Tutti i messaggi per Staff Studio Tisi

Compilazione Mod. 730/2021 per i c.d. “agricoltori sotto-soglia” che hanno percepito gli aiuti di stato

Con Risoluzione 27 maggio 2021, n. 36, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alle modalità di compilazione della dichiarazione dei redditi per i c.d. “agricoltori sotto-soglia” (art. 34, comma 6, D.P.R. n. 633/1972) che nel 2020 hanno beneficiato del contributo a fondo perduto previsto dall’art. 25, D.L. n. 34/2020.A tal proposito, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che tali soggetti possono utilizzare il Mod. 730/2021 presentando, unitamente, il Frontespizio e il quadro RS del Mod. REDDITI PF 2021, secondo le regole e nei termini previsti per la presentazione dello stesso modello.  Nel quadro RS deve essere compilato il solo prospetto Aiuti di Stato con i dati relativi al contributo in oggetto. Fonte SEAC spa

Domande indennizzo entro il 31 maggio: Messaggio INPS

Con Messaggio 25 maggio 2021, n. 2054, INPS ha fornito indicazioni operative circa l’indennizzo per la cessazione di attività commerciale ex art. 1, commi 283-284, Legge n. 145/2018 a seguito dell’approvazione della Legge di Bilancio 2021, la quale ha previsto uno stanziamento di risorse per il fondo in oggetto e l’innalzamento dell’aliquota contributiva per finanziarlo a decorrere dal 1° gennaio 2022.Alla luce della modifica normativa, al ricorrere dei prescritti requisiti e delle previste condizioni, le sedi potranno procedere alla liquidazione anche delle domande di indennizzo pervenute tra il 1° gennaio 2021 e il 31 maggio 2021, qualora si sia già provveduto alla liquidazione delle domande con data di presentazione antecedente.Con un successivo messaggio verranno fornite […]

Conversione Decreto Sostegni: rivalutazione beni d’impresa

In sede di conversione del D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni“, mediante l’art. 1-bis è stato inserito il nuovo comma 4-bis, art. 110, D.L. n. 104/2020 (c.d. “Decreto Agosto”) che prevede la possibilità di effettuare la rivalutazione dei beni d’impresa anche nel bilancio relativo all’esercizio successivo a quello in corso al 31.12.2020, ossia per i soggetti con esercizio coincidente con l’anno solare nel bilancio chiuso al 31.12.2021. Tuttavia si specifica che la rivalutazione: va fatta con esclusivo riferimento ai beni non rivalutati nel bilancio precedente;non prevede la possibilità di affrancamento del saldo attivo di cui al comma 3;non contempla il riconoscimento degli effetti a fini fiscali di cui al comma 4, ma solo gli effetti a fini civilistici. Fonte SEAC spa

Fatturazione elettronica tra operatori di San Marino ed Italia: Comunicato

Con Comunicato 26 maggio 2021, n. 103, il MEF ha reso noto lo scambio di lettere avvenuto fra il ministro italiano dell’Economia e delle Finanze ed il segretario di Stato Finanze e Bilancio di San Marino con il quale, superando il precedente scambio di lettere del 1993, si introducono, nelle operazioni commerciali fra i due Paesi, le più recenti modalità di fatturazione elettronica. Dall’1 ottobre 2021 prenderà il via un periodo transitorio, che terminerà il 30 giugno 2022, durante il quale gli operatori sammarinesi e quelli italiani potranno optare per la fatturazione elettronica in luogo di quella cartacea. In particolare, gli operatori dei due Paesi potranno emettere fatture elettroniche su un sistema unico transfrontaliero. Il sistema entrerà a regime […]

Decreto Sostegni convertito in legge: le novità

Il D.L. n. 41/2021 (cd. Decreto Sostegni) è stato convertito in legge dalla Legge n. 69/2021, pubblicata sulla G.U. 21 maggio 2021, n. 120. In particolare, in sede di conversione, oltre a confermare le disposizioni riguardanti il riconoscimento di un contributo a fondo perduto a favore degli operatori economici colpiti dall’emergenza Covid-19 e l’annullamento automatico dei debiti di importo residuo fino a 5.000 affidati all’Agente della Riscossione dal 2000 al 2010, sono state introdotte alcune novità: l’esenzione dal versamento della prima rata IMU 2021 a favore dei soggetti beneficiari del predetto contributo (anche se non l’hanno effettivamente richiesto);il riconoscimento di uno specifico contributo a fondo perduto in misura massima di 1.000, a favore delle imprese che hanno attivato la partita IVA nel 2018 ed iniziato […]

Conversione Decreto Sostegni: ricontrattazione locazioni commerciali

In sede di conversione del D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni”, con lo scopo di consentire un percorso regolato di condivisione dell’impatto economico derivante dall’emergenza COVID-19, a tutela delle imprese e delle controparti locatrici, nei casi in cui il conduttore abbia subito una significativa diminuzione del volume d’affari del fatturato / corrispettivi, derivante dalle restrizioni sanitarie, dalla crisi economica di taluni comparti e dalla riduzione dei flussi turistici, è stato previsto che conduttore e locatore sono tenuti a collaborare tra di loro per la rideterminazione del canone di locazione. Fonte SEAC spa

Conversione Decreto Sostegni: prorogata l’esenzione dal pagamento del canone unico

In sede di conversione del D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni”, al fine di promuovere la ripresa delle attività turistiche danneggiate dall’emergenza COVID-19, l’art. 30, comma 1, lett. a) e b), per il periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021 (termine differito in sede di conversione), conferma l’esonero dal pagamento: del canone unico introdotto dall’art. 1, comma 816, Legge n. 160/2019, a decorrere dal 2021, in sostituzione della TOSAP/COSAP/imposta comunale sulla pubblicità/diritto sulle pubbliche affissioni/canone installazione mezzi pubblicitari/canone di cui all’art. 27, commi 7 e 8, D.Lgs. n. 285/92, per le strade di pertinenza di Comuni e Province;del canone di concessione per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al Demanio o al patrimonio indisponibile, destinati a mercati realizzati […]

Riduzione contributo CONAI per imballaggi in carta e cartone

Il Consiglio di Amministrazione CONAI, a seguito di valutazione circa il corrente contesto in cui opera la filiera del recupero e riciclo di imballaggi a base cellulosica, ha deliberato una diminuzione del contributo ambientale base.A decorrere dall’1 luglio 2021, detto contributo, per tutti gli imballaggi in carta e cartone, diminuirà dagli attuali 55 euro a 25 euro per tonnellata.A decorrere dalla stessa data, la variazione riverserà effetti anche sulle procedure forfetarie/semplificate di dichiarazione per importazione di imballaggi pieni. Il contributo mediante calcolo forfetario sul peso dei soli imballaggi delle merci importate passerà da 107 a 101 euro per tonnellata. Per i poliaccoppiati a prevalenza carta, idonei al contenimento di liquidi, il contributo CONAI sarà pari ad euro 45 a tonnellata in luogo degli attuali 75 euro.  Fonte SEAC spa

Conversione Decreto Sostegni: nuovo contributo a fondo perduto per le start up

In sede di conversione del D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni”, è stato aggiunto il nuovo art. 1-ter, denominato “Contributo a fondo perduto per le start-up”.In particolare viene riconosciuto, per l’anno 2021, uno specifico contributo a fondo perduto, nella misura massima di 1.000, a favore delle imprese che hanno attivato la partita IVA nel 2018, la cui l’attività di impresa (come desumibile dal Registro Imprese) è iniziata nel corso del 2019 e alle quali non spetta il contributo di cui all’art. 1, del presente Decreto.  I criteri e le modalità attuative del nuovo contributo sono demandate ad un apposito Decreto del MEF.  Fonte SEAC spa

Contributi pubblici erogati in forza di avviso pubblico esclusi da IVA

Con Risposta ad Interpello 25 maggio 2021, n. 375, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti circa il regime IVA applicabile ai contributi pubblici erogati in forza di avviso pubblico, ai sensi dell’art. 12, Legge n. 241/1990. L’Agenzia ha esaminato i contributi utili a finanziare lo svolgimento di un’attività di interesse generale, a beneficio di soggetti meritevoli di attenzione sociale e non a vantaggio diretto ed esclusivo della pubblica amministrazione.In particolare, nel caso di specie, trattandosi di somme percepite da una cooperativa (partner co-beneficiaria di un Comune) l’Amministrazione Finanziaria ha precisato che queste devono ritenersi mere movimentazioni di denaro e, pertanto, escluse dall’ambito applicativo dell’IVA (art. 2, comma 3, lett. a), D.P.R. n. 633/1972). Fonte SEAC spa