Tutti i messaggi per Staff Studio Tisi

Tracciabilità oneri detraibili nella precompilata 2021: Provvedimenti

Con due Provvedimenti 16 ottobre 2020, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla tracciabilità : delle spese sanitarie e veterinarie (Provvedimento n. 329676/2020);degli oneri detraibili diversi dalle spese sanitarie e veterinarie (Provvedimento n. 329652/2020); ai fini della dichiarazione dei redditi precompilata. Nei due documenti è stato chiarito che, a decorrere dall’anno d’imposta 2020, i dati da indicare nella comunicazione da trasmettere all’Anagrafe Tributaria sono solo quelli relativi alle spese sostenute e alle erogazioni effettuate con le modalità indicate dall’art. 1, comma 679, Legge 29 dicembre 2019, n. 160, ossia: tramite modalità di pagamento tracciabili;con versamento bancario o postale;oppure mediante altri sistemi di pagamento tracciabili (carte di credito o debito e prepagate) ex art. 23, D.Lgs. n. 241/1997. Si ricorda che tale modalità […]

Cessione del credito IVA futuro: Interpello

Con Risposta ad Interpello 13 ottobre 2020, n. 469, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che nel caso di società che effettua prevalentemente operazioni di cui all’articolo 50-bis, comma 4, lett. c) D.L. n. 331/1993 ossia cessioni di beni eseguite mediante introduzione in un deposito IVA, non è possibile includere tali operazioni tra quelle rilevanti ai fini del calcolo del requisito dell’aliquota media, al ricorrere del quale l’eccedenza di IVA detraibile può essere chiesta a rimborso. Infatti tali operazioni non possono essere equiparate alla stregua di operazioni “ad aliquota zero”. Inoltre, in merito alla possibilità di cessione di un credito IVA futuro (ossia non esposto in dichiarazione o nel Mod. IVA TR), l’Agenzia ha chiarito […]

Servizi bibliotecari in regime di esenzione IVA: Interpello

Con Risposta ad Interpello 15 ottobre 2020, n. 474, l’Agenzia delle entrate ha ribadito che l’esenzione IVAex art. 10, comma 1, n. 22), D.P.R. n. 633/1972 per le prestazioni proprie delle biblioteche ha valenza oggettiva, cioè a prescindere da chi le effettua (Risoluzione n. 135/2006). Inoltre, se tali prestazioni sono fornite da soggetti terzi, possono fruire dell’esenzione dall’IVA solo se configurano nell’insieme una gestione globale delle predette strutture; in caso contrario è prevista l’applicazione dell’aliquota IVA ordinaria. Per tale motivo, nel caso di specie ad una rete-soggetto costituita da cooperative che svolgono singoli servizi autonomi è stata negata l’applicazione del citato regime di esenzione IVA per l’attività bibliotecaria. Nell’ipotesi invece in cui sia una sola Cooperativa a rendere tutti i […]

Attiva la piattaforma per comunicare l’opzione per la cessione del credito/sconto in fattura

Dal 15 ottobre 2020 è attiva la piattaforma telematica, disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate, per comunicare l’opzione per la cessione del credito o lo sconto in fattura, per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, efficienza energetica, rischio sismico, impianti fotovoltaici e colonnine di ricarica, come previsto dal Provvedimento 12 ottobre 2020 dell’Agenzia delle Entrate. Si ricorda che la comunicazione deve avvenire entro il 16 marzo dell’anno successivo a quello in cui sono state sostenute le spese che danno diritto alla detrazione. fonte SEAC spa

Aghi e provette sterili: regime IVA applicabile

Con Risposta ad Interpello 14 ottobre 2020, n. 470, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al regime IVA applicabile alla cessione di strumentazione per accesso vascolare, ovvero aghi e provette sterili, anche qualora essi non siano utilizzati esclusivamente per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. L’art. 124, D.L. n. 34/2020, ha previsto l’esenzione IVA (consentendo però il diritto alla detrazione in capo al cedente) per le cessioni, effettuate entro il 31 dicembre 2020, di determinati beni indicati in maniera tassativa e considerati necessari per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Le cessioni dei medesimi beni, effettuate successivamente, invece, sono assoggettate ad aliquota IVA del 5%. Tra i beni previsti dall’art. 124 del Decreto […]

Regime agevolato IVA ex art. 124, Decreto Rilancio: Circolare

Con Circolare 15 ottobre 2020, n. 26, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicazione dell’art. 124, D.L. n. 34/2020, relativo alla disciplina IVA agevolata per l’acquisto dei beni (elencati in via tassativa) considerati necessari per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, ovvero all’esenzione IVA fino al 31 dicembre 2020 (con diritto alla detrazione dell’imposta in capo al cedente);all’applicazione dell’aliquota ridotta al 5% a partire dal 1° gennaio 2021. In particolare, l’Agenzia ha chiarito che il regime IVA agevolato si applica, tra l’altro, all’acquisto di: termometri per la misurazione della temperatura corporea, inclusi i termoscanner;mascherine chirurgiche, Ffp2 e Ffp3, mascherine riutilizzabili vendute con filtro e filtri singoli (essendo il filtro elemento principale della mascherina);distributori di disinfettanti […]

Via libera della Privacy al programma “Cashback”

Con Provvedimento 13 ottobre 2020, n. 179 il Garante della privacy ha espresso parere positivo sulla schema di Regolamento MEF che definisce il funzionamento del Programma di rimborso in denaro (c.d. “cashback“) a favore dei consumatori che effettuano acquisti con strumenti di pagamento elettronici. Il Garante precisa che dovranno però essere adottate precise misure a garanzia dei dati personali, che non dovranno essere utilizzati per finalità diverse da quelle del rimborso. Il Garante si riserva inoltre la facoltà di operare un successivo riscontro sulle caratteristiche dell’app IO, attraverso cui è possibile aderire al programma. fonte SEAC spa

Lotteria degli scontrini: parere favorevole del Garante della privacy

Con Provvedimento 1° ottobre 2020, n. 172, il Garante della privacy ha espresso parere favorevole sullo schema di provvedimento del direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, d’intesa con l’Agenzia delle entrate, che completa l’attuazione della lotteria degli scontrini. Secondo quanto si apprende dal parere dal Garante le nuove disposizioni andranno a modificare il precedente Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate e Dogane 5 marzo 2020 aggiornando l’entità e il numero dei premi, le operazioni di estrazione e le modalità di attribuzione dei premi aggiuntivi per i consumatori che pagano l’intero importo con strumenti elettronici (bancomat, carta di credito) nonché per gli esercenti che hanno emesso lo scontrino vicente (c.d. “estrazioni zero contanti”). Lo schema tiene conto delle indicazioni fornite […]

Istanza per contributo a fondo perduto: Risoluzione

Con Risoluzione 11 ottobre 2020, n. 65, l’Agenzia delle Entrate ha dato il via libera alle istanze di autotutela per le richieste di contributo a fondo perduto (articolo 25, D.L. n. 34/2020) erogato a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. I contribuenti che, a causa di errori individuati solo successivamente all’accreditamento della somma, si sono visti versare un importo inferiore a quello dovuto possono trasmettere tramite PEC un’istanza alla Direzione provinciale dell’Agenzia delle entrate competente, specificando i motivi di errore o l’impossibilità di trasmettere nei termini l’istanza sostitutiva per la quale è stata consegnata una seconda ricevuta di scarto. Qualora dall’esame dell’istanza dovesse: essere confermato l’esito comunicato in relazione alla istanza iniziale l’Ufficio notificherà motivato diniego di annullamento/revisione;emergere la […]

Convertito in legge il c.d. “Decreto agosto”

Nella giornata di ieri è stato convertito in legge il D.L. 24 agosto 2020, n. 104, c.d. “Decreto agosto”. Tra le misure di carattere fiscale approvate nel testo normativo, si segnalano: ai fini dell’applicazione del bonus 110%, è stata chiarita la definizione di “accesso autonomo dall’esterno” dell’immobile oggetto di intervento. Inoltre, i limiti delle spese ammesse al beneficio sono aumentati del 50% per gli interventi di ricostruzione riguardanti i fabbricati situati nei Comuni colpiti dagli eventi sismici del 2016, del 2017 e del 2009; in questo caso gli incentivi sono alternativi al contributo per la ricostruzione e sono fruibili per le spese di ripristino degli immobili danneggiati, comprese le seconde case;la possibilità per i soggetti che […]