Tag Archivi: messaggio INPS

Indennità Covid-19 e gestione del riesame delle domande respinte: Messaggio INPS

Con Messaggio 18 ottobre 2021, n. 3530, l’INPS fornisce le istruzioni per la gestione delle istruttorie relative al riesame delle domande inoltrate dai richiedenti l’indennità di cui all’art. 42, D.L. n. 73/2021, quali, in particolare, i lavoratori autonomi occasionali e quelli incaricati alle vendite a domicilio, e respinte per non aver superato i controlli inerenti all’accertamento dei requisiti normativamente previsti. L’Istituto precisa che il termine, da considerarsi non perentorio, per proporre il riesame è di 20 giorni, decorrenti dalla data di pubblicazione del messaggio o dalla data di comunicazione dell’esito di reiezione se successiva, per consentire all’istituto l’eventuale supplemento di istruttoria, trascorso il quale, qualora l’interessato non abbia prodotto utile documentazione la domanda deve intendersi respinta. Fonte SEAC spa

Avvisi bonari per iscritti IVS per rate maggio e agosto 2020: Messaggio INPS

Con Messaggio 13 ottobre 2021, n. 3467, l’INPS ha comunicato che sono in corso le elaborazioni per l’emissione degli avvisi bonari relative alle rate riguardanti la contribuzione fissa con scadenza maggio e agosto 2020 per i lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni degli Artigiani e Commercianti.L’INPS ricorda che in base a quanto previsto dall’art. 18, commi da 1 a 5, D.L. n. 23/2020, al ricorrere di determinate condizioni, era prevista la sospensione dei termini di versamento della rata in scadenza a maggio, previa presentazione di apposita istanza di sospensione all’Istituto. I numerosi versamenti effettuati con le causali AD-CD, in assenza di tale istanza, non sono stati accreditati sulla posizione del contribuente.I soggetti per i quali non risulta la presentazione dell’istanza di sospensione saranno destinatari dell’avviso bonario; affinché essi possano sanare la loro posizione è stata prevista […]

Differito a settembre il saldo 2020 e l’acconto 2021 dei contributi previdenziali: Messaggio INPS

Con Messaggio 27 luglio 2021, n. 2731, l’INPS ha comunicato che, sulla base del parere del Ministro del Lavoro e delle politiche sociali, la proroga dei versamenti derivanti dalle dichiarazioni dei redditi prevista dall’art. 9-ter, D.L. n. 73/2021 si estende anche ai contributi previdenziali INPS dovuti: dagli iscritti all’IVS;dai professionisti iscritti alla Gestione Separata INPS. Sono quindi differiti al 15 settembre 2021 (senza maggiorazione dello 0,40%), i versamenti delle somme dovute dai soggetti sopra indicati a titolo di saldo per l’anno d’imposta 2020 e di primo acconto 2021.L’Istituto ricorda che per gli iscritti all’IVS la prima rata dei contributi fissi relativa all’anno 2021, con scadenza originaria al 17 maggio 2021, è prorogata, come precisato dalla Circolare n. 85/2021, al 20 agosto 2021. Nel […]

Indennità Covid-19 e gestione del riesame delle domande respinte: Messaggio INPS

Con Messaggio 9 luglio 2021, n. 2564, l’INPS fornisce le istruzioni per la gestione delle istruttorie relative al riesame delle domande inoltrate dai richiedenti l’indennità di cui all’art. 10, D.L. n. 41/2021, quali, in particolare, i lavoratori autonomi occasionali e quelli incaricati alle vendite a domicilio, e respinte per non aver superato i controlli inerenti all’accertamento dei requisiti normativamente previsti. In particolare, in merito alla gestione delle richieste di riesame, il messaggio INPS chiarisce su: aspetti organizzativi; indirizzi amministrativi; indirizzi procedurali; finanziamento e monitoraggio.  Fonte SEAC spa

Differimento versamenti Inps: Messaggio

Con Messaggio 25 giugno 2021, n. 2418, l’INPS ha precisato che sono differiti fino a nuova comunicazione i termini di pagamento già scaduti o di imminente scadenza: del primo acconto sulla contribuzione calcolata sul reddito d’impresa a fini IRPEF per l’anno d’imposta 2021 da parte degli iscritti all’IVS, interessati dall’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a assistenziali (termine ordinario in scadenza il 30 giugno);del primo acconto dell’anno d’imposta 2021 dovuto dai lavoratori autonomi iscritti alla Gestione Separata INPS (termine ordinario in scadenza il 30 giugno);delle somme richieste con emissione 2021 per la prima rata per i contributi dovuti dai lavoratori autonomi in agricoltura (termine ordinario in scadenza il 16 luglio);per i lavoratori autonomi in agricoltura per il versamento delle somme richieste per la quarta rata […]

Domande indennizzo entro il 31 maggio: Messaggio INPS

Con Messaggio 25 maggio 2021, n. 2054, INPS ha fornito indicazioni operative circa l’indennizzo per la cessazione di attività commerciale ex art. 1, commi 283-284, Legge n. 145/2018 a seguito dell’approvazione della Legge di Bilancio 2021, la quale ha previsto uno stanziamento di risorse per il fondo in oggetto e l’innalzamento dell’aliquota contributiva per finanziarlo a decorrere dal 1° gennaio 2022.Alla luce della modifica normativa, al ricorrere dei prescritti requisiti e delle previste condizioni, le sedi potranno procedere alla liquidazione anche delle domande di indennizzo pervenute tra il 1° gennaio 2021 e il 31 maggio 2021, qualora si sia già provveduto alla liquidazione delle domande con data di presentazione antecedente.Con un successivo messaggio verranno fornite […]

Differimento rata con scadenza 17 maggio: Messaggio Inps

Con Messaggio 13 maggio 2021, n. 1911, l’Inps ha annunciato il differimento del pagamento della prima rata dei contributi richiesti con l’emissione 2021, dovuti dai soggetti iscritti alle gestioni autonome speciali dell’INPS degli artigiani e degli esercenti attività commerciali, con scadenza originaria 17 maggio 2021. Al fine di ridurre gli effetti negativi causati dall’emergenza epidemiologica da Covid-19, l’art. 1, commi 20-22-bis, Legge di Bilancio 2021 ha disposto per l’anno 2021 l’esonero parziale della contribuzione previdenziale e assistenziale dovuta dai lavoratori autonomi e dai liberi professionisti iscritti alle gestioni autonome speciali dell’INPS e alle casse previdenziali professionali autonome, che: abbiano registrato un reddito d’impresa 2019 inferiore a 50.000 euro; eabbiano registrato un calo del […]

Contribuzione 2021 per Artigiani e Commercianti: Messaggio INPS

Con Messaggio 10 maggio 2021, n. 1861 l’INPS, facendo seguito a quanto indicato nella Circolare n. 17/2021 in cui erano indicati gli importi dei contributi dovuti da artigiani ed esercenti attività commerciali per l’anno 2021, comunica che:  i dati di dettaglio della contribuzione dovuta alle relative scadenze previste dalla legge; i codici INPS utili per la compilazione dei modelli “F24”;i modelli “F24” precompilati; le informazioni sull’Associazione di categoria e relativi importi della quota dovuta;  sono disponibili al link istituzionale (www.inps.it) nel “Cassetto previdenziale per Artigiani e Commercianti” > Sezione “Posizione assicurativa” > “Dati del modello F24”. Fonte SEAC spa

Erogazione indennità prevista dal Decreto Sostegno: Messaggio INPS

L’INPS, con Messaggio 8 aprile 2021, n. 1452, ha comunicato che sono state liquidate le indennità di importo pari a € 2.400, introdotte dall’art. 10, comma 1, D.L. n. 41/2020 (cd. decreto Sostegno) a favore dei soggetti già beneficiari degli indennizzi di cui agli articoli 15 e 15-bis, D.L. n. 137/2020. Tra le categorie di lavoratori a cui verrà riconosciuto il beneficio si segnalano i: lavoratori autonomi occasionali;lavoratori incaricati alle vendite a domicilio. fonte SEAC spa

Esonero contributivo per lavoratori agricoli rate novembre e dicembre 2020: Messaggio INPS

Con Messaggio 13 gennaio 2021, n. 103, l’INPS ha fornito delle indicazioni in relazione alla sospensione del pagamento della rata del 16 gennaio 2021, prevista dall’art. 10, comma 6, D.L. n. 183/2020, per i lavoratori autonomi che accedono all’esonero contributivo per i mesi di novembre e dicembre, in base a quanto disposto dagli articoli 16 e 16-bis, D.L. n. 137/2020 (con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL). Come precisato nel documento, i soggetti beneficiari della sospensione, se in possesso dei requisiti, presenteranno l’istanza per l’esonero in oggetto, sospendendo, quindi, il pagamento della rata in scadenza il 16 gennaio 2021, in attesa di conoscere l’importo da versare comunicato dall’INPS. La sospensione è fissata dal legislatore non oltre […]