Tag Archivi: documentazione

Accertamento fiscale e documentazione prodotta in giudizio: Cassazione

Con Ordinanza 6 ottobre 2021, n. 27045, la Corte di Cassazione ha stabilito che in tema di accertamento fiscale, l’invito dell’Agenzia delle Entrate a fornire dati e notizie (ex art. 32, comma 4, D.P.R. 600/73), ha la funzione di assicurare un dialogo preventivo con il contribuente al fine di definire le rispettive posizioni ed evitare l’instaurarsi di un contenzioso giudiziario.Pertanto, la mancata risposta a tale richiesta è sanzionata con la preclusione dell’allegazione (in sede amministrativa e processuale) di dati e della esibizione di documenti non forniti in fase procedimentale.Tale inutilizzabilità: è conseguenza automatica dell’inottemperanza all’invito ricevuto da parte dell’Agenzia delle Entrate;non è soggetta all’eccezione di parte;può essere rilevata d’ufficio in ogni stato e grado di giudizio;non opera solo nel caso in cui il contribuente depositi unitamente all’atto introduttivo del giudizio di primo grado le notizie, i dati, i documenti, i libri e i registri […]

Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi: documentazione necessaria

Con Risposta ad Interpello 5 ottobre 2020, n. 439, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla documentazione idonea a dimostrare l’effettivo sostenimento e la corretta determinazione dei costi agevolabili, per beneficiare del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi. Come disposto dal comma 195, art. 1, L. n. 160/2019, i soggetti che si avvalgono del credito d’imposta sono tenuti a conservare, pena la revoca del beneficio, la documentazione idonea a dimostrare l’effettivo sostenimento e la corretta determinazione dei costi agevolabili; quindi le fatture e gli altri documenti relativi all’acquisizione dei beni agevolati devono contenere l’espresso riferimento all’art. 1, commi da 184 a 194, L. n. 160/2019. In merito l’Agenzia delle […]

Tracciabilità dei pagamenti degli oneri detraibili: chiarimenti sulla documentazione

Con Risposta ad Interpello 2 ottobre 2020, n. 431, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla documentazione attestante l’utilizzo di un metodo di pagamento tracciabile al fine del riconoscimento degli oneri detraibili nella misura del 19%. L’articolo 1, comma 679, L. n. 160/2020, condiziona infatti la detraibilità di tali oneri all’effettuazione del pagamento mediante metodi tracciabili, a partire dal 1° gennaio 2020 (ad eccezione dell’acquisto di medicinali, dispositivi medici, prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche/private accreditate al SSN). L’Agenzia delle Entrate chiarisce che il contribuente, al fine di dimostrare l’utilizzo del mezzo di pagamento tracciabile, è tenuto a produrre al CAF/professionista abilitato: prova cartacea della transazione/pagamento con ricevuta bancomat, estratto conto, copia […]