Archivi Mensili: Maggio 2022

Criteri per l’individuazione di elementi di incoerenza nel Mod. 730: Provvedimento

Con Provvedimento 30 maggio 2022, n. 184653, l’Agenzia delle Entrate ha reso noti i criteri per l’individuazione degli elementi di incoerenza delle dichiarazioni dei redditi modello 730/2022 con esito a rimborso, finalizzati ai controlli preventivi ex art. 5, comma 3-bis, D.Lgs. n. 175/2014. In particolare, gli elementi di incoerenza sono individuati: nello scostamento per importi significativi dei dati risultanti nei modelli di versamento, nelle certificazioni uniche e nelle dichiarazioni dell’anno precedente, o nella presenza di altri elementi di significativa incoerenza rispetto ai dati inviati da enti esterni o a quelli esposti nelle certificazioni uniche;nella presenza di situazioni di rischio individuate in base alle irregolarità verificatesi negli anni precedenti. Fonte SEAC spa

IVA applicabile alle cessioni di veicoli per disabili: Interpello

Con Risposta ad Interpello 30 maggio 2022, n. 313, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’aliquota IVA applicabile alle cessioni di veicoli per disabili.In particolare, l’Amministrazione finanziaria ha chiarito che, ai sensi dell’art. 1, D.M. 16 maggio 1986, come da ultimo modificato dal Decreto MEF 13 gennaio 2022, ai fini dell’applicazione dell’aliquota IVA al 4%, è sufficiente presentare la patente di guida recante l’indicazione degli adattamenti al veicolo.Pertanto, i documenti che il soggetto disabile deve presentare per l’ottenimento dell’aliquota IVA ridotta sono: l’atto notorio o la dichiarazione di responsabilità attestante che nel quadriennio anteriore non si è fruito dell’agevolazione;copia semplice della patente posseduta, ove essa contenga l’indicazione di adattamenti, anche di serie, per il […]

I chiarimenti dell’Agenzia in tema di bonus edilizi: Circolare

Con Circolare 27 maggio 2022, n. 19, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alle novità in materia di superbonus e altri bonus edilizi apportate dalla Legge di Bilancio 2022 e dai recenti decreti emanati dal governo.In particolare, nella Circolare l’Agenzia ha fornito un’analisi dettagliata in relazione ai seguenti ambiti: la disciplina in tema di prezzari, specificandone le modalità di utilizzo e le date di applicabilità;l’estensione della detraibilità delle spese per visto di conformità e asseverazione, per cui è possibile portare in detrazione le spese sostenute a partire dal 12 novembre 2021, anche con riguardo ai bonus diversi dal Superbonus;l’esonero, per le spese sostenute a partire dal 12 novembre 2021, dell’obbligo di presentazione del visto di conformità e dell’asseverazione per interventi […]

Obblighi dichiarativi per l’ente non commerciale con partita IVA: Interpello

Con Risposta 27 maggio 2022, n. 312, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito agli obblighi dichiarativi ai fini delle imposte dirette per gli enti esenti da imposte. In particolare, l’Agenzia chiarisce che in caso di acquisizione di partita IVA l’attività posta in essere da un ente non commerciale assume i connotati dell’attività d’impresa laddove la stessa presenti i caratteri di abitualità, professionalità e sistematicità.Pertanto, l’ente deve: tenere le scritture contabili;adempiere ai conseguenti obblighi dichiarativi (anche in mancanza di reddito).  Nel caso di specie, il soggetto istante svolge attività di formazione come scuola straniera operante in Italia e si qualifica come ente senza fini di lucro non riconosciuto. Fonte SEAC spa

I chiarimenti dell’Agenzia sulle novità del c.d. “Rientro dei cervelli”: Circolare

Con Circolare 25 maggio 2022, n. 17, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’estensione prevista dall’art. 1, comma 763, Legge n. 234/2021 (Legge di Bilancio 2022), della fruizione degli incentivi per il rientro di docenti e ricercatori in Italia (ex art. 44, D.L. n. 78/2010).In particolare, nella predetta Circolare vengono esaminati:   l’ambito applicativo dell’agevolazione;le modalità di esercizio dell’opzione;i requisiti per l’accesso al beneficio;l’applicabilità dell’opzione per i ricercatori e docenti che fruivano degli incentivi al 31 dicembre 2019;il reddito di riferimento sui cui calcolare gli importi da versare per beneficiare dell’agevolazione. Fonte SEAC spa

Soggetti obbligati alla presentazione della dichiarazione di successione: Interpello

Con Risposta 25 maggio 2022, n. 296, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito ai soggetti obbligati alla presentazione della dichiarazione di successione di cui all’art. 28, D.Lgs. n. 346/1990.In particolare l’Agenzia, richiamando quanto disposto dalla Corte di Cassazione nella sentenza 12 aprile 2022, n. 11832, ha precisato che sono tenuti alla presentazione della dichiarazione di successione i soggetti chiamati all’eredità, almeno fino al momento della loro rinuncia (ex art. 28, comma 5, TUS).Pertanto, i soggetti chiamati all’eredità (siano essi eredi testamentari o legittimi) sono obbligati a presentare la dichiarazione di successione,    ai fini dell’assolvimento dell’imposta di successione, ad esclusione dei casi di: rinuncia all’eredità;nomina di un curatore dell’eredità stessa.  Fonte SEAC spa

ISA: chiarimenti per il periodo d’imposta 2021

Con Circolare 25 maggio 2022, n. 18, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicazione degli ISA per il periodo d’imposta 2021.In particolare, il documento di prassi analizza: gli interventi di revisione straordinaria degli ISA; attraverso l’applicazione di correttivi sarà possibile adeguare il giudizio di affidabilità tenendo conto delle circostanze economiche che hanno caratterizzato il 2021;gli elementi più salienti dei modelli ISA 2022, delle c.d. variabili precalcolate e del software di calcolo;le nuove cause di esclusione connesse agli effetti economici negativi causati dalla pandemia. Per i contribuenti esclusi dall’applicazione degli ISA è preclusa la possibilità di accedere ai benefici premiali previsti dal comma 11, articolo 9-bis, D.L. n. 50/2017; inoltre, tali soggetti sono comunque tenuti alla comunicazione dei dati economici, contabili e strutturali previsti all’interno dei relativi modelli. Infine, riguardo al regime premiale ISA, […]

“Transfer pricing” e intervallo di libera concorrenza: i chiarimenti dell’Agenzia

Con Circolare 24 maggio 2022, n. 16, l’Agenzia delle Entrate ha fornito importanti chiarimenti in merito ai prezzi di trasferimento, c.d. “transfer pricing“, di cui all’art. 110, comma 7, TUIR.In particolare, la Circolare in esame, dopo aver analizzato: le modifiche alla disciplina sui prezzi di trasferimento in Italia;il Decreto MEF 14 maggio 2018 (contenente le disposizioni attuative del citato art. 110, comma 7);  le Linee Guida OCSE; ha fornito indicazioni in merito alla definizione di intervallo di libera concorrenza, nonché sulla sua corretta individuazione. Fonte SEAC spa

Mancata comunicazione dei dati al Sistema TS: Risoluzione

Con Risoluzione 23 maggio 2022, n. 22, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alle violazioni degli obblighi di comunicazione al Sistema tessera sanitaria, ex art. 3, comma 5-bis, D.Lgs. 175/2014.In particolare, l’Agenzia ha chiarito che, tenendo conto delle modalità di trasmissione dei dati delle spese sanitarie contenute nei documenti fiscali, il termine “comunicazione” contenuto nella norma sanzionatoria si riferisce ad ogni singolo documento di spesa errato, omesso, o tardivamente inviato al Sistema TS.La sanzione di 100 euro si applica per ogni documento di spesa, senza possibilità di applicare il cumulo giuridico di cui all’art. 12, D.Lgs. n. 472/1997; tale sanzione è definibile mediante l’istituto del ravvedimento operoso di cui all’art. 13, D.Lgs. n. 472/1997, utilizzando il codice tributo 8912. Fonte SEAC […]

Credito d’imposta per l’acquisto di monopattini elettrici: Provvedimento

Con Provvedimento 23 maggio 2022, l’Agenzia delle Entrate ha definito la percentuale del credito d’imposta spettante, a favore delle persone fisiche che, dal 1° agosto al 31 dicembre 2020, hanno sostenuto spese per l’acquisto di monopattini elettrici, biciclette elettriche o muscolari, abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile, nella misura massima di 750 euro e nel limite complessivo di spesa di 5 milioni di euro, ai sensi dell’articolo 44, comma 1-septies, D.L. n. 34/2020.In particolare, il documento in oggetto precisa che: il credito d’imposta spettante a ciascun beneficiario è pari al 100% dell’importo del credito risultante dall’ultima istanza validamente presentata; nello specifico, le domande validatamente presentate e l’ammontare complessivo dei crediti d’imposta risultanti, tenuto conto delle spese […]