenti Irpef a carico dei sostituti d’imposta e dei contribuenti (ad esempio, la possibilità di applicare le novità normative a partire da aprile 2022, con conguaglio per i primi tre mesi, in caso di impossibilità nell’adeguamento tempestivo dei software per l’elaborazione delle buste paga);ha precisato che non sono invece soggette ad Irap l’impresa familiare […]

Aumentato a € 2.000 il limite per i trasferimenti di denaro contante nel 2022

Secondo quanto previsto dall’articolo 49, D.Lgs. n. 231/2007, a partire dal 1° gennaio 2022 la soglia per i trasferimenti di denaro contante tra persone fisiche o giuridiche è stata ridotta da € 2.000 a € 1.000.Tra le novità contenute nella Legge di conversione del D.L. n. 228/2021,c.d.”Decreto Milleproroghe“, si segnala il differimento al 1° gennaio 2023 della riduzione del predetto limite di € 1.000, ripristinando per il 2022 la soglia pari ad € 2.000.La limitazione riguarda “complessivamente” il valore oggetto di trasferimento e si applica anche alle c.d. “operazioni frazionate”, ossia ai pagamenti inferiori al limite che appaiono artificiosamente frazionati, quale e sia la causa / titolo. Fonte SEAC spa

Fatture soggettivamente false: l’assenza della sede operativa non prova la conoscenza del fine evasivo

Con Ordinanza 16 febbraio 2022, n. 5059, la Corte di Cassazione ha affermato che l’assenza di sede operativa del fornitore, adeguata allo svolgimento dell’attività svolta, nonché la mancata tenuta della contabilità, sono circostanze di per sé inidonee a costituire prova presuntiva della consapevolezza, da parte del cliente, che le operazioni si inseriscano in un evasione dell’imposta.In particolare i giudici della Suprema Corte hanno ribadito il principio, più volte enunciato in passato, secondo il quale, nel caso in cui la contestazione attenga a fatture emesse per operazioni soggettivamente inesistenti, sia onere dell’Amministrazione finanziaria dimostrare, anche in via presuntiva, in base ad elementi oggettivi e specifici, che il destinatario sia consapevole che l’operazione si inserisca in un contesto evasivo, usando l’ordinaria diligenza in ragione della qualità professionale ricoperta.A […]

Sospensione ammortamenti 2021: possibile modifica della disposizione

Con l’articolo 60, commi da 7-bis a 7-quinquies, D.L. n. 104/2020, c.d. “Decreto Agosto”, il Legislatore aveva previsto, con l’intento di non “aggravare” il bilancio d’esercizio 2020 degli effetti economici derivanti dalla pandemia, la possibilità di “sospendere” (in tutto o in parte) l’imputazione contabile degli ammortamenti 2020 delle immobilizzazioni materiali e immateriali. L’articolo 1, comma 711, Legge di Bilancio 2022 ha previsto, attraverso la sostituzione dell’ultimo periodo dell’articolo 60, comma 7-bis, la facoltà di sospensione degli ammortamenti relativi al 2021 solo però per i soggetti che nel 2020 avevano optato per la sospensione del 100% della quota di ammortamento delle immobilizzazioni materiali e immateriali. Fra le novità contenute nella Legge di conversione del Decreto Milleproroghe (Decreto Legge n. 228/2021), si segnala il correttivo introdotto […]

Maggiorazione diritti di segreteria per il deposito del bilancio: Decreto

Con Decreto Interministeriale 27 gennaio 2022, il MISE di concerto con il MEF, al fine di finanziare per il 2022l’OIC, ha definito la misura della maggiorazione per l’anno 2022 dei diritti di segreteria dovuti alle Camere di commercio per il deposito dei bilanci presso il Registro delle imprese.In particolare, detta maggiorazione è fissata nella misura di euro 2,00. Conseguentemente, i diritti di segreteria ammontano a:  euro 92,00, per il deposito del bilancio su supporto informatico digitale;euro 62,00, per il deposito del bilancio con modalità telematica. Fonte SEAC spa

La dichiarazione incompleta non integra il reato di omessa dichiarazione: Cassazione

Con Sentenza 14 febbraio 2022, n. 5141, la Corte di Cassazione ha previsto che la dichiarazione “in bianco”, vale a dire incompleta in quanto non compilata in uno o più quadri, non configura il reato di “omessa dichiarazione” (ex art. 5, D.Lgs. n. 74/2000), bensì quello di “dichiarazione infedele” (ex art. 4, D.Lgs. n. 74/2000).Nella fattispecie, la Suprema Corte ha assolto dal reato di omessa dichiarazione il contribuente il quale, nei termini di legge, aveva trasmesso la dichiarazione dei redditi “sostanzialmente in bianco”, non avendo compilato il quadro RS del Modello.In particolare la Corte di Cassazione evidenzia come il reato di omessa dichiarazione si configuri solo nelle radicali ipotesi in cui: il contribuente non trasmetta agli uffici competenti […]

Non residenti diversi dalle persone fisiche: abilitazione al servizio telematico

Con Risposta ad Interpello 16 febbraio 2022, n. 84, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alle modalità per ottenere l’abilitazione al servizio telematico da parte di un soggetto non residente diverso dalla persona fisica. L’Amministrazione finanziaria chiarisce innanzitutto, che per l’utilizzo dei servizi telematici  è necessario chiedere il preventivo rilascio delle credenziali con abilitazione al portale Fisconline, tuttavia questa procedura non può essere esperita da soggetti non residenti diversi dalle persone fisiche.Per questi ultimi, precisa l’Agenzia, che va fatta apposita richiesta adottando una delle modalità di seguito specificate: presentazione diretta: il rappresentante legale deve inviare la domanda sottoscritta con firma digitale, con allegato il modulo per la comunicazione del gestore incaricato, reperibile sul sito: https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/strumenti/modelli. La domanda deve essere trasmessa, a mezzo pec, all’indirizzo agenziaentratepec@pce.agenziaentrate.it, riportando in oggetto la dicitura “Divisione Servizi […]

Riduzione del capitale per perdite: possibile proroga della disposizione

L’art. 6, comma 1, D.L. n. 23/2020, dispone che per le perdite emerse nell’esercizio in corso alla data del 31 dicembre 2020 non trovano applicazione le disposizioni del Codice civile relative: alla riduzione del capitale per perdite e alla riduzione del capitale sotto il minimo legale;allo scioglimento della società per riduzione o perdita del capitale sociale. Le perdite sterilizzate nel 2020 dovranno essere comunque ripianate entro il 2025. Fra le novità contenute nella Legge di conversione del Decreto Milleproroghe (Decreto Legge n. 228/2021) si segnala la possibilità della sospensione delle perdite relative anche al 2021 e conseguente ripianamento delle stesse entro il 2026. Fonte SEAC spa

Patent box approvato il Provvedimento attuativo

Con Provvedimento 15 febbraio 2022 l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità attuative del nuovo Patent box introdotto dall’articolo 6, Decreto Legge 21 ottobre 2021, n. 146 e successivamente modificato dalla Legge di Bilancio 2022.In particolare il documento in oggetto affronta le seguenti problematiche: soggetti che possono esercitare l’opzione;modalità di esercizio dell’opzione;definizione di bene immateriale agevolabile;definizione di attività rilevanti ai fini dell’agevolazione. Fonte SEAC spa

Riduzione forfetaria del tasso di cambio per residenti a Campione d’Italia: Provvedimento

Con Provvedimento 15 febbraio 2022, l’Agenzia delle Entrate, ai sensi dell’art. 188-bis, TUIR, ha stabilito, per il periodo d’imposta 2021, la riduzione forfetaria del cambio per i residenti nel Comune di Campione d’Italia. In particolare, la percentuale di riduzione applicabile ai redditi: diversi da quelli di impresa, delle persone fisiche iscritte nei registri anagrafici del comune di Campione d’Italia;di lavoro autonomo di professionisti e con studi nel comune di Campione d’Italia;di impresa realizzati dalle imprese individuali, dalle società di persone e da società e enti iscritti alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura (CCIAA) di Como e aventi sede sociale operativa (o un’unità locale) nel Comune di Campione d’Italia, prodotti in franchi svizzeri nel territorio dello stesso comune, e/o in Svizzera, è […]