Svolgimento delle assemblee di società ed enti: Decreto Milleproroghe

L’art. 3, Decreto Legge 30 dicembre 2021, n. 228, c.d. “Decreto Milleproroghe”, ha previsto la proroga di alcuni termini in materia economica e finanziaria, alla luce del prolungamento dell’emergenza epidemiologia da Covid-19.
Tra le disposizioni, di particolare rilevanza l’articolo 3, comma 1, dispone che fino al 31 luglio 2022, per lo svolgimento delle assemblee delle società e di enti, continuano ad applicarsi le disposizioni previste dall’art. 106, D.L. n. 18/2020 con lo scopo di facilitare lo svolgimento delle assemblee e ridurre il rischio di contagio.
In particolare, la società (Spa, Sapa, Srl, società cooperativa e mutua assicuratrice) anche in deroga alle diverse disposizioni statutarie può prevedere che:

  • il voto sia espresso per via elettronica o per corrispondenza;
  • l‘assemblea si svolga, anche esclusivamente, mediante mezzi di telecomunicazione che garantiscano l’identificazione dei partecipanti, la loro partecipazione e l’esercizio del diritto di voto, ai sensi e per gli effetti degli artt. 2370, comma 4, 2479-bis, comma 4, e 2538, comma 6, C.c. senza necessità che il presidente/segretario o il Notaio si trovino nel medesimo luogo;
  • le Srl possono inoltre consentire che l’espressione del voto dei soci avvenga mediante consultazione scritta o per consenso espresso per iscritto (art. 106, comma 3, D.L. n. 18/2020).

Fonte SEAC spa