Malfunzionamento del server RT: Interpello

Con Risposta ad Interpello 6 maggio 2022, n. 247, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al corretto comportamento da adottare in caso di malfunzionamento del Registratore Telematico/server RT.
In particolare, nel caso di specie, il contribuente assolve l’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati delle operazioni giornaliere mediante l’utilizzo di Server RT installati nei propri punti vendita.
L’Agenzia precisa quanto già chiarito con Consulenza giuridica n. 3/2022, vale a dire che nei casi in cui il malfunzionamento del Registratore Telematico o del server RT renda tale strumento inidoneo a memorizzare e trasmettere i dati corretti, va posto nello stato “fuori servizio”. In tal modo, infatti, l’Amministrazione finanziaria può conoscere il problema e motivare eventuali mancate o tardive memorizzazioni e trasmissioni dei dati. 
Qualora il Registratore Telematico/server RT non sia stato posto nello stato “fuori servizio” e abbia proceduto alla memorizzazione di dati incompleti o non veritieri, la sanzione applicabile è quella prevista dall’art. 11, comma 2-quinquies, D.Lgs. n. 471/1997.

Fonte SEAC spa