Finanziamento soci infruttifero e ritenuta d’acconto 26%

DOMANDA

Una srl nel 2021 ha corrisposto ai soci (3 persone fisiche e 1 srl) gli interessi derivanti dal finanziamento concesso da questi ultimi alla società.
All’atto del pagamento la società ha operato la ritenuta del 26%. La ritenuta è stata effettuata soltanto con riferimento ai soci persone fisiche. è corretto tale comportamento?

RISPOSTA

Ai sensi dell’art. 44, comma 1, lett. a), TUIR gli interessi relativi a finanziamenti fruttiferi effettuati dai soci costituiscono redditi di capitale. In base all’art. 25, comma 5, DPR n. 600/73 la società deve operare la ritenuta alla fonte a titolo d’acconto nella misura del 26%.
Stante la qualifica di reddito di capitale la ritenuta del 26% va operata soltanto nei confronti di soci persone fisiche. Con riferimento agli interessi corrisposti a soci che hanno effettuato il finanziamento nell’esercizio dell’attività d’impresa la ritenuta non trova applicazione (tale comportamento è confermato anche dalla Corte di Cassazione nella sentenza 9.8.2017, n. 19793).

Fonte Seac Spa