Tag Archivi: covid-19

Niente più indicazione dei sussidi da Covid nei mod. REDDITI e IRAP

Con Avvertenza pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate il 27 luglio 2021, è stato chiarito che, in funzione dell’abrogazione del comma 2, art. 10-bis, D.L. n. 137/2020, operata mediante l’introduzione del nuovo art. 1-bis, D.L. n. 73/2021 (c.d. “Sostegni-bis”), l’applicazione del comma 1 del citato art. 10-bis, che prevede: “la non concorrenza alla formazione del reddito imponibile ai fini delle imposte sui redditi e del valore della produzione ai fini dell’IRAP dei contributi e delle indennità di qualsiasi natura erogati in via eccezionale a seguito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19“, non è più subordinata al rispetto dei limiti e delle condizioni previsti dalla Comunicazione della Commissione Europea, 19 marzo 2020 C(2020) 1863 final «Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del […]

Importazioni e cessioni di beni Covid-19 esenti da dazi doganali ed IVA: Interpello

Con Risposta ad Interpello 23 luglio 2021, n. 507, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta in merito a quanto previsto dalla Decisione della Commissione Europea 3 aprile 2020, n. 491 ed altresì dalla Determinazione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli n. 107042/RU di pari data, in materia di esenzione dai dazi doganali e dall’IVA delle importazioni e delle cessioni dei beni volti a far fronte all’emergenza epidemiologica da Covid-19. A tal riguardo, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che a seguito delle proroghe operate dalla Commissione Europea al regime di esenzione di cui sopra, in ragione del perdurare della situazione di emergenza, rimangono immutate la ratio e le finalità dell’agevolazione introdotta dall’originaria Decisione UE n. 491/2020.Nel caso di specie, la società potrà usufruire del regime agevolativo, in qualità di soggetto che effettua le operazioni di importazione per conto dei soggetti legittimati, anche […]

Indennità Covid-19 e gestione del riesame delle domande respinte: Messaggio INPS

Con Messaggio 9 luglio 2021, n. 2564, l’INPS fornisce le istruzioni per la gestione delle istruttorie relative al riesame delle domande inoltrate dai richiedenti l’indennità di cui all’art. 10, D.L. n. 41/2021, quali, in particolare, i lavoratori autonomi occasionali e quelli incaricati alle vendite a domicilio, e respinte per non aver superato i controlli inerenti all’accertamento dei requisiti normativamente previsti. In particolare, in merito alla gestione delle richieste di riesame, il messaggio INPS chiarisce su: aspetti organizzativi; indirizzi amministrativi; indirizzi procedurali; finanziamento e monitoraggio.  Fonte SEAC spa

Emissione voucher per viaggi di istruzione saltati causa Covid-19: adempimenti IVA

Con Risposta a Consulenza Giuridica 5 luglio 2021, n. 10, l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in merito alla correttezza delle procedure adottate dalle agenzie viaggio per il rimborso, tramite voucher, delle somme ricevute dalle istituzioni scolastiche, a titolo di acconto o saldo, per i viaggi di istruzione saltati a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19. In particolare l’Agenzia evidenzia che il voucher emesso dalle agenzie di viaggio può essere riconducibile ai buoni-corrispettivo multiuso, in quanto non risulta nota la tipologia del servizio fruibile col buono (ad esempio pacchetti più o meno complessi, ovvero più viaggi, viaggi destinati all’estero e quindi non imponibili IVA) di conseguenza non può essere nota la disciplina applicabile ai fini IVA alla prestazione cui lo stesso dà diritto già al momento della sua emissione. Pertanto, conclude l’Agenzia, […]

Determinazione della soglia per il contributo a fondo perduto Covid-19: Interpelli

Con le Risposte ad Interpello 24 giugno 2021, nn. 440 e 441, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla corretta modalità di calcolo del contributo a fondo perduto Covid-19 di cui all’articolo 1, D.L. n. 41/2021 con riferimento a soggetti che svolgono attività di commercio al dettaglio di carburante per autotrazione.L’Agenzia precisa che al fine del calcolo delle soglie previste dall’articolo 1, comma 5, D.L. n. 41/201, come indicato nella Circolare n. 15/2020, sarà necessario considerare l’ammontare dei ricavi determinato al netto del prezzo corrisposto al fornitore (ex art. 18, comma 10, D.P.R. n. 600/1973). Fonte SEAC spa

Test e prestazioni Covid-19: esenzione IVA fino al 2022

Con Risposta ad Interpello 18 maggio 2021, n. 354, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti circa l’esenzioneIVA di strumentazioni e prestazioni relative alla diagnostica per Covid-19. In particolare, l’Agenzia ha specificato che tra la “strumentazione per diagnostica per COVID-19” di cui al numero 1-ter.1, Tabella A, Parte II-bis, Decreto IVA, per il 2021 e il 2022 sono esenti dall’IVA soltanto le cessioni dei “dispositivi medico-diagnostici in vitro della COVID-19 conformi ai requisiti applicabili di cui alla Direttiva 98/79/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 ottobre 1998, o al Regolamento (UE) 2017/746 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5 aprile 2017“. Per quanto concerne le «prestazioni di servizi strettamente connesse» agli strumenti […]

Bonus per adeguamento ambiente di lavoro in contrasto al Covid-19: Interpello

Con Risposta ad Interpello 10 maggio 2021, n. 322 l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla fruibilità del credito d’imposta relativo all’adeguamento degli ambienti di lavoro per il contrasto alla diffusione del Covid-19.In particolare, l’Agenzia ritiene che siano da ritenere eleggibili ai fini del credito d’imposta la realizzazione di: aperture con lo scopo di facilitare il ricambio d’aria;varchi per facilitare il deflusso di persone. Al contrario, l’Agenzia considera non agevolabile la spesa sostenuta per la ristrutturazione di una “sala in precedenza dedicata ad altre funzioni quale locale per la registrazione dei partecipanti a convegni“, con rifacimento di pavimenti, impianti e apertura di nuovo ingresso. Fonte SEAC spa

Proroga del termine di pagamento IRAP: Comunicato Stampa

Con Comunicato stampa 30 aprile 2021, n. 87, il MEF rende noto che è in corso di emanazione una disposizione che proroga dal 30 aprile al 30 settembre 2021 il termine per il pagamento dell’IRAP, senza sanzioni ed interessi; si ritiene che la disposizione riguardi l’acconto IRAP 2020 non ancora versato a causa dell’errata applicazione delle previsioni di esonero di cui all’art. 24, D.L. n. 34/2020, in relazione alle misure adottate a sostegno dell’economia a seguito dell’emergenza COVID-19.Sarebbero escluse dal rinvio le imprese che hanno superato il tetto di aiuti di Stato concesso dal Temporary framework. Fonte SEAC spa

Strumentazione medico-diagnostica per Covid-19 e IVA applicabile: Interpello

Con Risposte ad Interpello 19 aprile 2021, n. 267 e n. 268, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicabilità del regime di esenzione IVA agli strumenti medico-diagnostici per Covid-19, come previsto dalla Legge di Bilancio 2021.L’Agenzia delle Entrate ha precisato che ai dispositivi medico-diagnostici in vitro per Covid-19, identificati dai codici Taric indicati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, si applica il regime di esenzione IVA con diritto alla detrazione d’imposta fino al 31 dicembre 2022.Invece, in caso di cessione di tamponi asta con punta di nylon, per effettuare il prelievo naso-faringeo per accertamento di presunto Covid-19, da processare successivamente con tecnologia molecolare antigenica, è necessario procedere preliminarmente alla classificazione merceologica tramite […]

Donazione di beni per gestione Covid-19: Interpello

Con Risposta ad Interpello 4 marzo 2021, n. 150, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti circa la detrazione IVA di beni donati nell’ambito della gestione della pandemia da Covid-19, per un ente commerciale che ha messo a disposizione di un ospedale alcuni spazi dotati di specifiche attrezzature per fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso. Secondo l’Agenzia, nel caso di specie è consentita la detrazione IVA sugli acquisti relativi alla donazione, in quanto può essere applicato il combinato disposto di cui all’art. 66, comma 3-bis, D.L. n. 18/2020 (che considera effettuati nell’esercizio di impresa gli acquisti dei beni ceduti a titolo di erogazione liberale in natura ai fini della detrazione IVA) e dell’art. 10, comma 1, n. 12), D.P.R. n. 633/1972. […]