Regime forfetario ex Legge n. 398/91

DOMANDA
Un’associazione sportiva dilettantistica applica il regime ex Legge n. 398/91. Si chiede conferma che la stessa possa continuare ad applicare tale regime anche per il 2022, stante le disposizioni contenute nel Codice del Terzo Settore.

RISPOSTA
Come chiarito dall’Agenzia delle Entrate nel corso del consueto incontro di inizio anno, le disposizioni del D.Lgs. n. 117/2017 (Codice del Terzo Settore) che prevedono modifiche all’ambito soggettivo del regime ex Legge n. 398/91 saranno applicabili dal periodo d’imposta successivo all’autorizzazione UE e, comunque, non prima del periodo d’imposta successivo di operatività del Registro Unico del Terzo Settore (RUNTS). Pertanto, fino a tale periodo l’ambito soggettivo di applicazione del regime forfetario rimane invariato. Successivamente, con particolare riguardo alle associazioni / società sportive dilettantistiche senza fini di lucro, sarà applicabile esclusivamente se le stesse sceglieranno di non assumere la qualifica di ETS, ossia di non iscriversi al predetto Registro.

Fonte Seac spa