Categoria Archivi: News Covid-19

Proroga esenzione dazi doganali e IVA all’importazione

La Commissione Europea, con Decisione n. 660/2021, ha prorogato al 31 dicembre 2021 l’esenzione dai dazi doganali e dall’IVA per l’importazione delle merci necessarie a contrastare la diffusione degli effetti della pandemia da Covid-19.La Circolare 28 aprile 2021, n. 15 dell’Agenzia delle Dogane, in commento alla decisione della Commissione, precisa che restano immutati i presupposti per usufruire della proroga, sia per quanto concerne i soggetti ammessi al beneficio, sia con riguardo alle finalità delle merci importate.Inoltre, la data per la fornitura delle rendicontazioni obbligatorie da parte degli Stati membri è stata posticipata al 30 aprile 2022. Fonte SEAC spa

Proroga del termine di pagamento IRAP: Comunicato Stampa

Con Comunicato stampa 30 aprile 2021, n. 87, il MEF rende noto che è in corso di emanazione una disposizione che proroga dal 30 aprile al 30 settembre 2021 il termine per il pagamento dell’IRAP, senza sanzioni ed interessi; si ritiene che la disposizione riguardi l’acconto IRAP 2020 non ancora versato a causa dell’errata applicazione delle previsioni di esonero di cui all’art. 24, D.L. n. 34/2020, in relazione alle misure adottate a sostegno dell’economia a seguito dell’emergenza COVID-19.Sarebbero escluse dal rinvio le imprese che hanno superato il tetto di aiuti di Stato concesso dal Temporary framework. Fonte SEAC spa

Strumentazione medico-diagnostica per Covid-19 e IVA applicabile: Interpello

Con Risposte ad Interpello 19 aprile 2021, n. 267 e n. 268, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicabilità del regime di esenzione IVA agli strumenti medico-diagnostici per Covid-19, come previsto dalla Legge di Bilancio 2021.L’Agenzia delle Entrate ha precisato che ai dispositivi medico-diagnostici in vitro per Covid-19, identificati dai codici Taric indicati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, si applica il regime di esenzione IVA con diritto alla detrazione d’imposta fino al 31 dicembre 2022.Invece, in caso di cessione di tamponi asta con punta di nylon, per effettuare il prelievo naso-faringeo per accertamento di presunto Covid-19, da processare successivamente con tecnologia molecolare antigenica, è necessario procedere preliminarmente alla classificazione merceologica tramite […]

Proroga termini agevolazione prima casa: Interpello

Con Risposta ad Interpello 9 aprile 2021, n. 235, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti relativamente alla sospensione dei termini per l’agevolazione prima casa introdotta a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 e prorogata dal cd. Decreto Milleproroghe al 31 dicembre 2021. In particolare, secondo l’Agenzia delle Entrate al termine triennale per l’ultimazione dei lavori e per la destinazione ad abitazione principale dell’immobile acquistato e da ristrutturare non è applicabile la sopra citata sospensione dei termini: tale fattispecie non è infatti riconducibile a quelle specificatamente elencate dall’art. 24, D.L. n. 23/2020. fonte SEAC spa

Erogazione indennità prevista dal Decreto Sostegno: Messaggio INPS

L’INPS, con Messaggio 8 aprile 2021, n. 1452, ha comunicato che sono state liquidate le indennità di importo pari a € 2.400, introdotte dall’art. 10, comma 1, D.L. n. 41/2020 (cd. decreto Sostegno) a favore dei soggetti già beneficiari degli indennizzi di cui agli articoli 15 e 15-bis, D.L. n. 137/2020. Tra le categorie di lavoratori a cui verrà riconosciuto il beneficio si segnalano i: lavoratori autonomi occasionali;lavoratori incaricati alle vendite a domicilio. fonte SEAC spa

Accertamento firmato da un funzionario delegato: Ordinanza

Con Ordinanza 7 aprile 2021 n. 9298, la Corte di Cassazione ha stabilito che è da considerarsi valido l’accertamento firmato da un funzionario delegato, diverso da quello istituzionalmente competente, anche nel caso in cui nella delega non vengano indicate le cause che ne hanno resa necessaria l’adozione, il termine di validità e il nominativo del soggetto delegato. La Suprema Corte, richiamando un recente orientamento giurisprudenziale, ha ribadito che la delega alla sottoscrizione dell’avviso di accertamento ha natura di delega di firma – e non di funzioni – poiché realizza un mero decentramento burocratico senza rilevanza esterna, restando l’atto firmato dal delegato imputabile all’organo delegante, con la conseguenza che, nell’ambito dell’organizzazione interna dell’ufficio, l’attuazione di detta delega di firma può avvenire anche mediante ordini di […]

Accertamento con redditometro e beni d’impresa: Ordinanza

Con Ordinanza 6 aprile 2021 n. 9216, la Corte di Cassazione ha stabilito che è da considerarsi nullo l’accertamento sintetico da redditometro ex art. 38, commi 4 e 5, D.P.R. n. 600/1973, quando l’acquisto di auto di grossa cilindrata rientra nell’esercizio dell’impresa del contribuente. Nel caso di specie, la Suprema Corte ha stabilito che non si considerano sostenute dal contribuente le spese per i beni se gli stessi sono relativi esclusivamente ed effettivamente all’attività di impresa. Infatti, la natura esclusivamente strumentale all’attività di impresa degli acquisiti di beni, ove venga accertata, è circostanza ostativa alla qualificazione di tali acquisti quali elementi indicativi di capacità contributiva. fonte SEAC spa

Decreto Sostegni in Gazzetta Ufficiale

È stato pubblicato in G.U. Serie Generale 22 marzo 2021, n. 70, il D.L. 22 marzo 2021, n. 41, c.d. Decreto Sostegni, recante le misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza Covid-19. In particolare, il Decreto prevede: contributi a fondo perduto a favore dei soggetti titolari di partita IVA, residenti o stabiliti nel territorio dello Stato, che svolgono attività d’impresa, arte o professione o producono reddito agrario e che nel 2020 hanno perso almeno il 30% del fatturato medio mensile rispetto al 2019: i contributi sono pari a una percentuale (60%, 50%, 40%, 30%, 20%) del calo di fatturato medio mensile […]

Regime agevolato degli sportivi professionisti impatriati: D.P.C.M. in G.U.

È stato pubblicato in G.U. Serie Generale 17 marzo 2021, n. 66, il D.P.C.M. 26 gennaio 2021 recante i criteri e le modalità tecniche di versamento e di utilizzo del contributo per i lavoratori impatriati dello sport ex art. 16, comma 5-quinquies, D.Lgs. n. 147/2015. Gli sportivi professionisti che optano per il regime agevolato devono: versare il contributo, pari allo 0,5% della base imponibile, entro il termine di versamento del saldo dell’imposta sul reddito delle persone fisiche relativa al periodo d’imposta di riferimento, a pena di decadenza dal beneficio, e contestualmente comunicare al Dipartimento per lo sport, mediante modulo che verrà reso disponibile sul sito istituzionale (www.sport.governo.it) l’adesione al regime agevolato, la somma versata, i dati identificativi […]

Clausola di riduzione del canone di locazione per Covid-19 e cedolare secca

Con Risposta ad Interpello 9 marzo 2021, n. 165, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla compatibilità tra una clausola di riduzione del canone di locazione per l’emergenza da Covid-19 e il regime della cedolare secca. Nel caso di specie il locatore chiede se può mantenere i benefici fiscali previsti per la cedolare secca, di cui all’art. 3, comma 11, D.Lgs. n. 23/2011, su un contratto di locazione del proprio immobile per il quale il conduttore ha chiesto l’applicazione della riduzione del 10% del canone, ovvero una riduzione “eccezionale e temporanea” per emergenza da Covid-19, prevista da un Accordo territoriale delle locazioni abitative agevolate sottoscritto tra Comune e OO.SS. (art. 21). L’Agenzia delle Entrate […]