Applicazione retroattiva del nuovo regime fiscale dei ristorni: Interpello

Con Risposta 5 maggio 2022, n. 245, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicazione della nuova disciplina relativa al regime fiscale dei ristorni di cui all’art. 1, commi 42 e 43, L. 178/2020 (Legge di Bilancio 2021). 
In particolare, la citata Legge di Bilancio 2021 ha introdotto un regime alternativo di tassazione dei ristorni imputati ad aumento di capitale sociale consistente nell’applicazione, facoltativa, di una ritenuta alla fonte a titolo di imposta con aliquota del 12,50% all’atto della loro attribuzione a capitale sociale, nei confronti dei soci persone fisiche di cooperative sociali.   
Sul punto, la stessa Agenzia ha precisato che il nuovo regime fiscale può essere applicato retroattivamente anche alle somme attribuite ad aumento del capitale sociale deliberate anteriormente alla data di entrata in vigore della citata Legge di Bilancio 2021.

Fonte SEAC spa