Modalità di determinazione ACE: Interpello

Con Risposta ad Interpello 20 aprile 2022, n. 200, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla modalità di determinazione dell’agevolazione c.d. “Super Ace” (ex art. 19, D.L n. 73/2021).
Nel caso di specie, una società ha rinunciato ai crediti finanziari vantati nei confronti della società partecipata e successivamente ha provveduto a cedere la totalità delle partecipazione detenute perdendo quindi la qualifica di socio.
A tal riguardo, l’amministrazione finanziaria precisa che:

  • ai fini della disciplina ACE, la rinuncia ai crediti realizzata anteriormente alla cessione delle partecipazioni, determina un aumento del capitale proprio poiché l’operazione è attuata da un soggetto che possiede la qualifica di socio;
  • tali importi devono considerarsi acquisiti a titolo definitivo nel patrimonio della società partecipata a titolo di riserva per versamenti in conto capitale, in quanto gli incrementi derivanti dalla rinuncia ai crediti rilevano alla data dell’atto di rinuncia;
  • alla variazione in aumento del capitale proprio derivante dalla rinuncia ai crediti da finanziamento, si applicano le disposizioni di cui all’art. 19, comma 2, D.L. n. 73/2021 (rendimento nozionale del 15% agli incrementi di capitale proprio da parte dei soci, e per l’intero periodo d’imposta, senza alcun ragguaglio d’anno), in quanto l’operazione è posta in essere dal socio nel periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2020.

Fonte SEAC spa