Tutti i messaggi per Staff Studio Tisi

Credito d’imposta sanificazione e acquisto DPI: Comunicato Stampa

Con Comunicato Stampa 4 ottobre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha annunciato che a partire dal 4 ottobre sino al 4 novembre 2021 è possibile presentare la domanda per accedere al credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto dei dispositivi di protezione introdotto dal Decreto Sostegni-bis. In particolare, la domanda può essere trasmessa direttamente dal contribuente ovvero da un intermediario. Si può utilizzare sia il servizio web presente nell’area riservata del sito delle Entrate, sia i tradizionali canali telematici dell’Agenzia.Entro 5 giorni l’Amministrazione rilascerà una ricevuta che attesta la presa in carico della comunicazione ovvero lo scarto con l’indicazione delle relative motivazioni.Al termine del periodo di presentazione delle comunicazioni, sulla base delle richieste pervenute, l’Agenzia determinerà e renderà nota, con uno specifico provvedimento, la quota percentuale dei crediti effettivamente fruibili, in rapporto alle risorse disponibili. Fonte SEAC […]

Reverse charge su console da gioco, tablet, PC e laptop: Interpello

Con Risposta ad Interpello 1 ottobre 2021, n. 643, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicazione del meccanismo di reverse charge alle cessioni di console da gioco, tablet, PC e laptop, nonché alle cessioni di dispositivi a circuito integrato di cui all’art. 17, comma 6, lett. c), D.P.R. n. 633/1972.L’Agenzia, in particolare ha chiarito tre aspetti: in caso di acquisto di uno dei beni in oggetto da parte di un rivenditore (soggetto passivo IVA) con finalità differenti dalla rivendita:il cedente  (non venditore al dettaglio) dei beni in oggetto è tenuto ad emettere fattura senza addebito d’imposta, indicando la norma che prevede l’applicazione del reverse charge (art. 17, comma 6, lett. c), D.P.R. n. 633/1972);il cessionario soggetto passivo d’imposta, a sua volta, […]

Cessioni di dispositivi medici e IVA al 5%: Interpello

Con Risposta ad Interpello 1° ottobre 2021, n. 645, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che le cessioni dei dispositivi medici, utilizzati per contrastare il diffondersi del Covid-19, beneficiano dell’agevolazione IVA di cui all’art. 124, D.L. n. 34/2020, ossia del regime di esenzione fino al 31 dicembre 2020 e dell’applicazione dell’aliquota IVA del 5% a decorrere dal 1° gennaio 2021. Fonte SEAC spa

Mance soggette a tassazione: Cassazione

Con Ordinanza 30 settembre 2021, n. 26510, la Corte di Cassazione ha stabilito che in tema di reddito da lavoro dipendente, le erogazioni liberali percepite dal lavoratore dipendente, in relazione alla propria attività lavorativa, tra cui le c.d. mance, rientrano nell’ambito della nozione onnicomprensiva di reddito, fissata dall’art. 51, primo comma, TUIR, introdotta dalla riforma del D.Lgs. n. 314/1997, e sono, pertanto, soggette a tassazione.Più precisamente l’articolo 51, comma 1, TUIR, dispone che: “il reddito da lavoro dipendente è costituito da tutte le somme e i valori in genere, a qualunque titolo percepiti nel periodo d’imposta, anche sotto forma di erogazioni liberali, in relazione al rapporto di lavoro. (…)”. Fonte SEAC spa

Utilizzo dati spese sanitarie nella dichiarazione dei redditi precompilata: Provvedimento

Con Provvedimento 30 settembre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha delineato le modalità tecniche di utilizzo, ai fini dell’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata, dei dati delle spese sanitarie comunicate, a decorrere dall’anno d’imposta 2021, anche ai sensi dell’art. 1 del Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 16 luglio 2021.In particolare, la disposizione riguardante la richiesta verbale al medico o alla struttura sanitaria dell’annotazione sul documento fiscale dell’opposizione all’utilizzo dei dati delle spese sanitarie  (Provvedimento 6 maggio 2019), si applica con riferimento alle spese sanitarie, relative alle prestazioni erogate da parte dei soggetti di cui al Decreto MEF 16 luglio 2021, sostenute a partire dal sessantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del Provvedimento. Fonte SEAC spa

Aliquota IVA 10% su dispositivi medici: Interpello

Con Risposta ad Interpello 1° ottobre 2021, n. 646, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicabilità ai dispositivi medici dell’aliquota IVA ridotta al 10%, sulla base di quanto previsto dal n. 114) della Tabella A, parte III, D.P.R. n. 633/1972.In particolare il suddetto elenco ricomprende “medicinali per l’uso umano e veterinario (…), sostanze farmaceutiche ed articoli di medicazione (…)”. Sulla base dell’interpretazione autentica fornita dalla Legge di bilancio 2019, così come precisato dalla Circolare n. 8/2019, ai fini dell’applicazione dell’aliquota IVA ridotta, vanno ricompresi anche quei prodotti che pur classificati, ai fini doganali, tra i prodotti farmaceutici e medicamenti, non sono commercializzati come tali, bensì come dispostivi medici. Tuttavia, precisa l’Agenzia, tale disposizione riguarda non tutti i dispositivi […]

IVA ridotta per la cessione di apparecchi radiologici in edifici da ristrutturare: Interpello

Con Risposta ad Interpello 30 settembre 2021, n. 636, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicabilità dell’aliquota IVA ridotta del 10% per la vendita di apparecchiature sanitarie da installare in locali da ristrutturare. In particolare, l’Amministrazione finanziaria ha precisato che alle operazioni di fornitura di apparecchi radiologici come mammografi digitali, tavoli radiologici per esami scheletrici e tavoli telecomandati polifunzionali con pannello digitale dinamico per radiografia e radioscopia, si applica l’aliquota IVA del 10%, ai sensi del n. 127-terdecies, Tabella A, Parte III, D.P.R. n. 633/1972, se: le apparecchiature sono incorporate strutturalmente e funzionalmente agli edifici ristrutturati in cui sono installati, ossia sono qualificabili come “beni finiti” come chiarito dalla prassi dell’Agenzia stessa;  l’installazione richiede l’esecuzione sugli immobili di lavori edili qualificabili come interventi di […]

Al via lo “Sportello on-line” sul sito dell’AdER

Con Comunicato stampa 23 settembre 2021, l’AdER ha annunciato, a partire dal 27 settembre, la possibilità di fruire del servizio “Sportello on-line” per ricevere assistenza e eseguire operazioni da remoto. Sarà possibile relazionarsi con l’Agenzia in tempo reale, potendo svolgere le medesime operazioni disponibili allo sportello fisico tramite una piattaforma che semplifica le procedure di riconoscimento del contribuente e che permette l’invio di documentazione anche firmata digitalmente.Già dal 23 settembre è possibile prenotare un appuntamento, attraverso il sito internet dell’AdER nella sezione “Trova lo sportello e prenota”.In questa fase sperimentale, il servizio è limitato alle sole provincie di Roma, Lecce, Brescia e Bari, per poi essere progressivamente esteso a tutto il territorio italiano. Fonte SEAC spa

Distributori automatici: definizione e certificazione dei corrispettivi

Con Principio di diritto 1 ottobre 2021, n. 14, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla definizione di “Distributore automatico” (c.d. Vending machine), nonché alla certificazione dei corrispettivi delle macchine non qualificabili come tali.In primo luogo, relativamente alla definizione di “Distributore automatico” l’Agenzia specifica che si intende come tale qualsiasi apparecchio che eroga beni e servizi ed è costituito almeno dalle seguenti componenti hardware, tra loro collegate: uno o più sistemi di pagamento;un sistema elettronico (c.d. “sistema master“) costituito da una o più schede dotate di processore, capace di memorizzare ed elaborare dati al fine di erogare il bene o servizio selezionato;un erogatore di beni e servizi, ossia l’insieme dei meccanismi che consentono l’erogazione del bene o servizio selezionato;una “porta […]

Soggetti beneficiari del credito d’imposta per il settore tessile, moda e accessori

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale 29 settembre 2021, n. 233, il Decreto 27 luglio 2021 con il quale il MISE ha stabilito i criteri per l’individuazione dei settori economici in cui operano i soggetti beneficiari del credito d’imposta sulle rimanenze finali di magazzino previsto dall’art. 48-bis, comma 4, D.L. n. 34/2020.In particolare la norma stabilisce che possono accedere al presente credito d’imposta i soggetti, esercenti attività d’impresa, che operano nell’industria tessile e della moda, della produzione calzaturiera e della pelletteria. Le attività economiche beneficiarie dell’agevolazione sono individuate tramite i codici ATECO 2007. Il Decreto in oggetto dispone inoltre che con Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, saranno stabiliti le modalità, i termini di presentazione e il contenuto della comunicazione, le modalità per il monitoraggio degli utilizzi del credito d’imposta e del rispetto dei limiti […]