Tag Archivi: aliquota IVA

Lenti a contatto correttive e aliquota IVA al 4%: Interpello

Con Risposta 13 maggio 2022, n. 264, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicazione dell’aliquota IVA ridotta (pari al 4%) alle lenti a contatto correttive.In particolare, l’Agenzia ha rammentato che, sulla base di quanto previsto dal n. 41-quater della Tabella A, parte II, allegata al D.P.R. n. 633/1972, sono soggette all’aliquota IVA a 4% le cessioni di protesi ed ausili inerenti a menomazioni funzionali permanenti.Pertanto, la predetta aliquota IVA agevolata va applicata anche a tutte le lenti a contatto correttive, poiché destinate a sopperire a menomazioni visive di carattere permanente. Fonte SEAC spa

Aliquota IVA cessioni lettiere composte da carta riciclata: Interpello

Con Risposta ad Interpello 13 maggio 2022, n. 263, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’aliquota IVA applicabile alle cessioni di lettiere per gatti e piccoli animali domestici composte da carta di scarto riciclata. L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che, per le cessioni di tali lettiere, composte da un pallet ottenuto dalla carta riciclata, trovi applicazione l’aliquota IVA ordinaria; il prodotto descritto dal contribuente, infatti, non rientra tra quelli elencati al n. 18), Parte II, Tabella A, D.P.R. n. 633/1972, che prevede l’applicazione dell’aliquota del 4% non per il bene carta in generale, ma solo per le cessioni di giornali e notiziari quotidiani, dispacci delle agenzie di stampa, libri, periodici. Fonte SEAC spa

Aliquota IVA integratori alimentari: Interpello

Con Risposta ad Interpello 28 aprile 2022, n. 226, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’aliquota IVA applicabile al commercio di cinque integratori alimentari a base di fermenti lattici. L’Agenzia, così come indicato in precedenti documenti di prassi, ritiene che per la cessione di integratori alimentari possa essere applicata l’aliquota IVA del 10%, quando gli stessi sono riconducibili ai prodotti indicati al n. 80 della Tabella A, Parte III, D.P.R. n. 633/72, e classificabili, sulla base dei pareri forniti dall’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli, nell’ambito della sottovoce NC 2106 9098. Fonte SEAC spa

Aliquota IVA cessioni animali congelati e insetti vivi: Interpello

Con Risposta ad Interpello 27 aprile 2022, n. 220, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’aliquota IVA applicabile al commercio elettronico di animali congelati e insetti vivi, destinati all’alimentazione di rettili e rapaci.Il contribuente, in conformità al parere tecnico rilasciato dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ritiene applicabile l’aliquota IVA del 10%  alle cessioni di animali congelati e di insetti vivi, qualificandoli quali prodotti rientranti rispettivamente nella categoria di cui al n. 19) e al n. 7), Tabella A, Parte III, D.P.R. n. 633/1972.L’Agenzia considera applicabile l’aliquota ridotta alle cessioni di animali congelati, purché venga specificamente dichiarato che si tratta di prodotti non destinati all’alimentazione umana. Inoltre, ritiene inapplicabile l’aliquota del 10% al commercio di insetti vivi, in quanto non rientranti tra le tipologie di insetti […]

Accordi transattivi e aliquota IVA: Interpello

Con Risposta ad Interpello 22 aprile 2022, n. 212, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’aliquota IVA applicabile alle somme versate in caso di accordo transattivo.Nel caso di specie, la controversia principale tra due società trova la sua conclusione in un accordo transattivo avente ad oggetto il pagamento di una somma di denaro a titolo di risarcimento forfetario; tale somma viene corrisposta dalla società Alfa a fronte dell’abbandono di ogni domanda e pretesa da parte della società Beta. L’accordo transattivo ha ad oggetto uno scambio di prestazioni reciproche, poiché la somma di denaro, corrisposta dalla società Alfa, costituisce il controvalore dell’impegno di Beta di rinunciare al contenzioso instaurato, al fine di ottenere il risarcimento dei danni. L’Agenzia delle Entrate […]

Aliquota IVA applicabile a servizi fotografici per eventi: Interpello

Con Risposta ad Interpello 12 aprile 2022, n. 188, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’aliquota IVA applicabile ai servizi fotografici per eventi quali battesimi, cresime, matrimoni e altre ricorrenze.Nel caso di specie il contribuente, titolare di uno studio fotografico, reputa i ritratti e le fotografie scattate in occasione di tali eventi qualificabili come oggetti d’arte, ai sensi della Direttiva CE n. 112/2006 (c.d. Direttiva IVA); pertanto ritiene che per l’attività svolta possa essere applicata l’aliquota IVA agevolata del 10%, di cui al n. 127-septiesdecies, Tabella A, Parte III, D.P.R. n. 633/1972.L’Agenzia delle Entrate evidenzia che è applicabile l’aliquota IVA del 10%, alle cessioni di fotografie, purché queste siano eseguite dal contribuente, effettuate da lui stesso o sotto il suo controllo, firmate e numerate nei limiti di […]

Aliquota IVA applicabile al rifacimento di una piazza: Interpello

Con Risposta ad Interpello 7 aprile 2022, n. 180, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’aliquota IVA applicabile ad un contratto di appalto, avente ad oggetto il rifacimento di una piazza comunale con contemporanea rimozione di qualsiasi dislivello tra la stessa ed il piano stradale.Nel caso di specie, il contribuente ritiene che l’intervento in esame possa fruire dell’aliquota IVA del 4%, di cui al n. 41-ter), Tabella A, Parte II, D.P.R. n. 633/1972, in quanto determina l’eliminazione di qualsiasi barriera architettonica nei confronti dei soggetti portatoti di handicap.L’Agenzia delle Entrate precisa che oggetto del contratto di appalto è un’intervento di manutenzione straordinaria e non la realizzazione di opere direttamente finalizzate al superamento o all’eliminazione delle barriere architettoniche come richiesto ai fini del […]

Aliquota IVA per la fornitura di materiale didattico ricreativo: Interpello

Con Risposta ad Interpello 22 marzo 2022, n. 148, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’aliquota IVA applicabile alla fornitura di materiale didattico-ricreativo.Nello specifico, il servizio consiste nella vendita on line di una scatola contenente differenti tipologie di oggetti e strumenti utili a svolgere attività didattiche, per il tramite di video tutorial.L’Agenzia ha precisato che le schede illustrative e i video tutorial non configurano un servizio educativo poiché l’elemento prevalente dell’operazione è la cessione di beni.Di conseguenza, l’operazione in esame, configurando una cessione di beni, deve essere assoggettata all’aliquota IVA ordinaria. Fonte SEAC spa

Aliquota IVA applicabile agli integratori alimentari: Interpello

Con Risposta ad Interpello 17 marzo 2022, n. 121, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicazione dell’aliquota IVA alle cessioni di integratori alimentari.  Nel caso di specie, si tratta di integratori alimentari con un’alta concentrazione di fermenti lattici vivi (30 miliardi per capsula), che agiscono sull’equilibro della flora intestinale.L’Agenzia ha precisato che, sulla base del parere tecnico fornito dall’ADM, che ha classificato il prodotto alla voce 21.06.90 “Preparazioni alimentari non nominate né comprese altrove”, alle cessioni di tali integratori è applicabile l’aliquota IVA del 10%, ai sensi del n. 80), Tabella A, parte III, D.P.R. n. 633/1972. Fonte SEAC spa

Aliquota IVA applicabile ai prodotti di panetteria ordinaria: Interpello

Con Risposta ad Interpello 8 marzo 2022, n. 98, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’aliquota IVA applicabile ai prodotti di panetteria ordinaria.In particolare, l’Agenzia ha precisato che alle cessioni dei seguenti prodotti da forno, realizzati senza aggiunta di vino: taralli gusto bacon (prodotti con farina di frumento, olio di semi di girasole alto oleico, condimento gusto bacon 1,9%, olio extra vergine di oliva 0,8%, sale, aroma naturale di oliva);taralli gusto classico (prodotti con farina di frumento, olio di semi di girasole alto oleico, olio extra vergine di oliva 2%, sale, aroma naturale); si applica l’aliquota IVA del 4%, sulla base della classificazione effettuata dall’Agenzia delle Dogane e dell’art. 1, comma 4, L. n. […]