Aliquota IVA applicabile agli integratori alimentari: Interpello

Con Risposta ad Interpello 17 marzo 2022, n. 121, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicazione dell’aliquota IVA alle cessioni di integratori alimentari.  
Nel caso di specie, si tratta di integratori alimentari con un’alta concentrazione di fermenti lattici vivi (30 miliardi per capsula), che agiscono sull’equilibro della flora intestinale.
L’Agenzia ha precisato che, sulla base del parere tecnico fornito dall’ADM, che ha classificato il prodotto alla voce 21.06.90 “Preparazioni alimentari non nominate né comprese altrove”, alle cessioni di tali integratori è applicabile l’aliquota IVA del 10%, ai sensi del n. 80), Tabella A, parte III, D.P.R. n. 633/1972.

Fonte SEAC spa