Tag Archivi: esterometro

Fatturazione ed esterometro per acquisti da San Marino

Considerati i chiarimenti forniti nel corso del tempo, si riepilogano le possibili modalità di fatturazione delle operazioni di acquisto di beni e servizi dalla Repubblica di San Marino, con i relativi adempimenti, alle quali è connesso anche l’invio dell’esterometro.In particolare, in base alle modalità utilizzate per l’emissione della fattura (elettronica / cartacea) sono esaminate le modalità di assolvimento dell’IVA e di presentazione dell’esterometro. In base a quanto disposto dall’art. 1, DL n. 34/2019, c.d. “Decreto Crescita” e dal relativo Decreto attuativo 21.6.2021, a decorrere dallo scorso 1.7.2022 è scattato l’obbligo di fatturazione elettronica per le operazioni con la Repubblica di San Marino per la generalità degli operatori IVA, con esclusione dei contribuenti minimi / forfetari e dei soggetti […]

Acquisti dall’estero tra fattura elettronica ed esterometro

Come noto, per le operazioni da / per l’estero effettuate dall’1.7.2022 non documentate da fattura elettronica / bolletta doganale (esclusi gli acquisti non rilevanti ai fini IVA in Italia di importo non superiore a € 5.000) è richiesto l’invio dell’esterometro con riferimento a ciascuna operazione tramite SdI, con un file xml. Le operazioni da soggetti non residenti rilevanti ai fini IVA in Italia richiedono l’assolvimento dell’IVA tramite il reverse charge (integrazione fattura / emissione autofattura). Particolare attenzione va posta all’individuazione dei termini da rispettare per quest’ultimo obbligo. In alcuni specifici casi il termine di emissione dell’autofattura è limitato a 12 giorni. L’utilizzo del Tipo documento TD19 anche per l’emissione dell’autofattura […]

Acquisto beni da San Marino con IVA e invio esterometro

DOMANDA Una società ha acquistato a inizio settembre dei beni da un fornitore di San Marino. Il cedente ha emesso fattura in formato cartaceo (la normativa fiscale sammarinese prevede l’esonero dall’emissione della fattura in formato elettronico a favore dei soggetti che hanno dichiarato nell’anno precedente ricavi per un importo inferiore a € 100.000) con applicazione dell’IVA.Considerato che il nuovo Tipo documento TD28 è utilizzabile dall’1.10.2022, come vanno comunicati i dati dell’acquisto in esame ai fini dell’esterometro? RISPOSTA Come previsto dall’art. 1, comma 3bis, D.Lgs. n. 127/2015, i soggetti passivi tenuti all’emissione della fattura elettronica hanno l’obbligo di inviare telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati delle cessioni di beni / prestazioni […]

Servizio intraUE e modalità invio esterometro

DOMANDA In data 4.7.2022 una sas ha ricevuto la fattura (datata 30.6.2022) di un fornitore francese relativa ad un servizio reso a fine giugno (provvigione per vendita di un macchinario).Per tale acquisto è corretto effettuare l’integrazione utilizzando il Tipo documento TD17 e inviarlo all’Agenzia delle Entrate entro il 15.8.2022? RISPOSTA Come disposto dal comma 3-bis dell’art. 1, D.Lgs. n. 127/2015, le nuove modalità di invio dell’esterometro sono applicabili “alle operazioni effettuate a partire dal 1° luglio 2022”.In base all’art. 6, comma 6, DPR n. 633/72 le prestazioni di servizi di cui all’art. 7-ter rese da un soggetto estero ad un soggetto passivo italiano si considerano effettuate nel momento in cui sono ultimate ovvero, […]

Acquisto auto usate da Stati UE ed invio esterometro

DOMANDA Una concessionaria d’auto acquista auto d’occasione (usate) da commercianti UE. La cessione è soggetta al regime dei beni usati (nella fattura non è indicata l’IVA).Per tali acquisti la concessionaria, a decorrere dall’1.7.2022, deve inviare i dati all’Agenzia delle Entrate con le nuove modalità dell’esterometro? RISPOSTA Innanzitutto va evidenziato che, come previsto dall’art. 37, comma 2, DL n. 41/95 gli acquisti di beni usati, assoggettati al regime del margine nello Stato UE di provenienza, non sono considerati acquisti intraUE. Quindi per gli stessi non è richiesta l’integrazione della fattura emessa (senza IVA) dal cedente UE, al fine dell’applicazione dell’IVA in Italia.In base al comma 3-bis dell’art. 1, D.Lgs n. 127/2015, come […]

L’esterometro dall’1.7.2022 e la conservazione dei documenti

Dall’1.7.2022 è operativa la nuova modalità di invio all’Agenzia delle Entrate dei dati delle operazioni con / da soggetti non residenti, c.d. “esterometro” (invio puntuale tramite SdI delle singole operazioni effettuate / ricevute utilizzando il formato della fattura elettronica). In merito alle modalità di conservazione delle fatture relative alle operazioni transfrontaliere l’Agenzia ha recentemente specificato, tra l’altro, che l’emissione della fattura elettronica in formato elettronico a un soggetto estero tramite SdI, richiede la conservazione in modalità elettronica della stessa. Diversamente, ossia nel caso in cui l’operatore italiano non emetta una fattura elettronica tramite SdI, il documento può essere conservato elettronicamente. I file xml predisposti per adempiere all’esterometro sono documenti fiscalmente […]

L’esterometro dall’1.7.2022: le modalità / tempistiche di invio dei dati

Dall’1.7.2022 è operativa la nuova modalità di invio all’Agenzia delle Entrate dei dati delle operazioni con / da soggetti non residenti, c.d. “esterometro” (invio puntuale tramite SdI delle singole operazioni effettuate / ricevute utilizzando il formato della fattura elettronica). In merito alle modalità di compilazione dei documenti xml recentemente l’Agenzia delle Entrate ha specificato, tra l’altro, che: – dovendo utilizzare il formato xml previsto per la fattura elettronica SdI controlla la compilazione di tutti i campi obbligatori, tra i quali la descrizione dell’operazione; – il termine di invio dei dati delle operazioni non è unico, fisso, ma “mobile” legato a quello di emissione dei documenti che certificano i corrispettivi delle […]

L’esterometro dall’1.7.2022 e l’ambito applicativo del nuovo adempimento

Dall’1.7.2022 è operativa la nuova modalità di invio all’Agenzia delle Entrate dei dati delle operazioni con / da soggetti non residenti, c.d. “esterometro”. In luogo della comunicazione trimestrale è previsto l’invio puntuale tramite SdI delle singole operazioni effettuate / ricevute utilizzando il formato della fattura elettronica. Come specificato recentemente dall’Agenzia delle Entrate l’invio dei dati in esame: – riguarda tutte le operazioni con soggetti esteri, ivi compresi i consumatori finali; – interessa qualsiasi operazione intercorsa con soggetti esteri, a prescindere dal fatto che la stessa sia o meno rilevante ai fini IVA in Italia (va comunque considerato l’esonero per le operazioni non rilevanti in Italia di importo non superiore a […]

Differite le nuove modalità di invio dell’esterometro

In sede di conversione del D.L. n. 146/2021, c.d. “Decreto Fiscale” è stato approvato dalle Commissioni Riunite un emendamento in base al quale le nuove modalità di invio del c.d. “esterometro” sono differite al 1° luglio 2022.Il testo, dopo l’approvazione da parte del Senato, passa alla Camera per la conversione (definitiva). Fonte SEAC spa