Tag Archivi: credito d'imposta

Credito d’imposta su commissioni pagamenti elettronici

DOMANDA Un distributore di carburanti quale codice deve indicare nel quadro RU per fruire del credito d’imposta su commissioni pagamenti elettronici? RISPOSTA Con il codice F3 si indica il credito d’imposta previsto dall’articolo 1, commi 924 e 925, Legge  n. 205/2017 a favore degli esercenti impianti di distribuzione di carburante; tale credito d’imposta è pari al 50% del totale delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate, a partire dal 1° luglio 2018, tramite sistemi di pagamento elettronico mediante carte di credito, emesse da operatori finanziari soggetti all’obbligo di comunicazione previsto dall’articolo 7, comma 6, D.P.R. n. 605/1973.Invece, con il codice H3 si indica il credito d’imposta istituito dall’articolo 22, comma 1, D.L.  n. 124/2019 che riconosce agli esercenti attività di impresa, arte o […]

Credito d’imposta previsto per l’adeguamento dell’RT

Si esamina il nuovo contributo previsto dal Decreto n. 176/2022 c.d. “Aiuti-quater” utilizzabile dagli esercenti per l’adeguamento del Registratore Telematico ai fini di consentire ai consumatori il pagamento elettronico necessario per poter partecipare alla lotteria degli scontrini. di Centro studi fiscale Seac Come noto, per adempiere all’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri è necessario utilizzare un Registratore Telematico; gli esercenti che nel 2023 adegueranno tale strumento ai fini dell’accettazione del pagamento elettronico per poter partecipare alla lotteria degli scontrini potranno usufruire di un contributo. L’art. 8, comma 1, Decreto Aiuti-quater, infatti, prevede che: 1. Ai soggetti passivi IVA obbligati alla memorizzazione e alla trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri di […]

Credito d’imposta beni ammortizzabili e cessione bene

DOMANDA Una ditta individuale ha acquistato nel 2020 un macchinario per il quale spetta(va) il credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali nella misura del 6%. La ditta ha utilizzato in compensazione nel mod. F24 la prima quota del credito nel mese di giugno 2021 e la seconda nel mese di aprile 2022. Nel mese di ottobre 2022 ha ceduto il macchinario e pertanto deve procedere al riversamento del credito utilizzato.Entro quale termine va effettuato tale riversamento? Se nel 2022 acquistasse un macchinario sostitutivo, è comunque necessario rideterminare il credito a disposizione? RISPOSTA Per effetto di quanto stabilito dall’art. 1, comma 1060, Legge n. 178/2020 (Finanziaria 2021), in caso di […]

Credito d’imposta riacquisto prima casa

Al fine di agevolare la sostituzione della propria casa di abitazione è prevista la possibilità di scomputare dall’imposta sui trasferimenti da corrispondere in occasione dell’acquisto di un nuovo immobile quanto versato al momento dell’acquisto del precedente immobile. Si tratta del cd. credito d’imposta per il riacquisto della prima casa. Dal 2016 è possibile fruire dell’agevolazione anche se la vecchia abitazione viene ceduta in un momento successivo all’acquisto del nuovo immobile, a condizione che la vendita avvenga entro 1 anno. A causa dell’emergenza COVID-19 il termine di 1 anno è stato sospeso dal 23.2.2020 al 31.3.2022. Pertanto qualora nel periodo di sospensione:sia stato venduto il “vecchio” immobile (casa A) prima dell’acquisto di quello “nuovo” (casa B), […]

Conferimento d’azienda e credito d’imposta “imprese energivore” 2 trimestre 2022

Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’agevolazione a favore delle imprese energivore in presenza di un’operazione straordinaria di conferimento d’azienda.In particolare l’Agenzia specifica che, relativamente al calcolo dell’incremento dei costi per kW/h della componente energia elettrica, necessario ai fini dell’ottenimento dell’agevolazione in esame (almeno 30% primo trimestre 2022 rispetto allo stesso periodo del 2019), i costi sostenuti dall’impresa conferente non possono essere utilizzati per il citato calcolo.Per verificare l’incremento del 30% l’impresa cessionaria deve fare riferimento al criterio di calcolo utilizzato dalle imprese costituite dopo l’1.1.2019. Al fine di mitigare gli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico, l’art. 4, DL n. 17/2022, c.d. “Decreto Energia” […]

Pronto il codice tributo del credito d’imposta 2 rata IMU 2021 settore turismo

Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha istituito lo specifico codice tributo per l’utilizzo in compensazione nel mod. F24 del credito d’imposta, previsto dal c.d. “Decreto Ucraina”, a favore delle imprese del settore turistico – ricettivo pari al 50% della seconda rata IMU 2021. Nell’ambito del DL n. 21/2022, c.d. “Decreto Ucraina”, con l’art. 22 il Legislatore al fine di ridurre gli effetti connessi al perdurare dell’emergenza COVID-19 nonché all’incremento dei prezzi dell’energia ha riconosciuto per il 2022 un contributo, sotto forma di credito d’imposta, a favore delle imprese del settore turistico – ricettivo pari al 50% della seconda rata IMU 2021. Il bonus è riferito all’IMU relativa agli immobili di categoria D/2 (alberghi, pensioni, villaggi turistici, ecc.) presso i […]

Crediti d’imposta energetici: pronti i codici tributo per ottobre e novembre / quarto trimestre

Nell’ambito del “Decreto Aiuti-ter” è stata disposta l’estensione temporale dei contributi straordinari, sotto forma di crediti d’imposta, finalizzati a contrastare l’aumento del costo dei prodotti energetici e del carburante. In particolare l’agevolazione spettante: – alle imprese energivore / non energivore, gasivore / non gasivore, è riconosciuta anche per le spese sostenute per l’energia elettrica / gas naturale consumati a ottobre / novembre 2022;– alle imprese esercenti attività agricola e della pesca, è riconosciuta anche per la spesa per l’acquisto di carburante sostenuta nel quarto trimestre 2022.Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha istituito gli specifici codici tributo per l’utilizzo in compensazione nel mod. F24 dei crediti d’imposta in esame. Il Legislatore, nell’ambito […]

I crediti d’imposta per l’acquisto di gas naturale a favore delle imprese (gasivore e non)

Al fine di contenere gli effetti degli incrementi dei prezzi dell’energia elettrica e del gas naturale, sono stati introdotti specifici crediti d’imposta. Con particolare riferimento alle agevolazioni fiscali in relazione alle spese sostenute per il gas naturale consumato, sono stati previsti diversi crediti d’imposta sia per le c.d. “imprese gasivore”, sia per le imprese diverse da quelle gasivore, con determinate caratteristiche. La Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 20 del 16 giugno 2022 ha fornito i primi chiarimenti in merito ai crediti d’imposta in esame. Come si avrà modo di approfondire nel prosieguo del contributo, l’accesso ai crediti d’imposta è automatico, non essendo prevista alcuna istanza preventiva. di Michele Siconolfi – Dottore Commercialista […]

“Decreto Aiuti-bis”: estesi al terzo trimestre 2022 i crediti d’imposta “energetici”

Nell’ambito del c.d. “Decreto Aiuti-bis”, recentemente pubblicato sulla G.U., sono state, tra l’altro, estese al terzo trimestre 2022 le agevolazioni, già riconosciute per il primo e secondo trimestre a favore delle: – imprese “energivore” e “non energivore”; – imprese “gasivore” e “non gasivore”;per le spese sostenute per l’acquisto di energia elettrica / gas naturale a fronte dell’incremento del relativo costo. Al fine di ridurre gli effetti degli aumenti dei prezzi del settore energetico, nell’ambito del DL n. 4/2022, c.d. “Decreto Sostegni-ter”, DL n. 17/2022, c.d. “Decreto Energia” e DL n. 21/2022, c.d. “Decreto Ucraina”, il Legislatore ha introdotto alcune specifiche agevolazioni, sotto forma di credito d’imposta, per la spesa sostenuta dalle imprese per […]

Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali: aspetti contabili

Si analizza la contabilizzazione del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi previsto dalla Legge di Bilancio 2021 e successive modificazioni ed integrazioni. Aspetti generali L’art. 1, commi da 1051 a 1063, Legge di Bilancio 2021 (Legge n. 178/2020) ha introdotto in favore delle imprese (e professionisti) un credito d’imposta per le spese sostenute a titolo di investimento in beni strumentali nuovi, destinati a strutture ubicate in Italia.L’articolo 1, comma 44, Legge di Bilancio 2022 proroga con modificazioni il beneficio fiscale in oggetto.L’agevolazione da ultimo è stata oggetto di modifiche da parte del D.L. n. 228/2021, del D.L. n. 4/2022 e del D.L. n. 50/2022. BENI AGEVOLABILI ED ESCLUSI Ai sensi del comma […]