Tag Archivi: risoluzione

Istituiti i codici tributo per l’opzione “Rientro dei cervelli” 2022: Risoluzione

Con Risoluzione 31 maggio 2022, n. 24, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo necessari al versamento, mediante modello F24 ELIDE, degli importi per l’esercizio dell’opzione (c.d. “Rientro dei cervelli“) di cui all’art. 5, comma 5-ter, D.L. n. 34/2019.In particolare, i codici tributo da utilizzare da parte degli interessati sono i seguenti:  “1880” denominato “Docenti e ricercatori – importo dovuto (10 per cento) per l’esercizio dell’opzione di cui all’art. 5, co. 5-ter, lett. a), del DL n. 34 del 2019”;“1881” denominato “Docenti e ricercatori – importo dovuto (5 per cento) per l’esercizio dell’opzione di cui all’art. 5, co. 5-ter, lett. b), del DL n. 34 del 2019”.      Si rammenta che il predetto comma 5-ter è stato introdotto dalla Legge di Bilancio […]

Mancata comunicazione dei dati al Sistema TS: Risoluzione

Con Risoluzione 23 maggio 2022, n. 22, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alle violazioni degli obblighi di comunicazione al Sistema tessera sanitaria, ex art. 3, comma 5-bis, D.Lgs. 175/2014.In particolare, l’Agenzia ha chiarito che, tenendo conto delle modalità di trasmissione dei dati delle spese sanitarie contenute nei documenti fiscali, il termine “comunicazione” contenuto nella norma sanzionatoria si riferisce ad ogni singolo documento di spesa errato, omesso, o tardivamente inviato al Sistema TS.La sanzione di 100 euro si applica per ogni documento di spesa, senza possibilità di applicare il cumulo giuridico di cui all’art. 12, D.Lgs. n. 472/1997; tale sanzione è definibile mediante l’istituto del ravvedimento operoso di cui all’art. 13, D.Lgs. n. 472/1997, utilizzando il codice tributo 8912. Fonte SEAC […]

Nuova Classificazione Ateco 2007 aggiornamento 2022: Risoluzione

Con Risoluzione 4 maggio 2022, n. 20, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alle modalità di verifica del codice attività attualmente presente in Anagrafe Tributaria. In particolare, l’Agenzia ha precisato che i contribuenti possono verificare se il codice attività loro comunicato in precedenza sia variato, a seguito della pubblicazione della nuova Classificazione Ateco 2007 aggiornamento 2022 ad opera dell’ISTAT, accedendo alla propria area riservata del sito internet dell’Agenzia tramite:  SPID;Carta nazionale dei servizi (CNS);Carta di identità elettronica (CIE) Tale classificazione, in vigore dal 1° gennaio 2022, è stata recepita a livello amministrativo dal 1° aprile 2022 e pertanto l’Agenzia ha ad essa adeguato le funzioni di acquisizione dei modelli anagrafici.Ai sensi degli artt. 35 e 35-ter, D.P.R. n. 633/1972, l’adozione della nuova Classificazione Ateco 2007 non […]

Istituiti i codici tributo per i c.d. “bonus energetici”: Risoluzione

Con Risoluzione 14 aprile 2022, n. 18, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per l’utilizzo dei crediti d’imposta a favore delle imprese a parziale compensazione dei maggiori oneri effettivamente sostenuti per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale.In particolare, per consentire l’utilizzo in compensazione dei predetti crediti d’imposta, mediante modello F24, vanno utilizzati i seguenti codici tributo: “6961” denominato “credito d’imposta a favore delle imprese energivore (secondo trimestre 2022) – art. 4 del decreto-legge 1° marzo 2022, n. 17”;“6962” denominato “credito d’imposta a favore delle imprese a forte consumo gas naturale (secondo trimestre 2022) – art. 5 del decreto-legge 1° marzo 2022, n. 17”;“6963” denominato “credito d’imposta a favore delle imprese non energivore (secondo trimestre 2022) – art. 3 del decreto-legge 21 marzo 2022, n. 21”;“6964” denominato […]

Tenuta dei registri contabili in modalità elettronica: Risoluzione

Con Risoluzione 28 marzo 2022, n. 16, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alle disposizioni relative alla tenuta e conservazione della contabilità in forma meccanizzata, come previsto ai sensi dell’articolo 12-octies, D.L. n. 34/2019.In particolare, l’amministrazione finanziaria ribadisce la distinzione tra i concetti di tenuta e conservazione dei documenti fiscali che, pur essendo collegati, restano adempimenti distinti e in presenza di registri tenuti in formato elettronico: ai fini della loro regolarità, non hanno obbligo di essere stampati fino al terzo mese successivo al termine di presentazione della relativa dichiarazione dei redditi (sesto mese solo per il 2019), salvo richiesta  da parte degli organi di controllo in sede di accesso, ispezione o verifica; entro lo stesso termine devono essere conservati nel rispetto del D.M. 17 giugno 2014 e del codice  dell’amministrazione digitale […]

Istituito il codice tributo per il contributo “start-up”: Risoluzione

Con Risoluzione 20 dicembre 2021, n. 75, l’Agenzia delle Entrate ha istituito lo specifico codice tributo per poter utilizzare in compensazione il contributo a fondo perduto riconosciuto alle “start-up” dall’art. 1-ter, D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni”.Il codice tributo è il seguente:   “6956” denominato “Contributo a fondo perduto per le start-up – credito d’imposta da utilizzare in compensazione – art. 1- ter DL n. 41 del 2021”. Fonte SEAC spa

Soppressione codice tributo 6943: Risoluzione

Con Risoluzione 30 novembre 2021, n. 66, l’Agenzia delle Entrate ha reso nota la soppressione, a partire dal 1° dicembre 2021, del codice tributo 6943 per l’utilizzo in compensazione, tramite Modello F24, del credito d’imposta, in favore delle società, per il rafforzamento patrimoniale delle imprese di medie dimensioni ex art. 26, comma 8, D.L. n. 34/2020. Fonte SEAC spa

Istituzione codici tributo CFP emergenza Covid-19 : Risoluzione

Con Risoluzione 3 novembre 2021, n. 63, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del contributo a fondo perduto ex art. 1, comma 30-bis, D.L. n. 73/2021.I codici tributo sono i seguenti: “6948” denominato “Contributo a fondo perduto Decreto Sostegni-bis – credito d’imposta da utilizzare in compensazione – art. 1, c. 30-bis, lett. a), DL n. 73 del 2021”;“6949” denominato “Contributo a fondo perduto Decreto Sostegni-bis – credito d’imposta da utilizzare in compensazione – art. 1, c. 30-bis, lett. b), DL n. 73 del 2021”;“6950” denominato “Contributo a fondo perduto Decreto Sostegni-bis – credito d’imposta da utilizzare in compensazione – art. 1, c. 30-bis, lett. c), […]

Istituzione e ridenominazione codici tributo: Risoluzione

Con Risoluzione 27 ottobre 2021, n. 61, l’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite Mod. F24, del credito d’imposta, per l’acquisto di veicoli usati di categoria M1 di cui all’art. 73-quinquies, comma 2, lettera d), D.L. n. 73/2021.Inoltre, con il presente documento, l’Agenzia ridenomina il codice “6903” già operativo ed istituito con  Risoluzione n. 82/2019, per l’utilizzo in compensazione del credito d’imposta previsto dall’articolo 1, comma 1031, Legge 30 dicembre 2018, n. 145, in relazione all’acquisto di veicoli di categoria M1 nuovi di fabbrica.Il nuovo codice tributo ed il codice ridenominato sono i seguenti: “6928” denominato “ECO-BONUS VEICOLI CAT. M1 usati – Recupero del contributo statale sotto forma di credito d’imposta – art. […]

Codice identificativo “80”- “Accollante del debito di imposta” nel Mod. F24: Risoluzione

Con Risoluzione 6 ottobre 2021, n. 59, l’Agenzia delle Entrate ha reso nota l’attivazione del codice identificativo “80” denominato “Accollante del debito di imposta” da indicare nel modello di versamento F24, nel caso di accollo del debito d’imposta altrui.Tale codice va indicato nel campo “Codice identificativo” della sezione “Contribuente” del modello F24, unitamente al codice fiscale dell’accollante che deve essere riportato nel campo “Codice fiscale del coobbligato, erede, genitore, tutore o curatore fallimentare“.Le istruzioni della Risoluzione in esame si applicano a partire dal 12 ottobre 2021. Fonte SEAC spa