Tag Archivi: regime forfetario

Regime forfetario e cessione del credito: Interpello

Con Risposta ad Interpello 26 gennaio 2021, n. 917-93, l’Agenzia delle Entrate (DRE Puglia) ha fornito chiarimenti in merito alla scelta del regime contabile ai fini della fruibilità della cessione del credito (ex art. 121, D.L. n. 34/2020).Nel caso di specie, la contribuente ha rinunciato al regime naturale forfetario aderendo, invece, al regime di contabilità semplificata IRPEF al fine di beneficiare dell’agevolazione prevista per le spese di ristrutturazione edilizia ex art. 16-bis, TUIR. L’Istante chiede se sia possibile ritornare al regime forfetario e, successivamente, cedere il credito ad un intermediario finanziario in base a quanto disposto dal citato art. 121.L’Agenzia precisa che: l’introduzione del citato art. 121 non può essere considerato quale “esimente dall’applicazione dell’articolo 3 […]

Applicazione del regime forfetario: interpello

Con Risposta ad Interpello 16 aprile 2021, n. 257, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alle cause ostative all’applicazione del regime c.d. forfetario, disciplinato dall’art. 1, commi 54-89, L. n. 190/2014.Nel caso di specie, l’istante risiede all’estero, dove percepisce un compenso superiore ad € 30.000,00 all’anno come lavoratore dipendente e intende trasferire negli ultimi mesi del 2021 la residenza in Italia al fine di avviare un’attività di lavoro autonomo in regime forfetario, avendo come principali committenti società con sede all’estero. L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che non è possibile accedere al regime forfetario per l’anno di imposta 2021, dal momento che è necessario aver prodotto nel territorio dello Stato italiano redditi che costituiscono almeno il 75% del reddito complessivamente prodotto; inoltre […]

Regime forfetario per lavoratore che rientra dall’estero in Italia: Interpello

Con Risposta ad Interpello 3 febbraio 2021, n. 81, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti circa le cause ostative all’applicazione del regime forfetario ex art. 1, commi 54-89, Legge n. 190/2014. In particolare, nel presupposto che un lavoratore dipendente iscritto all’anagrafe italiana rientri in Italia, dopo aver lavorato all’estero, e sia poi ivi residente, ai fini fiscali si ritiene che lo stesso possa poi applicare il regime forfetario anche se svolge l’attività prevalentemente nei confronti dell’ex datore di lavoro (ferma restando la sussistenza degli ulteriori requisiti) in quanto non risulta integrata la causa ostativa di cui alla lettera d-bis), dell’art.1, comma 57, Legge n. 190/2014. fonte SEAC spa

Cause ostative al regime forfetario: Risposta ad Interpello

Con Risposta ad interpello 23 novembre 2020, n. 554, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sull’applicabilità della causa ostativa ex lettera d), comma 57, articolo 1, Legge n. 190/2014 secondo la quale non possono adottare il regime forfetario gli esercenti imprese, arti o professioni che controllano direttamente o indirettamente società a responsabilità limitata, le quali esercitano attività economiche direttamente o indirettamente riconducibili a quelle svolte dai soggetti. L’Agenzia ha precisato che nel caso di specie la causa ostativa non si applica, in quanto non comporta alcun controllo di diritto né influenza dominante sulla società la costituzione di una srl insieme ad altri quattro soggetti, tutti con quote al 20%, per l’esercizio in comune della programmazione e realizzazione […]