Sospensione dell’ammortamento e beni gratuitamente devolvibili: Interpello

Con Risposta ad Interpello 3 febbraio 2022, n. 65, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla possibilità di dedurre fiscalmente l’ammortamento finanziario dei beni gratuitamente devolvibili (art. 104 TUIR), in caso di sospensione dell’ammortamento civilistico nel 2020 (art. 60, comma 7-bis, D.L n. 104/2020).
Nello specifico, con riferimento al costo di tali beni, la società ha adottato il regime dell’ammortamento finanziario previsto dall’art. 104 TUIR invece dell’ammortamento ordinario
L’Amministrazione finanziaria precisa che, nonostante l’art. 60, comma 7-quinquies, D.L. 104/2020 menzioni espressamente soltanto gli articoli 102,102-bis e 103, TUIR, le previsioni contenute nella disposizione possano essere estese all‘art. 104 TUIR.
Infatti, nell’ipotesi contraria vi sarebbe una disparità di trattamento irragionevole fondata esclusivamente sul differente metodo di ammortamento fiscale. 
Di conseguenza, l’Agenzia ha confermato che in base a un’interpretazione del comma 7-quinquies, D.L. n. 104/2020 fondata sul canone della ragionevolezza, nel caso in questione, la disciplina fiscale applicabile da un soggetto che ammortizza i beni gratuitamente devolvibili in base agli art. 102 e 103 TUIR, non possa essere preclusa ad un soggetto che invece per tali beni utilizza l’ammortamento finanziario in quanto consentito, in luogo dell’ammortamento ordinario, dall’art. 104 TUIR.

Fonte SEAC spa