Tag Archivi: PNRR

PNRR – Deroghe, semplificazioni e controlli

La normativa speciale emanata per l’attuazione degli investimenti previsti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza dovrebbe consentire una più rapida, agevole e sollecita azione di avvio delle opere; e istituisce un sistema di controlli interni che coinvolge la struttura dell’ente ed i revisori.Proviamo a fare il punto. di Paolo Longoni, Pietro Paolo Mauro e Rosario Poliso – Sistema Enti Locali S.r.l. PNRR ed Enti Locali Gli enti locali sono fra i soggetti attuatori del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza; ad essi sono dedicati bandi che assegnano risorse per quasi cinquanta miliardi di euro, che dovranno essere perfezionati entro il 31.12.2023 e che dovranno vedere il completamento della spesa e la sua […]

PNRR, le criticità attuative per il sud

Uno degli obiettivi più ambiziosi e strategici per il piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) è la riduzione dei divari territoriali. In particolare, quelli tra il sud Italia – storicamente svantaggiato soprattutto a livello socio-economico – e il resto del paese. A tale scopo il governo ha stabilito – con il decreto Legge n. 77 del 31 maggio 2021 – che alle regioni del mezzogiorno sia destinato almeno il 40% di tutte le risorse allocabili, previste dal PNRR e dal fondo complementare (Pnc). I primi risultati evidenziano difficoltà amministrative e progettuali per gli enti del sud nella gestione di bandi e gare d’appalto. Sono gli stessi enti che hanno il triste […]

Pubblicato in G.U. il Decreto per l’attuazione del PNRR

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 6 novembre 2021, n. 265, il D.L. n. 152/2021, contenente disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e di resilienza (PNRR). In particolare, sono stati previsti: un credito d’imposta, fino all’80% (cumulabile a specifiche condizioni con un  contributo non superiore al 50%, fino ad un massimo di € 100.000) per le spese sostenute  fino al 31 dicembre 2024, per interventi di efficienza energetica, riqualificazione antisismica, eliminazione di barriere architettoniche, realizzazione di piscine termali, etc. posti in essere da imprese turistiche;un credito d’imposta nella misura del 50% fino all’importo massimo complessivo cumulato di € 25.000 delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2024 per la digitalizzazione di agenzie di viaggio e tour operator.  Fonte SEAC spa