Tag Archivi: immobile

Il contratto di comodato immobiliare: la forma, la durata e la restituzione dell’immobile

Il comodato è il contratto essenzialmente gratuito con cui una parte consegna a un’altra un bene per un determinato tempo con l’obbligo di restituirlo. L’obiettivo del contratto è mettere a disposizione del comodatario un bene affinché se ne serva per un periodo o un uso determinato. di Maurizio Tarantino – Avvocato e Giornalista pubblicista Il comodato è quel contratto1 con cui una persona (comodante) consegna una cosa mobile o immobile a un’altra (comodatario) perché se ne serva per un certo tempo e per uso determinato, in via del tutto gratuita, con l’obbligo di restituirla. Nel diritto romano2 si contrapponeva in quanto “prestito d’uso” al mutuo o “prestito di consumo” e aveva come elemento […]

Aliquota IVA ristrutturazione immobile con eliminazione barriere architettoniche

DOMANDA Una srl ha iniziato i lavori di ristrutturazione del proprio immobile prevedendo anche alcuni interventi di eliminazione delle barriere architettoniche. Essendo ricompresi nella ristrutturazione, tali interventi scontano l’IVA nella misura del 10%? RISPOSTA Come previsto dal n. 41-ter, Tabella A, parte II, DPR n. 633/72, le “ prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto aventi ad oggetto la realizzazione delle opere direttamente finalizzate al superamento o alla eliminazione delle barriere architettoniche” sono soggette all’aliquota IVA ridotta del 4%.Sul punto l’Agenzia delle Entrate, nella Risposta 13.1.2020, n. 3, ha evidenziato che il beneficio dell’aliquota IVA ridotta del 4% è applicabile: al superamento / eliminazione delle barriere architettoniche di cui all’art. 2, DM […]

Acquisto di un immobile a seguito di procedura fallimentare da parte dello Stato: Interpello

Con Risposta ad Interpello 8 ottobre 2021, n. 690, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al regime impositivo applicabile in caso di acquisto, da parte dell’amministrazione dello Stato, di un compendio immobiliare a seguito di una procedura fallimentare avviata nei confronti della società proprietaria dell’immobile.L’Agenzia specifica che, nel caso di specie: stante la natura coattiva della vendita fallimentare e considerato che l’acquirente è lo Stato, non è dovuta l’imposta di registro, ai sensi dell’art. 57, comma 8,  ultima parte, TUR;non sono dovute le imposte ipotecaria e catastale ai sensi degli artt. 1 e 10, D.Lgs. n. 347/1990. Fonte SEAC spa

Immobile acquistato all’asta: ok agevolazione prima casa under 36

Con Risposta ad Interpello 4 ottobre 2021, n. 653, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che è possibile fruire dell’agevolazione per acquisto di abitazioni da parte di persone fisiche under 36 (esenzione dall’imposta di registro per coloro che non hanno ancora compiuto 36 anni con ISEE non superiore ai 40 mila euro) anche nel caso in cui la proprietà dell’immobile si acquisisca per effetto di un provvedimento giudiziale.Le dichiarazioni richieste per l’applicazione dell’agevolazione sono rese, in linea generale, nelle more del giudizio, in modo che risultino dal provvedimento medesimo; tuttavia, è possibile rendere tali dichiarazioni anche in un momento successivo, a condizione che ciò avvenga prima della registrazione dell’atto. Fonte SEAC spa