Tag Archivi: cedolare secca

“Remissione in bonis”: applicabile anche per tardiva revoca della cedolare secca

di Guadagnini Mattia L’art. 2, comma 1, D.L. n. 16/2012 ha introdotto l’istituto della c.d. “remissione in bonis”. Tale istituto consiste in una particolare forma di regolarizzazione, che permette la fruizione di benefici di natura fiscale o l’accesso a regimi fiscali opzionali anche nel caso in cui il contribuente non abbia adempiuto, nei termini previsti, agli obblighi di preventiva comunicazione o a qualunque altro adempimento di natura formale previsto. Va evidenziato che, con Risposta 28 ottobre 2022, n. 530 l’Agenzia delle Entrate ha precisato che la remissione in bonis può trovare applicazione anche al fine di sanare la tardiva comunicazione di revoca del regime della “cedolare secca” (ex art. 3, D.L. n. 23/2011). Disciplina generale La possibilità di fruire di benefici di natura fiscale (oppure accedere a […]

Immobile locato al custode, applicabile la cedolare secca: Interpello

Con Risposta ad Interpello 24 novembre 2021, n. 790, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il regime della cedolare secca è applicabile anche nel caso in cui la parte conduttrice sia un condominio, a condizione che: non vi sia esercizio di attività d’impresa, arti o professioni, né da parte del locatore, né da parte del conduttore;l’immobile sia destinato a finalità abitative (nel caso di specie, l’immobile oggetto di locazione è destinato al custode del condominio, che lo utilizza come abitazione principale). Fonte SEAC spa

Cedolare secca: locazioni brevi

Il comma 595 , art. 1, Legge n. 178/2020 , ha confermato l’applicazione, dall’anno 2021 , della cedolare secca sulle locazioni brevi solo in caso di destinazione alla locazione di non più di 4 appartamenti per ciascun periodo d’imposta. Superato tale limite , l’attività di locazione, da chiunque esercitata, si presume svolta in forma imprenditoriale ex art. 2082, C.c. In particolare, il presente comma del sopracitato articolo, si riferisce anche per i contratti stipulati tramite: soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare;soggetti che gestiscono portali telematici. Inoltre, il comma 597, del citato articolo 1, conferma quanto previsto dall’art. 13-quater, comma 4, D.L. n. 34/2019, ossia l’istituzione presso il MIBACT di un’apposita banca dati delle strutture ricettive e degli immobili destinati alle locazioni brevi che dovranno essere identificati mediante un […]