Iper ammortamento e tardiva interconnessione dei beni strumentali: Interpello

Con Risposta ad Interpello 3 febbraio 2022, n. 71, l’Agenzia delle Entrate si è espressa in merito alla spettanza dell‘agevolazione dell’iper ammortamento in caso di ritardo nell’interconnessione. 
L’Amministrazione Finanziaria, ribadendo quanto precedentemente chiarito nella Circolare 30 marzo 2017, n. 4,  precisa che la fruizione dell’iper ammortamento dipende dal momento di effettuazione dell’investimento e di entrata in funzione del bene, e solo da quest’ultimo è possibile iniziare a beneficiare dell’agevolazione a condizione che nello stesso periodo d’imposta avvenga anche l’interconnessione del bene.
Nell’ipotesi in cui, invece, l’interconnessione sia effettuata in un periodo d’imposta successivo a quello di entrata in funzione del bene, la fruizione dell’iper ammortamento potrà iniziare solo da tale successivo periodo, con conseguente slittamento del termine finale di fruizione.
Tuttavia, al fine di beneficiare dell’agevolazione, le caratteristiche tecniche della disciplina 4.0. devono esser presenti nel bene già anteriormente al suo primo utilizzo e, in ogni caso, la tardiva interconnessione deve dipendere da condizioni oggettive non imputabili a comportamenti discrezionali o strumentali del contribuente.

Fonte SEAC spa