Tag Archivi: credito d'imposta

Credito d’imposta produzione di videogiochi: Codice tributo

Con Risoluzione 8 giugno 2022, n. 26, l’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo per l’utilizzo in compensazione, mediante Mod. F24, del credito d’imposta a favore delle imprese di produzione di videogiochi ex art. 15, L. 14 novembre 2016, n. 220. Il credito d’imposta in oggetto, in via generale, dev’essere non inferiore al 15% e non superiore al 40% del costo complessivo di produzione delle opere agevolabili (cinematografiche ed audiovisive).In particolare, il codice tributo da utilizzare è il seguente:  “6977” denominato “credito d’imposta a favore delle imprese di produzione dei videogiochi – art. 15 della legge 14 novembre 2016, n. 220”. Fonte SEAC spa

Credito d’imposta per gli investimenti nelle “ZLS”: aggiornato il modello di comunicazione

Con Provvedimento 6 giugno 2022, l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità di presentazione della comunicazione necessaria per fruire del credito d’imposta per gli investimenti nelle Zone logistiche semplificate (c.d. “ZLS“), di cui all’art. 1, commi da 61 a 65-bis, L. n. 205/2017.In particolare l’Agenzia delle Entrate ha modificato il modello (e le relative istruzioni) già utilizzato per la comunicazione finalizzata all’accesso al credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, nei comuni del sisma del Centro-Italia  e nelle zone economiche speciali (ZES), approvato con Provvedimento 14 aprile 2017 e modificato con Provvedimento 6 aprile 2022.  A tal proposito, infatti, il nuovo modello è denominato: “Comunicazione per il credito d’imposta per investimenti nel mezzogiorno, nei comuni del […]

Credito d’imposta carburante per l’esercizio dell’attività agricola e della pesca: istituito codice tributo

Con Risoluzione 30 maggio 2022, n. 23, l’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo per l’utilizzo in compensazione, mediante modello F24, del credito d’imposta riconosciuto alle imprese esercenti attività agricola e della pesca, pari al 20% della spesa sostenuta per l’acquisto del carburante effettuato nel primo trimestre solare dell’anno 2022, di cui all’articolo 18, D.L. n. 21/2022.In particolare, il codice tributo da utilizzare da parte dei beneficiari è il seguente: “6965” denominato “Credito d’imposta per l’acquisto di carburanti per l’esercizio dell’attività agricola e della pesca (primo trimestre 2022) – art. 18 del decreto-legge 1° marzo 2022, n. 17″. Fonte SEAC spa

Credito d’imposta per l’acquisto di monopattini elettrici: Provvedimento

Con Provvedimento 23 maggio 2022, l’Agenzia delle Entrate ha definito la percentuale del credito d’imposta spettante, a favore delle persone fisiche che, dal 1° agosto al 31 dicembre 2020, hanno sostenuto spese per l’acquisto di monopattini elettrici, biciclette elettriche o muscolari, abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile, nella misura massima di 750 euro e nel limite complessivo di spesa di 5 milioni di euro, ai sensi dell’articolo 44, comma 1-septies, D.L. n. 34/2020.In particolare, il documento in oggetto precisa che: il credito d’imposta spettante a ciascun beneficiario è pari al 100% dell’importo del credito risultante dall’ultima istanza validamente presentata; nello specifico, le domande validatamente presentate e l’ammontare complessivo dei crediti d’imposta risultanti, tenuto conto delle spese […]

Credito d’imposta imprese agricole e agroalimentari: Provvedimento

Con Provvedimento 20 maggio 2022, l’Agenzia delle Entrate ha definito i criteri e le modalità per fruire del credito d’imposta previsto dall’articolo 1, comma 131, Legge n. 178/2020, a favore delle reti di imprese agricole e agroalimentari; inoltre, è approvato il modello di “Comunicazione delle spese per la realizzazione o l’ampliamento di infrastrutture informatiche finalizzate al potenziamento del commercio elettronico”, con le relative istruzioni e specifiche tecniche.In particolare, il Provvedimento precisa che: il credito d’imposta è riconosciuto, per i periodi d’imposta dal 2021 al 2023, nella misura del 40% per gli investimenti relativi alla realizzazione o l’ampliamento di infrastrutture informatiche finalizzate al potenziamento del commercio elettronico, con particolare riferimento al miglioramento delle potenzialità di vendita a distanza a clienti finali residenti fuori del territorio nazionale; tale credito d’imposta è utilizzabile dai beneficiari esclusivamente in compensazione utilizzando il modello […]

Maggiorazione del credito d’imposta per investimenti in beni immateriali 4.0

È stato pubblicato sulla G.U. 17 maggio, n. 114 il D.L. n. 50/2022 (c.d. Decreto Aiuti) contenente “Misure urgenti in materia di politiche energetiche nazionali, produttività delle imprese e attrazione degli investimenti, nonché in materia di politiche sociali e di crisi ucraina”.In particolare, l’articolo 21 prevede l’incremento dal 20% al 50% della misura del credito d’imposta riconosciuto ex art. 1, comma 1058, Legge n. 178/2020 (Legge di Bilancio 2021) per gli investimenti in beni immateriali 4.0 di cui alla Tabella B, Legge n. 232/2016 effettuati nel periodo 1.1.2022 – 31.12.2022 ovvero entro il 30.6.2023 a condizione che entro il 31.12.2022 sia accettato l’ordine e siano versati acconti pari almeno al 20% del costo di acquisizione (art. 21, D.L. n. 50/2022). Fonte SEAC spa

Credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali nuovi: Interpello

Con Risposta ad Interpello 18 maggio 2022, n. 270, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla necessità di apporre il riferimento alla normativa agevolativa sui verbali di collaudo/interconnessione e il documento di trasporto, al fine di fruire del credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali nuovi ai sensi dell’articolo 1, comma 1056, Legge n. 178/2020. A tal riguardo, l’amministrazione finanziaria precisa che: le fatture e gli altri documenti relativi all’acquisizione dei beni agevolati devono contenere l’espresso riferimento normativo alle disposizioni dei commi da 1054 a 1058- ter (articolo 1, comma 1062, Legge n. 178/2020); pertanto, anche per il documento di trasporto che certifica la consegna del bene sussiste il predetto obbligo;per il verbale di collaudo/interconnessione relativi univocamente ai beni oggetto dell’investimento, non è richiesto l’obbligo di riportare l’espresso riferimento normativo di cui al […]

Crediti d’imposta per l’acquisto di energia elettrica: Circolare

Con Circolare 13 maggio 2022 n. 13, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito ai crediti d’imposta per l’acquisto di energia elettrica per le imprese “energivore” e “non energivore” previste dal c.d. Decreto Sostegni-ter e c.d. Decreto Ucraina, al fine di contenere gli effetti degli incrementi dei prezzi dell’energia elettrica e del gas naturale e contrastare  gli effetti economici della grave crisi internazionale in atto in Ucraina.In particolare, i benefici fiscali previsti sono: credito d’imposta a favore delle imprese energivore in relazione alle spese sostenute per la componente energetica acquistata ed effettivamente utilizzata nel primo trimestre 2022 (articolo 15, D.L. n. 4/2022);credito d’imposta, a favore delle imprese energivore in proporzione alle spese sostenute per la componente energetica acquistata ed effettivamente utilizzata nel secondo trimestre 2022 (articolo 4, D.L. n. 17/2022);credito d’imposta, a favore delle […]

Agevolazione prima casa under 36 e credito d’imposta IVA: Interpello

Con Risposta ad Interpello 11 maggio 2022, n. 261, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al credito d’imposta per l’IVA pagata in sede di acquisto dell’immobile nell’ambito dell’agevolazione prima casa under 36.In particolare, il padre del contribuente che intende fruire dell’agevolazione, ha stipulato un contratto preliminare di compravendita (per persona da nominare) e ha pagato la caparra e gli acconti, con fatture intestate al genitore. Al momento di stipula del contratto definitivo, l’immobile verrà intestato al contribuente, che vi trasferirà la residenza e provvederà al pagamento del saldo. L’Agenzia ha precisato che al contribuente è riconosciuto un credito d’imposta di ammontare pari all’IVA corrisposta in relazione all’acquisto e quindi dall’atto di compravendita è necessario che risultino […]

Utilizzo in compensazione dei crediti d’imposta “Ecobonus”: Interpello

Con Risposta ad Interpello 29 aprile 2022, n. 240, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’utilizzo in compensazione dei crediti d’imposta Ecobonus di cui all’art. 1,  commi 1031-1041 e 1057-1064, L. n. 145/2018.Nel caso di specie, una società che ha maturato ingenti crediti d’imposta per l’acquisto di veicoli nuovi di fabbrica a ridotte emissioni di CO2 e li ha compensati soltanto in parte ai sensi dell’art. 17, D.Lg.s. n. 241/1997, con il versamento delle ritenute dell’imposta sul reddito delle persone fisiche operate in qualità di sostituto d’imposta sui redditi da lavoro dipendente chiede se sia possibile compensare detto credito d’imposta con ulteriori tipologie di tributi, ovvero se vi siano particolari disposizioni normative che ne impediscano […]