Credito d’imposta imprese agricole e agroalimentari: Provvedimento

Con Provvedimento 20 maggio 2022, l’Agenzia delle Entrate ha definito i criteri e le modalità per fruire del credito d’imposta previsto dall’articolo 1, comma 131, Legge n. 178/2020, a favore delle reti di imprese agricole e agroalimentari; inoltre, è approvato il modello di “Comunicazione delle spese per la realizzazione o l’ampliamento di infrastrutture informatiche finalizzate al potenziamento del commercio elettronico”, con le relative istruzioni e specifiche tecniche.
In particolare, il Provvedimento precisa che:

  • il credito d’imposta è riconosciuto, per i periodi d’imposta dal 2021 al 2023, nella misura del 40% per gli investimenti relativi alla realizzazione o l’ampliamento di infrastrutture informatiche finalizzate al potenziamento del commercio elettronico, con particolare riferimento al miglioramento delle potenzialità di vendita a distanza a clienti finali residenti fuori del territorio nazionale; tale credito d’imposta è utilizzabile dai beneficiari esclusivamente in compensazione utilizzando il modello F24; 
  • è previsto il limite di euro 50.000 per le piccole e medie imprese operanti nella produzione primaria di prodotti agricoli, mentre per le grandi imprese il limite è di euro 25.000
  • la comunicazione va inviata con modalità telematiche, direttamente dal contribuente oppure avvalendosi di un soggetto incaricato della trasmissione delle dichiarazioni, dal 15 febbraio al 15 marzo dell’anno successivo a quello di realizzazione degli investimenti; invece, per gli investimenti realizzati nel 2021, la comunicazione va inviata dal 20 settembre 2022 al 20 ottobre 2022.

Fonte SEAC spa