Trattamento IVA buoni pasto: Interpello

Con Risposta 28 aprile 2022, n. 231, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al trattamento IVA riservato al servizio di mensa aziendale e al servizio sostitutivo di mensa aziendale reso mediante buoni pasto.
In particolare, l’Agenzia ha precisato che qualora il lavoratore paghi il pasto in parte in contanti ed in parte con buono pasto, l’aliquota IVA da scorporare è pari al:

  • 4% sulla quota parte del prezzo pagato in contanti o con mezzi elettronici;
  • 10% sulla quota parte del prezzo pagato mediante il buono pasto; in questo caso, infatti, il momento impositivo si realizzerà all’atto della fatturazione dei corrispettivi alla società emittente il buono pasto in quanto l’operazione che rileva ai fini IVA è la prestazione dei servizi che la mensa aziendale rende nei confronti della società emittente i ticket restaurant.

Fonte SEAC spa