Tag Archivi: agevolazione prima casa

Agevolazione prima casa under 36 e credito d’imposta IVA: Interpello

Con Risposta ad Interpello 11 maggio 2022, n. 261, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al credito d’imposta per l’IVA pagata in sede di acquisto dell’immobile nell’ambito dell’agevolazione prima casa under 36.In particolare, il padre del contribuente che intende fruire dell’agevolazione, ha stipulato un contratto preliminare di compravendita (per persona da nominare) e ha pagato la caparra e gli acconti, con fatture intestate al genitore. Al momento di stipula del contratto definitivo, l’immobile verrà intestato al contribuente, che vi trasferirà la residenza e provvederà al pagamento del saldo. L’Agenzia ha precisato che al contribuente è riconosciuto un credito d’imposta di ammontare pari all’IVA corrisposta in relazione all’acquisto e quindi dall’atto di compravendita è necessario che risultino […]

La spiaggia privata si considera pertinenza ai fini dell’agevolazione prima casa

Con Ordinanza 25 febbraio 2022, n. 6316, la Corte di Cassazione ha fornito chiarimenti in merito al concetto di pertinenza ai fini delle agevolazioni fiscali per l’acquisto prima casa.Nel caso di specie la Corte di Cassazione stabilisce che la spiaggia privata può essere considerata pertinenza, e beneficiare dell’agevolazione prima casa, in quanto il concetto di pertinenza è fondato sul criterio fattuale della destinazione effettiva e concreta del bene al servizio dell’immobile principale, senza che rilevi la qualificazione catastale del bene, che ha esclusivo rilievo formale.In particolare la Suprema Corte evidenzia che normativamente non vi sia un’elencazione esclusiva, in quanto il carattere pertinenziale di un bene (rispetto ad un altro) dipende dalla circostanza che la pertinenza sia destinata “a servizio od ornamento dell’immobile principale”, il quale a sua […]

Agevolazione “prima casa” under 36: Legge di Bilancio 2022 (bozza)

La bozza della Legge di Bilancio 2022 proroga al 31 dicembre 2022 le agevolazioni di cui all’articolo 64, commi da 6 a 11, D.L. 25 maggio 2021, n. 73 (c.d. “Decreto Sostegni-bis”), introdotte per favorire l’autonomia abitativa dei “giovani” per l’acquisto della “prima casa“.In particolare, per gli atti stipulati entro il 31 dicembre 2022, a favore di soggetti che non hanno ancora compiuto 36 anni di età e con un valore ISEE non superiore a €40.000 annui, è previsto l’esonero dal pagamento: dell’imposta di registro;dell’imposta ipotecaria;dell’imposta catastale. Si evidenzia, inoltre, che così come disposto dall’art. 64, commi 7 e 8, D.L. n. 73/2021: in caso di acquisto della “prima casa” soggetto ad IVA, viene riconosciuta un’agevolazione, sotto forma di credito d’imposta, di […]

Agevolazione prima casa e mancata ultimazione dei lavori: Cassazione

Con Ordinanza 17 novembre 2021, n. 34865, la Corte di Cassazione ha precisato, in tema di agevolazione prima casa, che il mancato completamento nei termini dei lavori di ristrutturazione, che impedisce il trasferimento della residenza entro diciotto mesi nel comune in cui è ubicato l’immobile acquistato, non è considerato inevitabile, imprevedibile e assolutamente non imputabile alla parte, con conseguente decadenza dal beneficio fiscale.In altre parole, tale evento non costituisce una causa di forza maggiore. Fonte SEAC spa

Dichiarazione di volontà di fruire dell’agevolazione prima casa nell’atto di acquisto: Cassazione

Con Ordinanza 12 novembre 2021, n. 33968, la Corte di Cassazione ha stabilito che il godimento dei benefici fiscali, connesso all’acquisto della prima casa, presuppone che il contribuente manifesti la volontà di fruirne nell’atto di acquisto dell’immobile, dichiarando espressamente, pena l’inapplicabilità dei benefici stessi, di: volersi stabilire nel Comune dove si trova l’immobile;non godere di altri diritti reali su immobili nello stesso Comune;non aver già fruito dei medesimi benefici. In particolare, la Suprema Corte evidenzia che la dichiarazione di non possedere, su tutto il territorio nazionale, di altra abitazione già acquistata con la medesima agevolazione, deve essere effettuata nell’atto di acquisto e deve riguardare la situazione esistente in quel momento.Non rileva, quindi, ai fini fiscali, che le parti abbiano pattuito di subordinare l’efficacia dell’acquisto alla condizione sospensiva della rivendita, entro un […]

Immobile acquistato all’asta: ok agevolazione prima casa under 36

Con Risposta ad Interpello 4 ottobre 2021, n. 653, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che è possibile fruire dell’agevolazione per acquisto di abitazioni da parte di persone fisiche under 36 (esenzione dall’imposta di registro per coloro che non hanno ancora compiuto 36 anni con ISEE non superiore ai 40 mila euro) anche nel caso in cui la proprietà dell’immobile si acquisisca per effetto di un provvedimento giudiziale.Le dichiarazioni richieste per l’applicazione dell’agevolazione sono rese, in linea generale, nelle more del giudizio, in modo che risultino dal provvedimento medesimo; tuttavia, è possibile rendere tali dichiarazioni anche in un momento successivo, a condizione che ciò avvenga prima della registrazione dell’atto. Fonte SEAC spa

Agevolazione prima casa e cambio di destinazione d’uso: Cassazione

La Corte di Cassazione, con Ordinanza 23 aprile 2021, n. 10864, ha chiarito che l’agevolazione prima casa non è applicabile nel caso in cui il cambio di destinazione d’uso dell’immobile preposseduto non sia stato perfezionato.Nel caso di specie, l’agevolazione non viene riconosciuta, in quanto alla data del rogito l’immobile di cui il contribuente era già proprietario era accatastato come civile abitazione, non essendosi ancora perfezionato il procedimento per il cambio d’uso. Fonte SEAC spa