Mero noleggio di ponteggi e gru: no reverse charge e IVA al 22%

Nell’ambito delle prestazioni di servizi edili opera l’applicazione del reverse charge “interno”, a seguito del quale l’assolvimento dell’imposta è a carico del committente.
Recentemente l’Agenzia delle Entrate è intervenuta in merito al trattamento IVA applicabile al mero noleggio di ponteggi e, in generale, di ogni altra attrezzatura, comprese le gru.
In particolare è stato chiarito che tali operazioni, in mancanza di un’attività edile, vanno assoggettate con le modalità ordinarie all’aliquota IVA del 22% a prescindere dalla tipologia di intervento edilizio / immobile oggetto dei lavori (le stesse non rientrano nell’ambito di applicazione del reverse charge).

Con la Risposta 12.7.2022, n. 373 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al trattamento IVA applicabile al mero noleggio di ponteggi e di ogni altra attrezzatura utilizzata in cantiere, comprese le gru, analizzando il caso di una società che opera nel settore edile e che, oltre ad effettuare lavori di costruzione / pitture / cartongesso utilizzando propri ponteggi, mette a disposizione di terzi (noleggia) i propri ponteggi fornendone il relativo montaggio e smontaggio in cantiere.

Al fine di determinare sia l’aliquota IVA applicabile che le modalità di applicazione dell’imposta (“ordinaria” o tramite reverse charge), dalla citata Risposta n. 373 si può desumere innanzitutto che è necessario distinguere le operazioni che prevedono, da parte del fornitore, anche l’esecuzione di lavori edili da quelle che prevedono soltanto il mero noleggio dei ponteggi / attrezzatura con relativo montaggio e smontaggio.

NOLEGGIO PONTEGGI / ATTREZZATURA CON ESECUZIONE LAVORI EDILI

Nel caso in cui il noleggio dei ponteggi / altra attrezzatura è posto in essere nell’ambito di un’operazione che prevede anche l’esecuzione di lavori edili, il noleggio risulta essere parte della prestazione di servizi / appalto / subappalto del settore edile per la quale trova applicazione il reverse charge “interno”:

  • di cui all’art. 17, comma 6, lett. a), DPR n. 633/72, qualora la prestazione fornita sia riconducibile tra le prestazioni di servizi diverse da quelle di cui alla lett. a-ter), compresa la prestazione di manodopera, rese nel settore edile da soggetti subappaltatori nei confronti di imprese che svolgono l’attività di costruzione / ristrutturazione di immobili ovvero nei confronti dell’appaltatore principale / altro subappaltatore. La disposizione non è applicabile alle prestazioni di servizi rese nei confronti di un contraente generale a cui venga affidata dal committente la totalità dei lavori;
  • di cui all’art. 17, comma 6, lett. a-ter), DPR n. 633/72, qualora la prestazione sia riconducibile tra le prestazioni di servizi di pulizia / demolizione / installazione di impianti / completamento relative ad edifici.

In tali casi l’importo relativo al noleggio dei ponteggi / altra attrezzatura concorre all’importo complessivo della prestazione edile ed è assoggettato all’aliquota IVA prevista per le diverse fattispecie in base al contratto / soggetto (appaltatore / subappaltatore) che esegue l’intervento e all’immobile oggetto dello stesso.

In particolare, con riferimento a tale aspetto, l’Agenzia rammenta che quando il contratto d’appalto usufruisce dell’aliquota agevolata, quest’ultima è applicabile anche alle relative prestazioni di subappalto, fatta eccezione per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, per i quali l’aliquota IVA ridotta è applicabile soltanto alle prestazioni eseguite nei confronti del consumatore finale e non a quelle eseguite dal subappaltatore nei confronti dell’appaltatore.

(MERO) NOLEGGIO PONTEGGI / ATTREZZATURA SENZA ESECUZIONE LAVORI EDILI

Quando il noleggio dei ponteggi / altra attrezzatura (quale, ad esempio, una gru), anche con il relativo montaggio e smontaggio in cantiere, rappresenta l’unica prestazione fornita, ancorché la stessa sia posta in essere da un soggetto che opera nel settore edile, non ricade nell’ambito delle prestazioni di servizio del settore edile sopra richiamate e pertanto per lo stesso non trova applicazione il relativo trattamento IVA. Conseguentemente, conclude l’Agenzia:

“alle prestazioni che consistono nella «mera» messa a disposizione, montaggio e smontaggio di ponteggi (ed in generale di ogni altra attrezzatura, incluse le gru), senza altra diretta attività edile in cantiere, si […] ritiene applicabile l’aliquota ordinaria del 22 per cento a prescindere dalla tipologia di intervento edilizio e di immobile interessato e senza applicazione del reverse charge“.

Documenti correlati

Normativa: Decreto del Presidente della Repubblica 26/10/1972 n.633 art.17

Fonte Seac spa