Tag Archivi: rimborso credito IVA

Rettifica richiesta di rimborso credito IVA: Interpello

Con Risposta ad Interpello 9 giugno 2022, n. 328, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla possibilità di rettificare l’originaria richiesta di rimborso del credito IVA mediante la presentazione della dichiarazione integrativa. In particolare l’Agenzia, richiamando la Risposta ad Interpello 30 luglio 2020, n. 231, ha chiarito che: è possibile rettificare l’originaria richiesta di rimborso del credito IVA, optando per la compensazione, purché il rimborso non sia già stato eseguito;la dichiarazione integrativa deve essere presentata entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione IVA ex art. 57, comma 1, D.P.R. n. 633/1972. In tali casi, il contribuente deve indicare il credito risultante dalla dichiarazione integrativa nella dichiarazione relativa al periodo d’imposta in […]

Rimborso del credito IVA in caso di esercizio di più attività: Interpello

Con Risposta ad Interpello 23 dicembre 2021, n. 861, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla possibilità di chiedere il rimborso del credito IVA, ex art. 30, comma 2, D.P.R. n. 633/1972, in caso di società che svolge più attività gestite con contabilità separata (attività di coltivazione agricola associata all’allevamento di animali in regime speciale IVA dell’agricoltura e  realizzazione di un impianto di biogas per lo svolgimento dell’attività secondaria di produzione di energia elettrica in regime ordinario IVA) .L’Agenzia ha precisato che, nel caso di specie, per accedere al rimborso del credito IVA è necessario che, nell’ambito dell’attività prevalentemente esercitata, l’aliquota media su gli acquisti e le importazioni sia superiore a quella mediamente applicata su tutte le operazioni effettuate, maggiorata del 10%.Inoltre, per […]

Soggetto UE non residente e rimborso credito IVA: Interpello

Con Risposta ad interpello 20 maggio 2021, n. 359, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il soggetto UE non residente, anche in caso di nomina di un rappresentante fiscale in Italia, qualora ne ricorrano le condizioni ed in assenza di cause ostative ex art. 38-bis2 D.P.R. n. 633/1972, può chiedere il rimborso IVA attraverso il portale elettronico.In particolare l’Agenzia ha precisato che è necessario che le fatture di acquisto, la cui IVA è chiesta a rimborso tramite l’utilizzo del portale elettronico: siano intestate alla partita IVA del soggetto non residente (con esclusione, quindi, delle fatture passive intestate alla partita IVA italiana);non vengano inserite nelle liquidazioni periodiche e nella dichiarazione annuale IVA presentata dal rappresentante fiscale. Infine l’Agenzia, superando la FAQ 12 luglio 2010 n. 40, chiarisce che, qualora il rappresentante […]