Bonus carburante settore agricolo

DOMANDA

Il credito d’imposta previsto per gli acquisti di carburante nel primo trimestre 2022 per l’esercizio delle attività agricole spetta a prescindere dal regime IVA (speciale / ordinario) applicato?

RISPOSTA

L’art. 18, DL n. 21/2022, c.d. “Decreto Ucraina” riconosce alle imprese esercenti attività agricola e della pesca, a parziale compensazione dei maggiori oneri sostenuti per l’acquisto di gasolio e benzina per la trazione dei mezzi utilizzati per l’esercizio dell’attività, un contributo straordinario, sotto forma di credito d’imposta, pari al 20% della spesa sostenuta per l’acquisto del carburante effettuato nel primo trimestre 2022, comprovato mediante le relative fatture d’acquisto, al netto dell’IVA (per l’utilizzo in compensazione nel mod. F24 del bonus in esame va indicato il codice tributo “6965”).
La citata disposizione non richiede la sussistenza di ulteriori requisiti per poter beneficiare del bonus e pertanto lo stesso spetta a prescindere dal regime IVA adottato (esonero / speciale / ordinario).

Fonte Seac spa