Tutti i messaggi per Staff Studio Tisi

Percentuali di compensazione cessione di animali vivi: Decreto MEF in G.U.

È stato pubblicato in G.U. Serie Generale 25 marzo 2021, n. 73, il Decreto MEF 10 febbraio 2021 relativo all’innalzamento delle percentuali di compensazione IVA applicabili alle cessioni di animali vivi delle specie bovina e suina. In particolare, con l’articolo 1 è stato esteso anche al 2021 quanto previsto dall’articolo 1, comma 2, Decreto 26 febbraio 2016, ossia che la percentuale di compensazione applicabile alle cessioni di: animali vivi della specie bovina, compresi gli animali del genere, corrisponde al 7,65%;animali vivi della specie suina, corrisponde al 7,95%. fonte SEAC spa

Rivalutazione gratuita dei beni d’impresa: Interpello

Con Risposta ad Interpello 23 marzo 2021, n. 200, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla rivalutazione gratuita dei beni d’impresa ex art. 6-bis, D.L. n. 23/2020, c.d. Decreto Liquidità. In particolare, una società in accomandita semplice che: svolge attività contraddistinta dal codice ATECO 55.1 – alberghi e strutture simili;ha concesso in affitto la propria azienda;ritrae i propri ricavi unicamente dai canoni di affitto; vuole sapere se può beneficiare della rivalutazione dei beni dell’azienda ex art. 6-bis, D.L. n. 23/2020. L’Agenzia delle Entrate precisa che la società in questione rientra nell’ambito soggettivo di applicazione della rivalutazione gratuita, infatti il comma 7 del citato art. 6-bis rinvia, in quanto compatibile, all’art. 15, L. n. 342/2000, che include anche […]

Imposta sui servizi digitali: Circolare

Con Circolare 23 marzo 2021, n. 3, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti interpretativi in merito all’imposta sui servizi digitali, ex articolo 1, commi da 35 a 50, Legge n. 145/2018 ovvero l’imposta pari al 3% dei ricavi derivanti da determinati servizi digitali realizzati da imprese di rilevanti dimensioni. In particolare la Circolare analizza: l’ambito soggettivo;l’ambito oggettivo;i criteri di collegamento con il territorio dello Stato;la base imponibile;gli obblighi strumentali e contabili;i rimborsi;le Convenzioni contro le doppie imposizioni e deducibilità dell’imposta. fonte SEAC spa

Contributo a fondo perduto: modalità e termini di presentazione

Con Provvedimento 23 marzo 2021, l’Agenzia delle Entrate ha definito il contenuto informativo, le modalità ed i termini di presentazione dell’istanza per il riconoscimento del contributo a fondo perduto, di cui all’articolo 1, D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni”. In particolare, l’Agenzia ha chiarito che: dal 30 marzo 2021 e fino al 28 maggio2021 è possibile inviare apposita istanza all’Agenzia delle Entrate, anche tramite intermediario, utilizzando i canali telematici dell’Agenzia o attraverso la piattaforma web resa disponibile dal partner tecnologico Sogei;per accedere al contributo i soggetti beneficiari devono aver conseguito, nel 2019, ricavi o compensi non superiori a 10 milioni di euro ed aver registrato, nel 2020, un calo mensile medio del fatturato e dei corrispettivi,rispetto al 2019, di almeno il 30%;per i soggetti che hanno attivato la partita IVA a partire […]

Decreto Sostegni in Gazzetta Ufficiale

È stato pubblicato in G.U. Serie Generale 22 marzo 2021, n. 70, il D.L. 22 marzo 2021, n. 41, c.d. Decreto Sostegni, recante le misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza Covid-19. In particolare, il Decreto prevede: contributi a fondo perduto a favore dei soggetti titolari di partita IVA, residenti o stabiliti nel territorio dello Stato, che svolgono attività d’impresa, arte o professione o producono reddito agrario e che nel 2020 hanno perso almeno il 30% del fatturato medio mensile rispetto al 2019: i contributi sono pari a una percentuale (60%, 50%, 40%, 30%, 20%) del calo di fatturato medio mensile […]

Credito beni strumentali su betoniera: Interpello

Con Risposta ad Interpello 17 marzo 2021, n. 189, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti circa l’applicazione del credito d’imposta su investimenti per beni strumentali previsto dalla Legge di Bilancio 2020. In particolare, nel caso di acquisto di una betoniera, l’applicazione del credito d’imposta previsto dall’art. 1, comma 189, Legge n. 160/2019 è applicabile esclusivamente al costo riferibile alla sola “betoniera” (o “betoniera con pompa”) e non anche alla componente “autoveicolo”. Per ciò che riguarda i costi sostenuti per l’acquisto di quest’ultima rimane ferma l’applicazione del credito d’imposta di cui all’art. 1, comma 188, Legge n. 160/2019. fonte SEAC spa

Comunicazioni di irregolarità dopo controllo automatico: codici tributo

Con Risoluzione 18 marzo 2021, n. 20, l’Agenzia delle entrate ha istituito 26 codici tributo per il versamento, tramite Mod. F24, delle somme dovute a seguito delle comunicazioni inviate ai sensi dell’articolo 36-bis, D.P.R. n. 600/1973 (comunicazioni di irregolarità, emesse a seguito di un controllo automatico delle dichiarazioni dei redditi). I codici vanno esposti nella sezione “Erario” del Mod. F24, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “Importi a debito versati“, e vanno utilizzati nell’ipotesi in cui contribuente destinatario della comunicazione inviata intenda versare solo una quota dell’importo complessivamente richiesto. Si rimanda alla Risoluzione per l’elenco dettagliato dei codici. fonte SEAC spa

Assenza del calo del fatturato e credito d’imposta per canoni di locazione

Con Risposta ad Interpello 17 marzo 2021, n. 186, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla fruizione del credito d’imposta per canoni di locazione, ex art. 28, D.L. n. 34/2020. In particolare, un imprenditore, che utilizza, come locatario, un immobile di categoria catastale D/2 per lo svolgimento della propria attività a Rimini, comune dell’Emilia Romagna, chiede di poter usufruire del credito d’imposta in esame anche in assenza della diminuzione del fatturato. L’Agenzia delle Entrate richiamando il comma 5, art. 28, Decreto Rilancio, evidenzia che il credito d’imposta spetta in assenza della diminuzione del fatturato, oltre che ai soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1° gennaio 2019, anche ai soggetti che, […]

Credito d’imposta Ricerca e Sviluppo settore industria alimentare: Interpello

Con Risposta ad Interpello 17 marzo 2021, n. 188, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti, sulla base del parere espresso dal Ministero dello Sviluppo Economico, in merito alla fruizione del credito d’imposta Ricerca e Sviluppo per il settore dell’industria alimentare introdotto dall’articolo 3, D.L. n. 145/2013 e da ultimo modificato dalla Legge di Bilancio 2020 (Legge n. 160/2019). A tal riguardo, è stato chiarito che possono beneficiare del credito d’imposta in oggetto quelle attività: svolte nell’ambito di un determinato progetto volto ad introdurre un nuovo prodotto ovvero processo, caratterizzate dalla presenza di reali contenuti di ricerca e sviluppo, tali da far fronte ad un problema o un’incertezza scientifica o tecnologica, la cui soluzione non sarebbe possibile attraverso l’applicazione delle tecniche e delle […]

OIC: pubblicata la versione definitiva del Documento Interpretativo n. 8

In data 11 marzo 2021 l’Organismo Italiano di Contabilità (OIC) ha pubblicato sul proprio sito internet il Documento Interpretativo n. 8 “Legge 17 luglio 2020, n.77 – Disposizioni transitorie in materia di principi di redazione del bilancio (continuità aziendale)”. Nel Documento in oggetto (che è stato oggetto di pubblica consultazione fino al 30 novembre 2020) l’OIC analizza sotto il profilo tecnico contabile la norma introdotta dal comma 2 dell’articolo 38-quater, Legge 17 luglio 2020 n. 77, di conversione del Decreto Legge 19 maggio 2020, n. 34 che stabilisce, a determinate condizioni, la deroga alle disposizioni relative alla prospettiva della continuità aziendale nella redazione dei bilanci a seguito dell’emergenza coronavirus. fonte SEAC spa