Tag Archivi: Conversione Decreto Sostegni

Conversione Decreto Sostegni: Aiuti di Stato a seguito emergenza Covid-19

In sede di conversione del D.L. n. 41/2021, c.d. Decreto Sostegni, sono state recepite le ultime modifiche, apportate in data 28.1.2021, alla Comunicazione della Commissione UE 19.3.2020 1863 final “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” in materia di Aiuti di Stato a seguito dell’emergenza Covid-19. A tal fine, con la modifica degli artt. da 54 a 61, DL n. 34/2020, c.d. Decreto Rilancio, in materia di aiuti concessi da Regioni/Province autonome/altri Enti territoriali / CCIAA sono previsti:  l’aumento del massimale degli aiuti della Sezione 3.1 da euro 800.000 a euro 1.800.000 e quello della Sezione 3.12 da euro 3 milioni a euro 10 […]

Conversione Decreto Sostegni: rivalutazione beni d’impresa

In sede di conversione del D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni“, mediante l’art. 1-bis è stato inserito il nuovo comma 4-bis, art. 110, D.L. n. 104/2020 (c.d. “Decreto Agosto”) che prevede la possibilità di effettuare la rivalutazione dei beni d’impresa anche nel bilancio relativo all’esercizio successivo a quello in corso al 31.12.2020, ossia per i soggetti con esercizio coincidente con l’anno solare nel bilancio chiuso al 31.12.2021. Tuttavia si specifica che la rivalutazione: va fatta con esclusivo riferimento ai beni non rivalutati nel bilancio precedente;non prevede la possibilità di affrancamento del saldo attivo di cui al comma 3;non contempla il riconoscimento degli effetti a fini fiscali di cui al comma 4, ma solo gli effetti a fini civilistici. Fonte SEAC spa

Decreto Sostegni convertito in legge: le novità

Il D.L. n. 41/2021 (cd. Decreto Sostegni) è stato convertito in legge dalla Legge n. 69/2021, pubblicata sulla G.U. 21 maggio 2021, n. 120. In particolare, in sede di conversione, oltre a confermare le disposizioni riguardanti il riconoscimento di un contributo a fondo perduto a favore degli operatori economici colpiti dall’emergenza Covid-19 e l’annullamento automatico dei debiti di importo residuo fino a 5.000 affidati all’Agente della Riscossione dal 2000 al 2010, sono state introdotte alcune novità: l’esenzione dal versamento della prima rata IMU 2021 a favore dei soggetti beneficiari del predetto contributo (anche se non l’hanno effettivamente richiesto);il riconoscimento di uno specifico contributo a fondo perduto in misura massima di 1.000, a favore delle imprese che hanno attivato la partita IVA nel 2018 ed iniziato […]

Conversione Decreto Sostegni: ricontrattazione locazioni commerciali

In sede di conversione del D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni”, con lo scopo di consentire un percorso regolato di condivisione dell’impatto economico derivante dall’emergenza COVID-19, a tutela delle imprese e delle controparti locatrici, nei casi in cui il conduttore abbia subito una significativa diminuzione del volume d’affari del fatturato / corrispettivi, derivante dalle restrizioni sanitarie, dalla crisi economica di taluni comparti e dalla riduzione dei flussi turistici, è stato previsto che conduttore e locatore sono tenuti a collaborare tra di loro per la rideterminazione del canone di locazione. Fonte SEAC spa

Conversione Decreto Sostegni: prorogata l’esenzione dal pagamento del canone unico

In sede di conversione del D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni”, al fine di promuovere la ripresa delle attività turistiche danneggiate dall’emergenza COVID-19, l’art. 30, comma 1, lett. a) e b), per il periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021 (termine differito in sede di conversione), conferma l’esonero dal pagamento: del canone unico introdotto dall’art. 1, comma 816, Legge n. 160/2019, a decorrere dal 2021, in sostituzione della TOSAP/COSAP/imposta comunale sulla pubblicità/diritto sulle pubbliche affissioni/canone installazione mezzi pubblicitari/canone di cui all’art. 27, commi 7 e 8, D.Lgs. n. 285/92, per le strade di pertinenza di Comuni e Province;del canone di concessione per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al Demanio o al patrimonio indisponibile, destinati a mercati realizzati […]

Conversione Decreto Sostegni: nuovo contributo a fondo perduto per le start up

In sede di conversione del D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni”, è stato aggiunto il nuovo art. 1-ter, denominato “Contributo a fondo perduto per le start-up”.In particolare viene riconosciuto, per l’anno 2021, uno specifico contributo a fondo perduto, nella misura massima di 1.000, a favore delle imprese che hanno attivato la partita IVA nel 2018, la cui l’attività di impresa (come desumibile dal Registro Imprese) è iniziata nel corso del 2019 e alle quali non spetta il contributo di cui all’art. 1, del presente Decreto.  I criteri e le modalità attuative del nuovo contributo sono demandate ad un apposito Decreto del MEF.  Fonte SEAC spa

Conversione Decreto Sostegni: contributo straordinario cultura

In sede di conversione del D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni“, all’art. 36-bis, è stato riconosciuto un contributo straordinario, sotto forma di credito d’imposta, pari al 90% delle spese sostenute nel 2020 dalle imprese che svolgono attività teatrali/spettacoli dal vivo, che abbiano subìto nello stesso anno una riduzione del fatturato di almeno il 20% rispetto al 2019. L’agevolazione è riconosciuta anche se: per l’esercizio delle attività sopra descritte sono stati utilizzati sistemi digitali per la trasmissione di opere dal vivo;l’impresa ha già beneficiato in via ordinaria di altri finanziamenti previsti a carico del Fondo unico per lo spettacolo. In particolare, il credito d’imposta in esame: è utilizzabile nel mod. REDDITI relativo al periodo d’imposta di sostenimento delle spese;è utilizzabile in compensazione tramite il mod. […]

Conversione Decreto Sostegni: contributo per imprese di Comuni montani sciistici

In sede di conversione del D.L. n. 41/2021, c.d. Decreto Sostegni, a fronte della mancata apertura al pubblico della stagione sciistica invernale 2020/2021, è stato confermato lo stanziamento di 700 milioni di euro destinato alle Regioni ed alle Province autonome di Trento e Bolzano, finalizzato all’erogazione di contributi a favore degli esercenti attività di vendita di beni o servizi al pubblico, svolte nei Comuni a vocazione montana appartenenti a comprensori sciistici. l contributi in esame non sono tassati ai fini IRPEF/IRAS/IRAP ed sono riconosciuti ed erogati in conformità alla Comunicazione della Commissione UE 19.3.2020 C(2020)1863 final. Fonte SEAC spa

Conversione Decreto Sostegni: fondo per associazioni/società sportive dilettantistiche

Tra gli elementi di novità, in sede di conversione del D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni“, si rileva l’aumento, per il 2021, di euro 50 milioni del fondo istituito dall’art. 3, DL n. 137/2020, c.d. “Decreto Ristori“, allo scopo di fronteggiare la crisi economica determinatasi in ragione delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza COVID-19. L’aumento del fondo è destinato all’erogazione di contributi a fondo perduto a favore delle associazioni/società sportive dilettantistiche che hanno sospeso l’attività sportiva. Le modalità ed i termini di presentazione della richiesta di erogazione del contributo in esame, i criteri di ammissione e le modalità di erogazione sono demandate ad un apposito DPCM. Fonte SEAC spa

Conversione Decreto Sostegni e compensazione somme iscritte a ruolo con crediti P.A.

Sul S.O. n. 21/L alla G.U. 21.5.2021, n. 120 è stata pubblicata la Legge n. 69/2021 di conversione del D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni“.Tra le novità è stato previsto che, anche per il 2021, con riferimento ai carichi affidati all’Agente della Riscossione entro il 31.10.2020, le imprese/lavoratori autonomi possono compensare, ai sensi dell’art. 12, comma 7-bis, D.L. n. 145/2013, le somme riferite a cartelle esattoriali con i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili relativi a somministrazioni, forniture, appalti e servizi, anche professionali, maturati nei confronti della Pubblica amministrazione, a condizione che la somma iscritta a ruolo sia pari o inferiore al credito vantato. La compensazione richiede l’utilizzo del mod. F24 “crediti PPAA”. Fonte SEAC spa