Categoria Archivi: Senza categoria

Rettifica richiesta di rimborso credito IVA: Interpello

Con Risposta ad Interpello 9 giugno 2022, n. 328, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla possibilità di rettificare l’originaria richiesta di rimborso del credito IVA mediante la presentazione della dichiarazione integrativa. In particolare l’Agenzia, richiamando la Risposta ad Interpello 30 luglio 2020, n. 231, ha chiarito che: è possibile rettificare l’originaria richiesta di rimborso del credito IVA, optando per la compensazione, purché il rimborso non sia già stato eseguito;la dichiarazione integrativa deve essere presentata entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione IVA ex art. 57, comma 1, D.P.R. n. 633/1972. In tali casi, il contribuente deve indicare il credito risultante dalla dichiarazione integrativa nella dichiarazione relativa al periodo d’imposta in […]

Mandato con rappresentanza e pagamento bollo auto tramite PagoPA

Con Risposta 7 aprile 2022, n. 182, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al regime IVA da applicare relativamente al servizio di pagamento delle tasse automobilistiche mediante PagoPA, in presenza di un mandato con rappresentanza.In particolare, l’Agenzia ha precisato che al sussistere di un rapporto giuridico riconducibile ad un mandato con rappresentanza tra una società di consulenza aziendale, amministrativa e gestionale (che gestisce anche le flotte auto aziendali) ed il suo cliente, le somme che la società percepisce dal suo cliente a titolo di rimborso della tassazione automobilistica e della fee che spetta al PSP (Prestatore di servizi di pagamento) sono escluse dall’applicazione dell’IVA e non rientrano nel calcolo della base imponibile. Fonte SEAC spa

Imposta di bollo documenti rilasciati in via telematica: Interpello

Con Risposta ad Interpello 6 aprile 2022, n. 170, l’Agenzia delle Entrate ha fornito dei chiarimenti in merito all’applicabilità dell’imposta di bollo, di cui all’art.4, Tariffa allegata al D.P.R n. 642/1972, sulle copie rilasciate in via telematica.Nel caso di specie, l’interpellante considera le copie conformi dei fascicoli digitali, sostitutivi di quelli cartacei, trasmesse dall’Ente al richiedente a mezzo PEC o tramite e-mail in formato pdf, qualificabili quali documenti digitali o digitalizzati.Pertanto, l’interpellante richiede la possibilità di assoggettare il rilascio degli stessi documenti al pagamento dell’imposta di bollo nella misura forfettaria di euro 16,00, a prescindere dalla dimensione del documento. A tal riguardo, l’Agenzia delle Entrate precisa che il semplice invio di un documento in formato pdf tramite posta elettronica non è considerato quale […]

Indennizzo e provvista di pagamento: trattamento fiscale ai fini IRES ed IRAP

Con Risposta 21 marzo 2022, n. 132, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al trattamento fiscale, ai fini IRES e IRAP, di un importo ricevuto ed erogato a titolo di indennizzo e provvista di pagamento.In particolare, l’Agenzia ha precisato che il versamento effettuato da un Fondo a titolo di indennizzo, in relazione alla provvista erogata per la definizione di un PVC, determina un componente negativo risultante nel conto economico della società ricevente che non può essere ricondotto “ad attività o beni da cui derivano ricavi o altri proventi che concorrono a formare il reddito e che non vi concorrono in quanto esclusi“. Pertanto, tale somma non può essere dedotta dalla base imponibile IRES della società.Per quanto concerne, invece, il trattamento ai fini IRAP, l’Agenzia evidenzia che tale indennizzo non […]

Aggiornamento dei coefficienti di rivalutazione per i fabbricati di gruppo D: Decreto MEF

Con Decreto 07 maggio 2021, in attesa di pubblicazione in G.U., il MEF ha aggiornato i coefficienti di rivalutazione per la determinazione del valore dei fabbricati classificabili nel gruppo D, di cui all’art. 1, comma 746, Legge n. 160/2019, ai fini dell’applicazione: dell’imposta municipale propria (IMU);dell’imposta immobiliare sulle piattaforme marine (IMPi); dovute per l’anno 2021.In particolare, il coefficiente per il 2021 è pari a 1,01. Fonte SEAC spa

Modifiche indici sintetici di affidabilità fiscale: Decreto

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale 9 febbraio 2021, n. 33 il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze 2 febbraio 2021, riguardante l’approvazione delle modifiche agli Indici sintetici di affidabilità fiscale, applicabili al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2020. In applicazione di quanto disposto dall’art. 148, D.L. n. 34/2020 in conseguenza all’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del Covid-19, infatti, sono state previste nuove ulteriori cause di esclusione dall’applicazione degli ISA che riguardano i soggetti che: nel periodo di imposta 2020, rispetto al periodo d’imposta dell’anno precedente, hanno subito una diminuzione di almeno il 33% dei ricavi o dei compensi;hanno aperto la partita IVA dal 1° gennaio 2019;esercitano, in maniera prevalente, le attività economiche individuate […]