Tag Archivi: ETS

La personalità giuridica da parte degli ETS e la valutazione del patrimonio minimo

Con l’art. 22 del d.lgs. 117/2017 (Codice del Terzo Settore), il legislatore ha introdotto alcune importanti disposizioni per l’acquisto della personalità giuridica da parte degli Enti del Terzo Settore (ETS), con particolare riferimento alle associazioni e alle fondazioni, nel Registro Unico Nazionale del Terzo settore (RUNTS).Il richiamato articolo, al comma 4 prevede che per il conseguimento della personalità giuridica è necessaria una somma “liquida e disponibile” non inferiore a 15.000 euro per le associazioni e a 30.000 per le fondazioni.Nasce il problema, quindi, di redigere una perizia giurata di stima per la determinazione del patrimonio dell’ente al fine di verificare che la relativa consistenza raggiunga i limiti minimi appena indicati.Il metodo […]

ETS e responsabilità amministrativa da reato (D.Lgs. 231/2001)

Gli Enti del Terzo Settore (in seguito indicati anche solo come ETS) sono soggetti alla disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica posta dal D.Lgs. 8 giugno 2001, n. 231: giurisprudenza, dottrina e prassi, oramai concordano su questo approdo interpretativo della normativa posta dal decreto testé citato e dal c.d. Codice del Terzo Settore di cui al D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117 (di seguito indicato anche come CTS). di Alessio Scaglia * Storicamente si è sempre ritenuto che le persone giuridiche non potessero commettere illeciti di natura penale: vigeva, infatti, il noto adagio “societas delinquere non potest“ 1. L’evoluzione della società e l’incremento dei reati commessi da persone fisiche “nell’interesse” di persone giuridiche […]

Le modifiche al test di commercialità delle attività degli ETS e le altre novità del Decreto “Semplificazioni” per gli ETS

Il contributo esamina le principali novità del CTS introdotte dal Decreto Semplificazioni. In particolare, quelle che impattano sui due “test” previsti dall’art. 79 del CTS: quello sulla commercialità delle attività di interesse generale svolte dall’ETS e quello sulla natura commerciale o meno dell’ente nel suo complesso.Viene, infatti, fornita la definizione di “costi effettivi“, che interessano il primo test, e viene elevata dal 5% al 6% la percentuale del cosiddetto margine di tolleranza, il cui ambito temporale viene esteso da due a tre periodi d’imposta consecutivi. Si esamina anche la nuova norma di decommercializzazione dei “corrispettivi specifici” derivanti da un’attività di natura non commerciale e la decommercializzazione dei corrispettivi specifici versati da tesserati e iscritti alle Associazioni di promozione sociale, che […]

ETS e nomina di un responsabile del trattamento dei dati personali

Gli Enti del Terzo Settore, come visto nei precedenti contributi, ai fini della normativa sulla protezione dei dati personali (Regolamento UE n. 679/2016, General Data Protection Regulation, in seguito indicato come Regolamento o anche solo con l’acronimo GDPR), rivestono la qualifica di titolare del trattamento dei dati e, pertanto, sono tenuti all’osservanza di tutte le regole gravanti su questa figura. La disciplina del GDPR (invero, come in precedenza stabiliva il D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196) prevede, e consente, che il trattamento dei dati sia fatto da un terzo soggetto per conto del titolare: chi opera in questa veste è definito come responsabile del trattamento dei dati(in seguito indicato anche solo come responsabile del trattamento) e, tanto […]

Efficacia delle disposizioni fiscali estesa a tutti gli ETS iscritti nel RUNTS

Le disposizioni tributarie si rendono applicabili dal periodo d’imposta successivo a quello in cui, oltre all’operatività del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS), già acclarata nel mese di novembre 2021, verrà rilasciata l’autorizzazione della Commissione UE rispetto ad alcune misure regolate dal medesimo codice, di cui al comma 2 dell’art. 104 del D.Lgs. n. 117/2017 (Codice del Terzo Settore – CTS). Dal 1° gennaio 2018, in deroga a questo principio di carattere generale, e fino al citato periodo di entrata in vigore delle disposizioni fiscali, alle Organizzazioni lucrative di utilità sociale (ONLUS), alle Organizzazioni di volontariato (ODV) e alle Associazioni di promozione sociale (APS) iscritte nei registri di riferimento, si […]

ETS come titolare del trattamento dei dati personali: adempimenti

Gli Enti del Terzo Settore (di seguito indicati anche con l’acronimo ETS) devono interfacciarsi con la disciplina dettata dal Regolamento UE n. 679/2016 in materia di protezione dei dati personali (General Data Protection Regulation, in seguito indicato anche con l’acronimo GDPR). In particolare, gli ETS assumono la veste di titolari del trattamento dei dati e devono prestare particolare attenzione alla conoscenza e all’applicazione della normativa e, soprattutto, sono tenuti a porre in essere molteplici adempimenti. di Alessio Scaglia * Il titolare del trattamento dei dati è quel soggetto (persona fisica o giuridica) che determina le finalità e i mezzi del trattamento dei dati personali (art. 4 GDPR). Se la definizione di titolare del […]

Chiarimenti sull’ordinamento contabile degli ETS

Con Nota 5 aprile 2022, n. 5941, il Ministero del Lavoro ha fornito chiarimenti in merito all’ordinamento contabile degli enti del Terzo settore (art. 13, D.Lgs. n. 117/201). In particolare, la nota ministeriale con riferimento agli enti costituiti nel 2022 e prima del 2022 individua scadenze diverse relativamente al deposito del bilancio a seguito dell’iscrizione al RUNTS. Inoltre, la nota prevede che: le ODV e le APS coinvolte nella trasmigrazione che ottengono l’iscrizione al RUNTS nel 2022 e approvano il bilancio entro i termini ordinari, sono tenute a depositare il bilancio 2021 entro 90 giorni dall’iscrizione ed il bilancio 2022 entro il 30 giugno 2023;le Onlus possono chiedere l’iscrizione al RUNTS entro il 31 marzo successivo all’autorizzazione della Commissione UE e approvano i bilanci 2021 utilizzando i modelli ex D.M. n. 39/2020. Infine, […]

Approvato il nuovo Principio Contabile OIC n. 35 relativo agli ETS

Con Comunicato stampa del 3 febbraio 2022, Il Consiglio di Gestione dell’Organismo Italiano di Contabilità (OIC), ha reso noto che è stato approvato in via definitiva il Principio Contabile OIC n. 35 per il bilancio degli enti del Terzo Settore (ETS), al fine di recepire le specificità del settore no-profit e valutare le problematiche contabili di tali enti.  In particolare, i destinatari del presente documento sono gli enti del terzo Settore che redigono il bilancio in base alle disposizioni dell’art. 13, comma 1 e 3, D.Lgs. n. 117/2017 (Codice del Terzo Settore).Il Principio Contabile OIC n. 35, da applicare ai bilanci degli ETS chiusi o in corso al 31 dicembre 2021, contiene la disciplina relativa:  alla presentazione dello stato patrimoniale, del […]