Tag Archivi: brexit

Adempimento obblighi IVA e Brexit: Risoluzione

Con Risoluzione 1° febbraio 2021, n. 7 , l’Agenzia delle Entrate ha chiarito i dubbi sorti a seguito dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, in merito alla possibilità, per coloro che dispongono di un rappresentante fiscale o di un identificativo IVA , di continuare ad utilizzare tali modalità di adempimento per le operazioni interne, nonostante siano soggetti extra UE. Il Protocollo stabilito tra Regno Unito e Unione Europa consente di continuare ad applicare ai soggetti passivi del Regno Unito le disposizioni contenute nell’articolo 35-ter, comma 5, D.P.R. n. 633/1972. Pertanto, coloro che dispongono già di un rappresentante fiscale o di un identificativo IVA, nominato o rilasciato antecedentemente al 1° gennaio 2021, possono continuare ad avvalersene per le operazioni […]

Brexit e ad Accordo sull’Irlanda del Nord: Comunicato stampa MEF

Con Comunicato stampa 15 gennaio 2021 , il MEF ha fornito indicazioni sui profili fiscali e doganali relativi alla c.d. “Brexit” e all’accordo sull’Irlanda del Nord. Il MEF ha ricordato che il 1° gennaio 2021 è entrato in vigore l’accordo tra Regno Unito e Unione europea, finalizzato a regolare il futuro delle relazioni economiche tra i due sistemi dopo Brexit e dovrà essere ratificato dai rispettivi Parlamenti. La Commissione Europea ha predisposto delle linee guida con particolare riguardo alla normativa fiscale e doganale consultabile al link https://ec.europa.eu/taxation_customs/uk-withdrawal-it_en. È stata inoltre emanata la Direttiva (UE) 2020/1756 del Consiglio 20 novembre 2020 che modifica la Direttiva 2006/112/CE relativa al sistema comune d’imposta sul valore aggiunto per quanto riguarda […]

Brexit e protezione dati

Il Garante della privacy, attraverso il proprio sito web, ha chiarito che a seguito della Brexit, per il corretto trattamento di dati con il Regno Unito bisogna fare riferimento all’Accordo commerciale e di cooperazione 30 dicembre 2020, stipulato tra Regno Unito e UE, il quale prevede, tra l’altro, che il Regno Unito continua ad applicare il GDPR per un ulteriore periodo di massimo 6 mesi dalla Brexit e, quindi, fino al 30 giugno 2021. In questo periodo, quindi, ogni comunicazione di dati personali verso il Regno Unito può avvenire con le regole valevoli al 31 dicembre 2020 e non è considerata un trasferimento di dati verso un paese terzo. fonte SEAC spa