Regime IVA editoria: percentuale forfetaria di resa al 95% per tutto il 2021

Con Risposta 22 aprile 2022, n. 207, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicazione del regime IVA per l’editoria sulla base di quanto disposto dall’art. 74, D.P.R. n. 633/1972, con particolare riferimento al metodo delle copie consegnate o spedite, diminuito della forfetizzazione della resa, pari all’80% per quotidiani e periodici.
Al fine di supportare il comparto editoria dagli effetti della pandemia Covid-19, la predetta percentuale di forfetizzazione della resa è stata aumentata al 95%, dapprima dall’art. 187, comma 1, D.L. n. 34/2020 (c.d. “Decreto Rilancio“) e, successivamente, dall’art. 67, comma 7, D.L. n. 73/2021 (c.d. “Decreto Sostegni-bis”).
Sul punto l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che la predetta agevolazione va applicata per tutto il 2021 e non soltanto dall’entrata in vigore del citato Decreto Sostegni-bis, in linea con la ratio della norma, finalizzata a sostenere il settore per tutto il periodo pandemico.

Fonte SEAC spa