Tag Archivi: imposta di registro

Cessione di quote societarie e imposta di registro – Due cessioni ad unico cessionario, due imposte

Con l’Ordinanza n. 21805 dell’11 luglio 2022, la Cassazione ribadisce che l’atto con cui due soci cedono a un unico cessionario le proprie partecipazioni sociali sconta molteplici imposte fisse e non una soltanto, in quanto contiene più disposizioni non legate da vincolo di derivazione necessaria. La pronuncia si pone in continuità con la precedente giurisprudenza di legittimità, nonostante un indirizzo contrario delle corti di merito sostenuto da parte della dottrina. Il negozio complesso è contrassegnato da una causa unica, là dove, nel collegamento negoziale di cui al primo comma, distinti ed autonomi negozi si riannodano ad una fattispecie complessa pluricausale, della quale ciascuno realizza una parte, ma pur sempre in […]

Le trasformazioni eterogenee progressive e l’imposta di registro

La trasformazione societaria ha luogo quando le società assumono una differente forma giuridica, più o meno complessa rispetto a quella di partenza (può quindi avvenire in senso progressivo o regressivo). Inoltre, la trasformazione può comportare il passaggio da società ad ente non societario, o il passaggio inverso (trasformazione eterogenea). L’operazione può altresì essere valutata, per gli effetti tributari, come ipotesi suscettibile di dar luogo ad abuso del diritto (art. 10-bis, Legge n. 212/2000). Le problematiche, anche fiscali, relative alle varie forme di trasformazione sono state oggetto sia di pronunce dell’Agenzia delle Entrate, sia di sentenze della Corte di Cassazione. In particolare, si esamineranno qui le conclusioni cui la Suprema Corte […]

Novità in materia di imposta di registro, IVA e IRAP: Circolare

Con Circolare 29 marzo 2022, n. 8, l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcune precisazioni in merito alle novità introdotte in materia di imposta di registro, IVA e IRAP, dal D.L. n. 228/2021, c.d. Decreto Milleproroghe.In particolare, il documento di prassi affronta le seguenti tematiche: sospensione dei termini che condizionano le agevolazioni per l’acquisto della prima casa; proroga al 31 luglio 2022, a favore dei soggetti che svolgono attività di allevamento avicunicolo o suinicolo, dei versamenti fiscali riguardanti ritenute alla fonte redditi da lavoro dipendente, trattenute addizionali IRPEF effettuate dal sostituto d’imposta e IVA; per i versamenti sospesi non sono dovuti interessi fino al 31 luglio 2022;proroga al 30 giugno 2022 del termine entro cui provvedere a regolarizzare, senza l’applicazione di sanzioni e interessi, i versamenti IRAP (saldo 2019 e primo acconto 2020) non versati […]

Imposta di registro e decreto ingiuntivo contro garante: Cassazione

Con Ordinanza 17 giugno 2021, n. 17261, la Corte di Cassazione ha chiarito che, qualora il creditore sia un soggetto IVA, si applica l’imposta di registro in misura fissa anche nel caso in cui il decreto ingiuntivo sia diretto contro il garante.In particolare la Suprema Corte, cassando la sentenza della CTR, ritiene corretto applicare l’imposta di registro in misura fissa, considerando non rilevante il fatto che il decreto ingiuntivo, ottenuto dal creditore soggetto IVA, fosse rivolto contro il garante e non contro il debitore principale.Secondo la Corte di Cassazione, infatti, l’elemento dirimente ai fini impositivi è il conseguimento, da parte del creditore soggetto IVA, del titolo esecutivo al fine di soddisfare il proprio diritto, indipendentemente dal fatto che tale diritto […]

Imposta di registro e terreni agricoli destinati ad impianto eolico

Con Risposta ad Interpello 27 aprile 2021, n. 299, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla corretta applicazione dell’imposta di registro in caso di registrazione di contratti di affitto di terreni agricoli destinati alla costruzione di impianti eolici.Nel caso di specie, l’Agenzia precisa che  “in sostanza, il concetto di terreni agricoli e relative pertinenze coincide con la nozione di fondo rustico“ (come chiarito dalla Risoluzione n. 26/2015) e, pertanto, al suddetto terreno si applica l’aliquota dello 0,50%, come prevista per i “fondi rustici”. Inoltre, la costruzione dell’impianto fotovoltaico non comporta l’automatica classificazione del terreno sul quale lo stesso sorge quale “area edificabile” e quindi non comporta un mutamento della destinazione urbanistica del campo affittato. Fonte […]

Imposta di registro minima per i terreni agricoli

L’ art. 1, comma 41, Legge n. 178/2020 , c.d. ” Legge di Bilancio 2021 “, prevede che, per l’anno 2021, non venga applicata l’imposta di registro fissa di € 200 , di cui all’art. 2, comma 4-bis, D.L. n. 194/2009, agli atti di trasferimento a titolo oneroso di terreni e relative pertinenze in favore di coltivatori diretti e IAP , iscritti nella relativa gestione previdenziale e assistenziale. In dettaglio, l’imposta di registro fissa ( € 200) non si applica quando i terreni e le pertinenze oggetto di cessione: abbiano un valore inferiore o uguale ad € 5.000 ;siano qualificati agricoli in base a strumenti urbanistici vigenti. fonte SEAC spa