Tag Archivi: versamenti

Regolarizzazione versamenti IRAP: Decreto Milleproroghe

Nel D.D.L. di conversione del D.L. 30 dicembre 2021, n. 228 c.d. “Milleproroghe”, approvato alla Camera lo scorso 22 febbraio, è stato prorogato il termine entro il quale provvedere a regolarizzare, senza l’applicazione di sanzioni e interessi, i versamenti IRAP (saldo 2019 e primo acconto 2020) non versati e sospesi ai sensi del c.d. Decreto Rilancio.In particolare, l’art. 24, D.L. n. 34/2020 aveva disposto la cancellazione del saldo 2019 e del primo acconto 2020 a favore delle imprese e lavoratori autonomi con ricavi di cui all’art. 85, comma 1, lettere a) e b) TUIR e compensi di cui all’art. 54, TUIR, non superiori a 250 milioni di euro nel periodo d’imposta antecedente a quello di entrata in vigore del predetto Decreto (quindi […]

Proroga in arrivo per i versamenti di giugno per contribuenti con ISA e forfetari: Comunicato MEF

Con Comunicato Stampa 28 giugno 2021, n. 133, il MEF ha annunciato l’adozione di un D.P.C.M. che rinvia il termine di versamento del saldo 2020 e del primo acconto 2021 ai fini delle imposte sui redditi e dell’IVA, per i contribuenti soggetti all’applicazione degli ISA e per quelli con regime forfetari, al 20 luglio 2021 (senza applicazione di interessi). Tale proroga si è resa necessaria a seguito degli effetti economici negativi determinati dalla pandemia in corso. Si ricorda che il termine ordinario era fissato al 30 giugno 2021. Fonte SEAC spa

Ripresa versamenti sospesi iscritti IVS: ulteriori indicazioni INPS

Con Messaggio 9 novembre 2020, n. 4161, l’INPS ha fornito delle ulteriori indicazioni sulle modalità di versamento dei contributi sospesi per gli iscritti all’IVS causa emergenza covid. Riprendendo quanto già indicato nel Messaggio 20 luglio 2020, n. 2871, l’Istituto ha precisato che l’errata indicazione della codeline da utilizzare per il versamento, anche con riferimento ad uno solo degli elementi che vengono richiesti per la compilazione del modello F24, non ne consente l’acquisizione automatizzata e determina, quindi, un ritardo nell’accredito del versamento e nell’implementazione della posizione assicurativa. La codeline deve essere utilizzata anche per le rate successive alla prima, al fine di consentire il coretto abbinamento con l’istanza di dilazione della contribuzione sospesa. fonte SEAC spa