Sospensione ammortamenti 2021: possibile modifica della disposizione

Con l’articolo 60, commi da 7-bis a 7-quinquies, D.L. n. 104/2020, c.d. “Decreto Agosto”, il Legislatore aveva previsto, con l’intento di non “aggravare” il bilancio d’esercizio 2020 degli effetti economici derivanti dalla pandemia, la possibilità di “sospendere” (in tutto o in parte) l’imputazione contabile degli ammortamenti 2020 delle immobilizzazioni materiali e immateriali. L’articolo 1, comma 711, Legge di Bilancio 2022 ha previsto, attraverso la sostituzione dell’ultimo periodo dell’articolo 60, comma 7-bis, la facoltà di sospensione degli ammortamenti relativi al 2021 solo però per i soggetti che nel 2020 avevano optato per la sospensione del 100% della quota di ammortamento delle immobilizzazioni materiali e immateriali. Fra le novità contenute nella Legge di conversione del Decreto Milleproroghe (Decreto Legge n. 228/2021), si segnala il correttivo introdotto all’ultimo periodo dell’art. 60, comma 7-bis, D.L n. 104/2020, che estende la facoltà anche per l’esercizio 2021 di sospendere fino ad un massimo del 100% l’ammortamento per i beni materiali e immateriali.
La disposizione in oggetto quindi cancella quanto stabilito dalla Legge di Bilancio 2022 disponendo che la sospensione degli ammortamenti 2021 può essere effettuata a prescindere dalla sospensione del 100% degli ammortamenti 2020.

Fonte SEAC spa