Tag Archivi: interpello

Rettifica richiesta di rimborso credito IVA: Interpello

Con Risposta ad Interpello 9 giugno 2022, n. 328, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla possibilità di rettificare l’originaria richiesta di rimborso del credito IVA mediante la presentazione della dichiarazione integrativa. In particolare l’Agenzia, richiamando la Risposta ad Interpello 30 luglio 2020, n. 231, ha chiarito che: è possibile rettificare l’originaria richiesta di rimborso del credito IVA, optando per la compensazione, purché il rimborso non sia già stato eseguito;la dichiarazione integrativa deve essere presentata entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione IVA ex art. 57, comma 1, D.P.R. n. 633/1972. In tali casi, il contribuente deve indicare il credito risultante dalla dichiarazione integrativa nella dichiarazione relativa al periodo d’imposta in […]

Maxi ammortamento: Interpello

Con Risposta ad Interpello 31 maggio 2022, n. 317, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla fruizione del c.d. “maxi ammortamento” di cui all’articolo 1, commi 91-94 e 97, Legge n. 208/2015, nell’ipotesi di eliminazione del bene agevolato dal processo produttivo.Nel caso di specie, il contribuente ha dismesso il bene al termine del contratto di noleggio e provveduto alla materiale distruzione del bene stesso, anticipatamente rispetto al periodo di fruizione previsto per dedurre extra contabilmente le quote relative al maxi ammortamento.A tal riguardo, l’amministrazione finanziaria precisa che il soggetto beneficiario non può continuare a fruire di eventuali quote residue non dedotte della maggiorazione relativa al maxi ammortamento, dopo la cessazione del rapporto contrattuale e l’eliminazione volontaria del bene dal processo produttivo. Fonte SEAC spa

IVA applicabile alle cessioni di veicoli per disabili: Interpello

Con Risposta ad Interpello 30 maggio 2022, n. 313, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’aliquota IVA applicabile alle cessioni di veicoli per disabili.In particolare, l’Amministrazione finanziaria ha chiarito che, ai sensi dell’art. 1, D.M. 16 maggio 1986, come da ultimo modificato dal Decreto MEF 13 gennaio 2022, ai fini dell’applicazione dell’aliquota IVA al 4%, è sufficiente presentare la patente di guida recante l’indicazione degli adattamenti al veicolo.Pertanto, i documenti che il soggetto disabile deve presentare per l’ottenimento dell’aliquota IVA ridotta sono: l’atto notorio o la dichiarazione di responsabilità attestante che nel quadriennio anteriore non si è fruito dell’agevolazione;copia semplice della patente posseduta, ove essa contenga l’indicazione di adattamenti, anche di serie, per il […]

Obblighi dichiarativi per l’ente non commerciale con partita IVA: Interpello

Con Risposta 27 maggio 2022, n. 312, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito agli obblighi dichiarativi ai fini delle imposte dirette per gli enti esenti da imposte. In particolare, l’Agenzia chiarisce che in caso di acquisizione di partita IVA l’attività posta in essere da un ente non commerciale assume i connotati dell’attività d’impresa laddove la stessa presenti i caratteri di abitualità, professionalità e sistematicità.Pertanto, l’ente deve: tenere le scritture contabili;adempiere ai conseguenti obblighi dichiarativi (anche in mancanza di reddito).  Nel caso di specie, il soggetto istante svolge attività di formazione come scuola straniera operante in Italia e si qualifica come ente senza fini di lucro non riconosciuto. Fonte SEAC spa

Soggetti obbligati alla presentazione della dichiarazione di successione: Interpello

Con Risposta 25 maggio 2022, n. 296, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito ai soggetti obbligati alla presentazione della dichiarazione di successione di cui all’art. 28, D.Lgs. n. 346/1990.In particolare l’Agenzia, richiamando quanto disposto dalla Corte di Cassazione nella sentenza 12 aprile 2022, n. 11832, ha precisato che sono tenuti alla presentazione della dichiarazione di successione i soggetti chiamati all’eredità, almeno fino al momento della loro rinuncia (ex art. 28, comma 5, TUS).Pertanto, i soggetti chiamati all’eredità (siano essi eredi testamentari o legittimi) sono obbligati a presentare la dichiarazione di successione,    ai fini dell’assolvimento dell’imposta di successione, ad esclusione dei casi di: rinuncia all’eredità;nomina di un curatore dell’eredità stessa.  Fonte SEAC spa

Credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali nuovi: Interpello

Con Risposta ad Interpello 18 maggio 2022, n. 270, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla necessità di apporre il riferimento alla normativa agevolativa sui verbali di collaudo/interconnessione e il documento di trasporto, al fine di fruire del credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali nuovi ai sensi dell’articolo 1, comma 1056, Legge n. 178/2020. A tal riguardo, l’amministrazione finanziaria precisa che: le fatture e gli altri documenti relativi all’acquisizione dei beni agevolati devono contenere l’espresso riferimento normativo alle disposizioni dei commi da 1054 a 1058- ter (articolo 1, comma 1062, Legge n. 178/2020); pertanto, anche per il documento di trasporto che certifica la consegna del bene sussiste il predetto obbligo;per il verbale di collaudo/interconnessione relativi univocamente ai beni oggetto dell’investimento, non è richiesto l’obbligo di riportare l’espresso riferimento normativo di cui al […]

IVA per le cessioni di lettiere composte da granuli e agglomerati di mais: Interpello

Con Risposta ad Interpello 17 maggio 2022, n. 268, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’aliquota IVA applicabile alle cessioni di lettiere per gatti composte da granuli e agglomerati di mais.L’Agenzia ha chiarito che, in tali casi, trova applicazione l’aliquota del 4%, ai sensi del n. 17, Tabella A, parte II, D.P.R. n. 633/1972, che prevede l’applicazione dell’aliquota agevolata per le cessioni di crusche, stacciature e altri residui della vagliatura, della molitura o di altre lavorazioni dei cereali e dei legumi. Fonte SEAC spa

Ritenuta sui compensi erogati a relatori esteri: Interpello

Con Risposta 17 maggio 2022, n. 266, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicazione della ritenuta di cui all’art. 25, comma 1, D.P.R. n. 600/1973 sui compensi corrisposti a relatori esteri che partecipano a convegni in videoconferenza.In particolare, la stessa Agenzia ravvisa in capo ai predetti relatori una prestazione professionale divulgativa a carattere scientifico, la quale delinea un’attività di lavoro autonomo prestata da soggetti non residenti.Ne consegue che, prescindendo dalla titolarità o meno di partita IVA, la ritenuta del 30% applicata dal sostituto sui compensi o corrispettivi erogati a relatori non residenti trova applicazione soltanto in riferimento a coloro che prestano la propria attività lavorativa sul territorio italiano.Inoltre, va evidenziato che il materiale connesso all’attività divulgativa (ad esempio, slides) non costituisce una divulgazione […]

Lenti a contatto correttive e aliquota IVA al 4%: Interpello

Con Risposta 13 maggio 2022, n. 264, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicazione dell’aliquota IVA ridotta (pari al 4%) alle lenti a contatto correttive.In particolare, l’Agenzia ha rammentato che, sulla base di quanto previsto dal n. 41-quater della Tabella A, parte II, allegata al D.P.R. n. 633/1972, sono soggette all’aliquota IVA a 4% le cessioni di protesi ed ausili inerenti a menomazioni funzionali permanenti.Pertanto, la predetta aliquota IVA agevolata va applicata anche a tutte le lenti a contatto correttive, poiché destinate a sopperire a menomazioni visive di carattere permanente. Fonte SEAC spa

Aliquota IVA cessioni lettiere composte da carta riciclata: Interpello

Con Risposta ad Interpello 13 maggio 2022, n. 263, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’aliquota IVA applicabile alle cessioni di lettiere per gatti e piccoli animali domestici composte da carta di scarto riciclata. L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che, per le cessioni di tali lettiere, composte da un pallet ottenuto dalla carta riciclata, trovi applicazione l’aliquota IVA ordinaria; il prodotto descritto dal contribuente, infatti, non rientra tra quelli elencati al n. 18), Parte II, Tabella A, D.P.R. n. 633/1972, che prevede l’applicazione dell’aliquota del 4% non per il bene carta in generale, ma solo per le cessioni di giornali e notiziari quotidiani, dispacci delle agenzie di stampa, libri, periodici. Fonte SEAC spa