Archivi Giornalieri: Aprile 29, 2022

Aliquota IVA cessioni animali congelati e insetti vivi: Interpello

Con Risposta ad Interpello 27 aprile 2022, n. 220, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’aliquota IVA applicabile al commercio elettronico di animali congelati e insetti vivi, destinati all’alimentazione di rettili e rapaci.Il contribuente, in conformità al parere tecnico rilasciato dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ritiene applicabile l’aliquota IVA del 10%  alle cessioni di animali congelati e di insetti vivi, qualificandoli quali prodotti rientranti rispettivamente nella categoria di cui al n. 19) e al n. 7), Tabella A, Parte III, D.P.R. n. 633/1972.L’Agenzia considera applicabile l’aliquota ridotta alle cessioni di animali congelati, purché venga specificamente dichiarato che si tratta di prodotti non destinati all’alimentazione umana. Inoltre, ritiene inapplicabile l’aliquota del 10% al commercio di insetti vivi, in quanto non rientranti tra le tipologie di insetti […]

Crediti liquidati dopo espatrio e chiusura della partita IVA: Interpello

Con Risposta ad Interpello 26 aprile 2022, n. 218, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al trattamento fiscale cui sono assoggettati i compensi derivanti da attività di lavoro autonomo professionale, liquidati dopo l’espatrio dall’Italia e la chiusura della partita IVA.  Nel caso di specie, un professionista iscritto all’AIRE dal 2021 e trasferitosi all’estero, ha provveduto alla chiusura della propria partita IVA. Successivamente al trasferimento e alla chiusura della propria posizione fiscale, ha ricevuto un decreto di liquidazione di un credito, relativo a una prestazione professionale conclusa quando era ancora in possesso di partita IVA in Italia. L’Agenzia ha precisato che, in tali casi, il professionista che ha impropriamente chiuso la partita IVA prima che fossero […]

Esenti IVA i servizi di sostegno offerti ai portatori di handicap: Interpello

Con Risposta ad Interpello 27 aprile 2022, n. 221, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al corretto trattamento IVA da applicare ai servizi di sostegno e cura offerti ai soggetti portatori di handicap psichici. In particolare, nel caso di specie, una società che già svolge assistenza non domiciliare nei confronti di soggetti con disturbi psichici, intende ampliare la propria attività, assegnando agli utenti delle unità abitative (appartamenti) nelle quali verranno attuati vari programmi di sostegno, offerti da operatori non stabilmente presenti nell’appartamento assegnato all’utente.  All’utente verrà addebitata dalla Società una retta che include sia l’utilizzo dell’appartamento all’interno del quale risiederà, sia il supporto nello svolgimento delle attività quotidiane, nonché l’utilizzo delle strutture comuni.L’Agenzia delle Entrate ha precisato che tali servizi, assimilabili […]